cultura

Street art sulla cabina per riscoprire Aldo Netti, l'ingegnere che portò la luce a Orvieto

martedì 28 novembre 2017
di Davide Pompei
Street art sulla cabina per riscoprire Aldo Netti, l'ingegnere che portò la luce a Orvieto

Pioniere nel campo dell'energia elettrica, agli inizi del Novecento illuminò circa 130 paesi dell'Italia Centrale, tra Umbria e Lazio. Amico di Guglielmo Marconi, frequentò Thomas Edison, Galileo Ferraris e Giuseppe Colombo. A lui, Orvieto deve l'impianto realizzato nel 1896 e un capolavoro dismesso di archeologia industriale come la Centrale Idroelettrica di Sugano, in funzione fino al 1945, che sfruttando la vicinanza con le Fonti del Tione e il torrente in località Bottacce fece luce al Teatro Mancinelli.

Narnese di Stifone, dove nacque nel 1869, ma orvietano nei fatti – abitò all'ombra del Duomo, nel palazzo affrescato che ne porta il nome – Aldobrando Netti riscattò le umili origini del padre mugnaio e l'abbandono delle scuole a 12 anni con la laurea in Ingegneria Industriale conseguita all'Istituto Superiore Politecnico di Milano, quando ne aveva dieci in più.

Oltre un secolo dopo, una creazione artistica realizzata dal duo Dom Quix proprio su una cabina elettrica, quella di e-distribuzione – la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione – situata lungo Via Po', a Sferracavallo, consente di ricordare l'uomo che "ha amato e contribuito allo sviluppo della sua terra attraverso l’energia elettrica".

Luce e territorio sono anche ragion d’essere dell'opera muraria, presentata come annunciato venerdì 24 novembre nei locali del Centro Sociale del quartiere, a circa un mese dalla fine dei lavori avviati sabato 21 ottobre, e seguita da un aperitivo a base di olio novo, sella di San Venanzo e vino, sulle note del trio blues "The Chops". Con la forza dei colori, la torretta riqualificata si fa simbolo della storia elettrica del territorio e restituisce alla collettività una reinterpretazione artistica della figura principe.

"L'intenzione – hanno spiegato i giovani artisti, guidando la lettura dell'opera per una sua corretta decodificazione – era riportare l’attenzione sull’attuale necessità di utilizzare fonti sostenibili, ma anche far leva sulla memoria collettiva in riferimento a Netti e al suo straordinario operato. Il duplice ritratto viene inglobato in quell'idea di dinamismo e movimento messo in moto dall'intuito. E sottolineato dai colori. L'opera è pensata come una vera e propria scultura intorno a cui girare. I fiori rimandano al simbolismo hippie, ma fanno anche riferimento alla vegetazione che ha preso il sopravvento sull'Officina di Sugano".

Coltiva il sogno di vederla sistemata, Valentino Maggi, promotore del progetto di riqualificazione dell'ex Centrale Idroelettrica. "La sua storia – ha detto l'ex consigliere comunale, con un lungo trascorso all'Enel – mi ha sempre affascinato. La mozione con cui chiesi di ripristinare la centrale fu accolta all'unanimità, ma per una serie di motivi non ebbe seguito. Nel 1999 era ancora possibile recuperare qualcosa. Netti fu deputato del Regno d'Italia ed amava Orvieto come la sua città natale. Se non fosse morto così presto all'età di 56 anni, probabilmente avrebbe contribuito a cambiarla. Per onorare il suo genio doveva essere fatto molto di più".

In contatto con l'ultima discendente dell'ingegnere, il ricercatore e studioso Giuseppe Fortunati, membro dell’associazione ViviNarni e autore della gran parte dei materiali che online si trovano su di lui. "L'idea – ha confidato, ripercorrendo con il supporto di un video le tappe salienti della biografia – è quella di realizzare a Narni un piccolo Museo dell'Energia, dedicato all'ingegnere Netti, a fini divulgativo-turistici. La casa natale e il mulino del padre sono già state rimesse a posto. Possiamo lavorare insieme in questa direzione. Speriamo che Netti continui ad illuminare la nostra storia".

Si è detto pronto alla collaborazione tra istituzioni, il sindaco di Orvieto Giuseppe Germani. "Come Amministrazione Comunale – ha ricordato – abbiamo ripreso proprietà del progetto di valorizzazione dell'ex impianto idroelettrico, destinato a diventare Centro di Documentazione per le Energie Alternative, dopo circa dieci anni dall'acquisto del bene che nel 2006 venne inserito nella progettazione del Parco Archeologico Ambientale dell'Orvietano con la prospettiva di utilizzare l'energia prodotta dall’impianto per dare luce alle aree archeologiche. Gran parte di quell'acqua è utilizzata per l'imbottigliamento.

