cultura

Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

mercoledì 15 novembre 2017
di Davide Pompei
Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

Pioggia sì, ma di colori e applausi, nell'autunno-inverno del Teatro Santa Cristina di Porano per il lancio di "Across the Sky", il primo disco dei "Cherries on a Swing Set", registrato e mixato da Paolo Novelli nello Studio Panidea di Alessandria e dedicato "a tutti quelli che si mettono in viaggio", che sia sabato 11 che domenica 12 novembre ha fatto registrare il tutto esaurito nei 150 posti che l'antica chiesa all'entrata del paese, rifunzionalizzata nel 1999, può ospitare. Dieci brani dal vivo – quelli contenuti nel disco, sostenuto anche da una campagna di crowdfunding – e un carrellata dei migliori brani del loro repertorio.

Due ore di sincerità e leggerezza, aperte dall'invito "Allacciate le cinture di sicurezza: il viaggio sta per cominciare" e dalle immagini della loro esperienza all'Italian Festival in Thailandia, presso la Music Hall dell'Università di Bangkok, mescolate a momenti di grande intensità che hanno messo la ciliegina – è il caso di dirlo – sulla torta di un percorso artistico partito nel 2008 e ri-nato come gruppo vocale a cappella, nel quale i primi a crederci sono stati proprio loro: Stefano Benini (basso, beat box), suoi arrangiamenti e direzione artistica, e poi Daniele Batella (tenore), Chiara Dragoni (alto), Sara Paragiani e Veronica Troscia (soprano).

Un rapporto speciale, il loro. Così come, fuori da ogni retorica, è speciale la passione che li lega alla musica. Tanto ardore si riverbera, inevitabilmente, nelle esibizioni, studiate ma in fondo spontanee. Esecuzioni raffinate, le loro, dove la sovrapposizione e l'intreccio delle voci – ora a canone, ora all'unisono – riescono a caricare di suggestioni l'atmosfera. E l'entusiasmo dei cinque acrobati vocali arriva e contagia. Lo fanno, per loro, i brani proposti nel disco e nello spettacolo.

"Una raccolta brillante ma non eterogenea – spiegano – dove stili e generi sono diversi e spaziano dalle hit più originali del momento ('Other People' di LP, 'Stay with Me' di Sam Smith) balzando a brani di grande impatto come 'Eye of the Tiger' dei Survivor fino a 'Un'emozione da poco' di Anna Oxa. Ampio spazio dedicato anche alla canzone d'autore e ad interpreti come Patty Pravo, Mia Martini, Loredana Bertè, fino alla citazione dell'immortale Edith Piaf con la sua 'Je ne regrette Rien'.

Il brano sicuramente più particolare dell'intero lavoro è 'La serpe a Carolina', un'originalissima rielaborazione di un canto napoletano del 1799, una "'ngiuriata" giacobina, dedicata alla Regina di Napoli Maria Carolina". Sul palco, i Cherries introducono i pezzi, accennano coreografie, dedicano "Piccolo Uomo" a ogni grande donna ma sopratutto non si accontentano di cover-izzare altri artisti. Propongono, infatti, due brani di loro composizione: "The Hunting" e "L'Equilibrista".

L'intenzione resta quella di "muoversi nel vasto cielo della musica italiana ed internazionale, alla scoperta delle stelle più belle che illuminano questo firmamento". Dopo "Musica Riva Festival", "Solevoci Varese", "Winter Vocal Festival Pinerolo" e "Festival della Letteratura Mantova", il gruppo di sole voci tornerà presto ad esibirsi a Roma e venerdì 8 dicembre alle 21.15 al Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio.

Il loro concerto, intanto, ha alzato il sipario sulla nuova stagione musicale-teatrale del Teatro Santa Cristina di Porano, realizzata sotto la direzione artistica di Stefano Benini, d'intesa con il Comune di Porano e la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto. Il cartellone prosegue ora domenica 26 novembre alle 17.30 con la Compagnia "L'Incontro" di Porano che porta in scena "Le Fuggitive", commedia brillante diretta e interpretata da Felicita Farina e Viviana Fedeli.

Sabato 9 novembre alle 21 si accende la "Notte Swing", una vera e propria maratona musicale dedicata al Jazz e allo Swing con 08 Trio, Rossella Costa Around Jazz Trio, Love in Portofino. Venerdì 17 dicembre alle 17.30 largo alla Compagnia Teatrale "Favl" di Viterbo con "Menecmo a Neapolis", commedia brillante tratta da "I Menecmi" di Plauto per la regia di Pina Luongo. Venerdì 5 gennaio alle 21 tocca a "Strada facendo", saggio-spettacolo con gli allievi della Scuola di Canto di Stefano Benini accompagnati dalla "Ultimo Secondo Live Band".

Gioca in casa, domenica 7 gennaio alle 17.30, la Compagnia Teatrale "La Batreccola" di Porano che, per la regia di Felicita Farina, porta in scena "Agarbo, signora mia!", uno spettacolo tratto dai piacevolissimi libri di Gianni Marchesini (Zorro Editore) "Sta finestra do' da" (2012), "Mo 'n giorno che è" (2013), "Su e giù dall'ospedale" (2014), "Chiacchiere al mercato" (2015), "Ah pipì!"(2016).

Per ulteriori informazioni e prenotazioni:
328.8141668 – teatrosantacristina@live.it 

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità