cultura

I Clown di Fellini a "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese"

venerdì 16 dicembre 2016
di Davide Pompei
I Clown di Fellini a "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese"

Sono stati i primi circensi italiani ad aver avuto successo nel mercato teatrale e gli ultimi, tra quelli ancora esistenti, ad essere specializzati nel repertorio delle farse. Compagnia, anzi dinastia di clown alla quarta generazione, di loro si accorse Federico Fellini che li volle nelle sue pellicole oniriche. Da "Le notti di Cabiria" (1957) ad "Amarcord" (1973) ma anche "Roma" (1972), "E la nave va" (1983), "Casanova" (1976). Fino al più esplicito "I Clowns" (1970).

Ma il mondo del circo e degli artisti di strada hanno trovato posto, accanto a molte comparse locali, anche ne "La Strada", il film girato, a più riprese dal maestro, a Bagnoregio tra l'ottobre del 1953 e il maggio del 1954, fino al Premio Oscar come Migliore Film Straniero vinto nel 1957. Il legame era già stato onorato in estate con l'originale passeggiata "Fellini a Bagnoregio. Sul set de La Strada". Proprio nel vicino Comune dell'Alto Lazio, i Colombaioni tornano, allora, venerdì 16 dicembre alle 18, per rievocare certe suggestioni e chiudere con l'incanto un pomeriggio di spettacolo – pensata per l'occasione l'esibizione – ed emozioni, portando la loro arte illusoria alla Casa del Vento per "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese".

Questo il titolo dell'iniziativa, in agenda per le 17, realizzata dall’associazione Juppiter con il patrocinio del Comune, che nelle volontà costituisce una "sorta di porta d’ingresso al Natale e ai festeggiamenti di fine anno". Ma anche "un’occasione di condivisione per la comunità locale, nel segno della festa e della bellezza che stanno caratterizzando il lavoro portato avanti". Ad illustrare il cartellone degli eventi in arrivo, saranno i rappresentanti di Pro Loco Bagnoregio, Comitato di Croce Rossa Italiana di Bagnoregio e Lubriano, Agorà e Centro di Studio Bonaventura da Bagnoregio e Music Art. Tra quelli più attesi, la rappresentazione storica della Natività a Civita di Bagnoregio, riconosciuto come uno de "I Borghi più belli d'Italia", che adesso punta a realizzare anche il Presepe Vivente "più bello d'Italia".

Per il secondo anno consecutivo, la sua organizzazione è affidata al Comitato Croce Rossa di Bagnoregio e Lubriano. Cinque, anche stavolta, le date cerchiate in rosso: lunedì 26 dicembre e poi domenica 1, venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 gennaio dalle 16.30 alle 19. Dopo aver concorso all'acquisto di un'autoambulanza, quest'anno i proventi saranno finalizzati a un nuovo mezzo per il trasporto dei disabili motori. Alla Pro Loco, invece, sono affidati gli immancabili "Mercatini di Natale", che dopo il debutto di giovedì 8 dicembre, tornano lungo Corso Mazzini nella giornata di domenica 18 dicembre, proponendo prodotti tipici natalizi e idee regalo artigianali, impreziositi dalla presenza di Babbo Natale e folletti in Piazza Cavour. Music Art presenterà la due giorni di sabato 17 e domenica 18 dicembre con la consegna all'Auditorium Taborra dei regali ai bambini e ragazzi. Agorà e Centro di Studio, infine, illustreranno l’idea che li ha portati a realizzare il recital natalizio in agenda per mercoledì 28 dicembre.

Commenta su Facebook