Servono fondi per quasi 500.000 euro. Ad oggi, le priorità sono state altre ma quel sito è inserito in uno dei percorsi pedonali, sull'asse della Via Romea, ed è facilmente raggiungibile. Dopo quest'opera muraria che accende l'attenzione sulla figura di Aldo Netti, dovremmo organizzare un incontro con le scuole di Sferracavallo e, in primavera, un'escursione" come quella promossa da "CamminEsploratori" non più tardi di  domenica 26 novembre. Quando le temperature consentiranno di lavorare all'aperto, poi, vedranno luce anche nuove opere murarie.

L'iniziativa rientra nel progetto portato avanti da "Orvieto Street Art" in collaborazione con l'Amministrazione Comunale ed e-distribuzione che "proseguirà nei prossimi mesi nel comune impegno a favore del decoro urbano, dell’innovazione e della sostenibilità ambientale". I muri che vengono fatti parlare attraverso la street art sono, in prevalenza, quelli di impianti e strutture dislocate sul territorio e messe a disposizione da e-distribuzione per la valorizzazione artistica e culturale delle infrastrutture urbane e la sensibilizzazione sul tema delle energie rinnovabili.

Ma non solo, dal momento che le opere murarie finora realizzate ad Orvieto – una quarantina, in tutto, dal primo dipinto nel 2016 dagli artisti Guerrilla Spam e Hopnn in prossimità del Cippo dei Sette Martiri di Camorena nella ricorrenza dell'eccidio, al termine del progetto scolastico "Strade dell'arte in strada" condotto insieme all'Associazione "Banano Connection" – hanno a che fare con la denuncia sociale così come il legame storico con il territorio. In prospettiva, saranno mappate in formato digitale su un apposito portale.

Così da censire, a colpi di QR Code, il mondo animale raffigurato ad Orvieto Scalo da Stefania Liccardo, insieme alle scene di caccia di Osarella e quelle sportive allo Stadio "De Martino", il "Pesce grande mangia pesce piccolo" di Damiano Olivieri, ospitato nella zona rurale di Corbara, e i 150 metri del muro di contenimento di Osarella dove hanno portato forme e colori Antonio Sciacca, Valerio De Luca, Damiano Olivieri, Nicolò Cedeno, Yohan Musumarra, Rosaria Benini, Alex Senna e Irwinsuimuri. E la "Disobbedienza" su un'abitazione privata, firmata Exit Enter.

Colori, ai piedi della Rupe, per la torretta Enel collocata nei pressi del Ciclodromo che ha fatto da tela per Ache77. Se "La Balena" di Damiano Olivieti nuota nell'Area Spettacoli Viaggianti di Orvieto Scalo, "SOS Orso Polare" realizzata in stile cartoon dall'artista pisana Rame13, lancia un appello per l’ambiente e la sostenibilità dalla facciata della cabina di e-distribuzione di Ciconia. Suoi, ma anche di Manuela Montenero e Miles, i disegni di "Orvieto in Jazz" nella scalata interna del Parcheggio Pluripiano di Via Roma.

Altre scale, quelle adiacenti a Palazzo Crispo Marsciano che da Piazza Marconi portano all'Anello della Rupe, colorate dai lavori della crew "Progeas Family". E ancora i murales all'interno della Fortezza Albornoz fino al sottopasso delle Scuole Elementari di Orvieto Scalo dove ha trovato posto un'originale rivisitazione delle vetrate del Duomo, opera di Rickyboy. Non risparmiata dal colore – e, per la verità, anche dalle critiche – "La Caduta del Diavolo" fermata su un pilone in cemento da Camilla Falsini.

Pubblicato da leo il 30 novembre 2017 alle ore 14:17
complimenti al duo Dom Quix!

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 gennaio

Al Palazzo dei Sette, incontro su "Le ragioni del Classico. Lavoro: quanto, quale, come..."

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Esperienze di terremoti e rinascite a confronto al Palazzo del Popolo

Sisma nel Centro Italia, scosse avvertite anche nell'Orvietano. Evacuate le scuole

Minoranze: "Con Germani sta tornando la 'tela del ragno' fondata sulle clientele e sulla spesa facile"

Arte e Scienza per il weekend all'Unitre

Incontro tra Comune e albergatori. Dagli introiti della tassa di soggiorno, nuova linfa al turismo

Siglato il secondo patto di collaborazione, nuova sede per la Pro Todi e cooperazione per le iniziative culturali

Disperato appello delle famiglie con figli disabili: "La Regione ci aiuti"

La Zambelli Orvieto può contare sulla duttilità di capitan Serena Ubertini

Nuova scuola per il Vannucci, nuovo indirizzo Liceo Musicale del Calvino

Modalità per le donazioni destinate al ripristino dei servizi sanitari danneggiati dagli eventi sismici

Contrasto all'immigrazione clandestina, controlli straordinari interforze in tutta la provincia

