advertising
cultura

"Il mondo nella mia penna. La Serpara immaginata" - 11

lunedì 9 luglio 2018
"Il mondo nella mia penna. La Serpara immaginata" - 11

L'OPERA: "MUSEO DEL FUMETTO" di M.S. Bastian e Isabelle L., opera in roulotte

L'oggetto che ho davanti è una roulotte, cioè un museo di fumetti. È molto inquietante, perché ci sono delle facce che rappresentano dei fumetti horror, anche se a me sembra che questo museo è stato costruito o per nascondere rapiti oppure per allontanare i ladri visto che fa molto paura, oppure per nascondersi dagli sbirri, oppure per nascondersi dalle mogli, perché hanno saputo che sei andato in discoteca a rimorchiare. Appena entri, trovi tante facce che ti guardano dritto negli occhi, ti mettono molta paura, ma quando rimani per troppo tempo riesci a capire le loro emozioni: essere appesi per far finta di essere fumetti, in mezzo a polvere, muschio, muffa. Per non guardarli negli occhi guardi sotto, ma anche sotto ce ne sono, e anche sopra. All'infuori ci sono delle scritte nere. 

AHMED SOUIHI, Classe 1D Scuola Media “Luca Signorelli”, Orvieto

L’oggetto che ho davanti è una roulotte tutta colorata con scritte del tipo “Museo”. All’interno ci sono carte, libri e rifiuti messi lì solo per scena. All’inizio abbiamo avuto difficoltà a trovarlo. Devo dire che a me piace molto, soprattutto per i colori, ovvero il bianco e il nero e anche un po’ di arancione. Alla vista non è molto bello, sicuramente solo un pazzo la comprerebbe; però ha stile, quindi mi è piaciuta molto. La roulotte è fatta di ferro ed è molto pesante quindi non credo che l’abbiano trasportata a mano, tanto meno con una macchina perchè la strada per arrivare qui è molto stretta. Infatti io credo che l’abbiano trasportata in elicottero: ovviamente uno militare. Perchè sta lì? E perchè tutte quelle scritte? Forse sta lì per copertura e per far pensare che sia un rifiuto, ci sono tutte quelle scritte per far pensare che, essendo un rifiuto, dei vandali ci abbiano fatto un graffito sopra, mentre dentro un tempo c’era l’esercito pronto ad attaccare. Questo è quello che penso io.

JACOPO BIANCHINI, Classe 1C Scuola Media “Luca Signorelli”, Orvieto

 

 

IL PROGETTO, LE PUNTATE PRECEDENTI

1. PULPOPUGNO

2. FEUERPALAST MIT 21 SAULEN

3. PICCHIO PINOCCHIO

4. MANTRA

5. DAMMI UNA MANO

6. FRUTTA PER LA SERPARA

7. ALBERGO GOLDONI

8. BOROPHRYNE

9. BETONBANANA

10. MISS