advertising
cultura

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 9

lunedì 21 agosto 2017
"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 9

Quelle che state per leggere sono parole di studenti delle scuole medie, nella fattispecie della 2D del “L.Signorelli” di Orvieto e della 1C e 2C del “M.Buonarroti” di Montecchio. Ma sono strani testi, diciamolo subito. Strani perché non vengono dai banchi di scuola: sono stati scritti in strada, in piazza, in un angolo, al mercato, ai giardini, in un negozio, al bar. Fuori. In precario equilibrio. Strani perché abbiamo chiesto ai nostri alunni di descrivere persone di un’altra città: i ragazzi di Montecchio sono andati sulla rupe a cogliere gli orvietani, e viceversa. Strani perché gli abbiamo detto di provare a non farsi vedere, a osservare la vita dall’esterno, a nascondersi tra le zolle (diceva qualcuno), impicciarsi degli altri e immaginare quello che i sensi non riescono a percepire. Insomma, a diventare scrittori. Che è un po’ diverso da fare un semplice esercizio scolastico. Ecco, questo è il risultato di queste due sedute scambievoli di descrizioni dal vero. Leggendole, noi ci siamo a volte divertiti e a volte commossi. Sempre ci siamo sentiti orgogliosi di questi ragazzi. Buona lettura!

Prof.ri Alessandra Bennati e Andrea Caponeri

UNA COPPIA

Mi trovo a Orvieto, davanti al Duomo, e ho notato una coppia di ragazzi. La ragazza ha una bottiglia di succo di frutta in mano e ci sta giocando. Porta una maglietta bianca sopra jeans di colore verde militare. I capelli biondi tirati su e raccolti in una coda. La fronte liscia e il naso lungo.
Ora ha preso il telefono e sta scrivendo, lo capisco perchè sta muovendo le dita sullo schermo e sento il suono delle notifiche: forse sta chattando con sua madre, che le avrà chiesto se sta bene e che cosa sta facendo.
E’ seduta vicino a un ragazzo, penso sia il suo fidanzato, visto che certe volte si tengono per mano. Il viso è pallido, forse per la stanchezza. L’espressione è neutrale. Ora ha preso il suo zaino nero dell’ Eastpak. Gli occhi sono verdi come la speranza. Dentro lo zaino ha un blocchetto che ora sta tirando fuori, proprio come sta facendo tutto il gruppo di francesi. Infatti, adesso che sta parlando con il suo ragazzo capisco che è una ragazza francese.
La voce è calma. Sta mettendo un cappello blu con la visiera e anche un paio di occhiali da sole. Indossa delle Superstar bianche.
Secondo me il carattere è allegro, lo capisco dall’affetto e dall’amore che prova per il suo fidanzato. Probabilmente sono appassionati di arte; forse una passione che è nata da piccoli e ora si è realizzata. Chissà, forse lei ha seguito dei corsi d’arte e vuole diventare una famosa artista francese...
In effetti ha l’aria da studiosa, appassionata d’arte. Il portamento è rilassato e aggraziato. Ora che noto meglio, ha preso un libro che rappresenta il Duomo e non un blocchetto per disegnare. Una guida sta spiegando a tutto il gruppo e lei sembra essere interessata.
Finita la spiegazione, si spostano davanti al Duomo e osservano le sue parti, forse vogliono fare un’opera d’arte che lo rappresenti, chissà…

Sofia Liviani, II C
A.S. 2016-2017
"M. Buonarroti", Montecchio

MADRE

La persona che descriverò è una donna, giovane, che penso sia anche madre. Ha un’altezza media ed è magra.
Il suo volto è rotondo, i capelli sono biondi e ha un naso piccolo, ma bello. Ha le labbra carnose e si è vestita alla moda: giacca marrone e pantaloni neri, penso con lo scopo di piacere alla gente.
Si trova ai giardini e sta guardando una bambina che credo sia sua figlia perché la guarda come se fosse un diamante e l’avrebbe tenuta e protetta per sempre.
Mi sposto e noto altri particolari: la donna ha le scarpe bianche, tipo Converse, e la fede al dito, quindi è sposata.
Sta parlando con una anziana, forse è sua madre che sta seduta su una panchina. Si è aggiunto anche un altro bambino che è stato portato da un anziano, forse è il padre della donna che osservo. Questo bambino si allontana poi si riavvicina a giocare con la bambina: penso che siano fratelli. Ad un certo punto la bambina mette le mani dentro il cesto del passeggino ed estrae un giocattolo: è una pistola. La porta al bambino, lui la struscia per terra e poi la passa alla bambina che fa finta di sparare. Sono bravi perché ci giocano senza litigare, la condividono.
Mi avvicino ancora e, osservando meglio, vedo che la donna ha gli occhi marroni e sulla mano destra ha altri due anelli: chissà se li ha ricevuti da altri uomini o da suo marito, magari si è separata, non so. Ad un certo punto si accorge che la sto spiando e, come il vento, chiama i bambini e se ne va.
Forse usa proprio i figli per essere notata e cercare un nuovo compagno….

Pierlugi Manzi, II D
A.S. 2016-2017
"L. Signorelli", Orvieto

 

 

ARCHIVIO

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 1

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 2

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 3

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 4

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 5

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 6

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 7

"Occhi allo Specchio". Descrizioni dal vero Orvieto-Montecchio - 8

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 novembre

Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

"Stop discarica". Assemblea pubblica al Centro Anziani di Ciconia

Il Comitato Civico per il Diritto alla Salute-Art.32 chiede un'adeguata risposta sanitaria

La rosa, le spine

Motore in avaria, aereo rientra in aeroporto: paura per famiglia orvietana

Ramona Aricò ci crede ed incoraggia la Zambelli Orvieto

"Gli Etruschi parlano". Presentato a Paestum il progetto in realtà aumentata

Non applicazione della quota variabile della Tari alle pertinenze

"Le città del futuro", anche Vitorchiano a Montecitorio

A "Cuochi d'Italia", Valentina Santanicchio si aggiudica la vittoria sul Veneto

Danza e teatro, al Boni "Tempesta" e "La Giara. Un meraviglioso regalo"

A Villa Umbra, gli stati generali su scuola e sistema di istruzione e formazione professionale

Accattonaggio molesto, CasaPound avvia una raccolta di firme

Accesso ai bandi europei, si rafforza la collaborazione tra scuola ed Anci Umbria

"Legalità, mi piace". Oltre 300 studenti delle superiori partecipano all'evento di Confcommercio

False "Catene di Sant'Antonio" di WhatsApp. L'appello di Polizia Postale e Sportello dei Diritti

Il questore di Terni in visita al Comune di San Venanzo

Il Comune stanzia 116.000 euro per asfaltature e installa pannelli luminosi con limiti a 50 km/h

Lotta al tumore al pancreas, il Comune s'illumina di viola

Via ai lavori di pavimentazione sulla strada statale 205 "Amerina"

Civita di Bagnoregio e Gubbio, due casi di studio per Orvieto

Weekend intenso per l'Orvieto FC. Esordio in campionato per i Giovanissimi

Giornata dei Diritti dell'Infanzia, l'artista Salvatore Ravo realizza un murale per la Festa dell'Albero

Nuova ondata di furti, impegno congiunto tra istituzioni e carabinieri

Alessandro Carlini presenta "Partigiano in camicia nera. La storia vera di Uber Pulga"

Due giorni di appuntamenti per la sesta edizione per "Olio diVino"

La "Festa dell'Olio" di Montecchio compie 42 anni

A 12 anni dalla scomparsa, Orvieto ricorda Padre Chiti. Il programma delle celebrazioni

Dal Bianconi al Rivellino, piovono spettacoli nella Tuscia dei teatri

Le ragioni del No. Incontri a Orvieto, Acquapendente e Castel Giorgio

La Fondazione per il Csco è di nuovo accreditata quale agenzia formativa presso la Regione

Al Teatro dei Calanchi è di scena "Abdullino va alla guerra"

Bandiera verde a "Il Secondo Altopiano", qualità e impegno quotidiano per l'agricoltura naturale

Alessandro Benvenuti torna al Boni da protagonista con lo spettacolo "Chi è di scena"

Approvata la convenzione per istituire l'Ufficio speciale ricostruzione post sisma 2016

La Scuola dell'Infanzia di Pantalla dedica un'aula alla "maestra Barbara"

Le eccellenze dell'Umbria in vetrina alla Borsa internazionale del turismo enogastronomico

Iniziati i lavori alla scuola di Giove, 205 studenti trasferiti a Guardea e Penna in Teverina

Psr 2014-2020, operativi i cinque Gal dell'Umbria, a disposizione 32 milioni di euro per sviluppo locale

XXXIV Trofeo delle Regioni, convocati otto nuotatori della Uisp Orvieto Medio Tevere

Geotermia, chiesto un incontro al Mise. Nevi: "L'Umbria non ha bisogno di rinvii"

Geotermia, il centrosinistra si spacca. Fiorini: "Giunta e seguaci hanno già deciso"

Scuola, approvato il Piano provinciale offerta formativa e programmazione 2017-2018

Undicesima seduta del 2016 per il consiglio comunale. In 23 punti l'ordine del giorno

A Ficulle torna "Olio diVino". Due giorni di degustazioni, musica e convegni

Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

Geotermia al Bagnolo. Ambientalisti cauti: "C'è poco da esultare"

Cambio al vertice della Cro. Comitato risparmiatori: "Disponibili al confronto"