Sottoscritto l'accordo di rete per attività formative e di ricerca tra Fondazione per il Csco e Centro Studi Città di Foligno

Carcere di Via Roma, il direttore ribadisce: "Nessuna chiusura"

Forti scosse, il Centro Italia continua a tremare. Chiuse tutte le scuole dell'Umbria

Battuto ogni record. Chiusa la mostra fotografica dedicata ai giovani nel futuro

Niente eolico sul Peglia, InnovaWind Srl non presenta il ricorso

"L'Umbria tra Toscana e Marche". Presentato il rapporto economico sociale 2016-17 dell'Agenzia Umbria Ricerche

Terza edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano in Teverina"

Tajani nuovo presidente del Parlamento europeo, annuncia viaggio nelle zone terremotate

Cecchini riunisce il Tavolo Verde, massimo impegno nelle aree terremotate

RFI, aggiornamento traffico ferroviario post-terremoto

Protezione civile impegnata su doppia emergenza per nuove scosse e maltempo

Verifiche nelle scuole di tutta la provincia. Sindacati: "Disparità di trattamento"

Bando Ccn, pubblicata la graduatoria provvisoria. Orvieto per Tutti: "Un altro passo avanti"

Docenti e Ata di Ipsia e Artistico si dissociano dal documento della discordia

Lo Spazio Pensilina dà il via agli eventi con il Distretto Turistico dell'Etruria Meridionale

Nuovo video per Francesco. Questa volta si "vola" in Toscana

Carcere, prosegue lo stato di agitazione. Il Sappe chiede l'apertura di un tavolo di trattativa

Costantino D'Orazio presenta "Raffaello segreto. Dal mistero della Fornarina alle Stanze vaticane"

Nuove funzioni e deleghe agli assessori di Città della Pieve

La differenziata

Una Zambelli Orvieto indomita smonta il Castelfranco

Libertas Pallavolo Orvieto superata in trasferta da Appignano

Lista Civica Per Fabro con Larocca: "Lontani dai centri del potere"

Emanuele Fiorini (Lega Nord): "Porteremo la questione in consiglio regionale"

Tra intelligenza emotiva ed emozioni intelligenti

"Paese che vai...poesia che incontri", c'è il bando per partecipare all'antologia

Area interna dell'Orvietano, le considerazioni dell'associazione Val di Paglia Bene Comune

Il Lions Club avvia il service per valorizzare il merletto orvietano

Con "Una piccola, grande vita" Zelinda Elmi emoziona San Venanzo

Vetrya Orvieto Basket sconfitta solo nel finale da Atomika Spoleto

Orvietana a bocca asciutta. Piscopiello: "Usciamo da Nocera con qualche rammarico"

Conferenza del Rotary su "Gli affreschi della Cappella del Corporale: una rete di immagini"

Seconda edizione per "Presepi in Vetrina", in sala consiliare la premiazione

L'Albero di Antonia scrive alle istituzioni: "Chiediamo un efficace sistema antiviolenza"

Piazza Ippolito Scalza parzialmente chiusa al transito ancora fino a mercoledì

Caccia, Regione e Consulta venatoria avviano l'iter delle riforme della normativa

Progetto "Incontri in biblioteca: vi racconto una storia" per l'Unitre dell'Alto Orvietano

Semplificazione amministrativa, la Regione lancia la consultazione attraverso la rete

Lunedì di disagi per i pendolari sulla direttissima Orte-Roma

"Per evitare le accuse la Regione persegua una politica seria sui rifiuti"

Il Circolo del Pd tira le orecchie all'amministrazione per il suo immobilismo

Disco verde al progetto definitivo di miglioramento della viabilità interna di Osarella

Da febbraio nuove tariffe per le mense scolastiche. Ecco le modifiche al servizio

Palazzo Monaldeschi: i fondi ritardano, il Comune sollecita

Carnevale Aquesiano, tutti gli appuntamenti in arrivo

Carnevale al Palazzo dei Sette, c'è il "Veglioncino per bambini" della Croce rossa

A Porta d'Orvieto "Realizza il tuo Carnevale". Laboratorio creativo con Alessia Biondi

Fine settimana all'Istituto Agosti per la 23esima edizione di "Scuola Aperta"

Meteo

giovedì 18 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 3.5ºC 52% buona direzione vento
15:00 8.1ºC 70% buona direzione vento
21:00 5.5ºC 95% buona direzione vento
venerdì 19 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.2ºC 96% buona direzione vento
15:00 11.9ºC 82% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 97% buona direzione vento
sabato 20 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 5.1ºC 94% foschia direzione vento
15:00 9.1ºC 74% buona direzione vento
21:00 4.9ºC 95% buona direzione vento
domenica 21 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.0ºC 94% discreta direzione vento
15:00 10.7ºC 69% buona direzione vento
21:00 4.0ºC 92% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni