sociale

Tappa orvietana per "Conoscere gli etruschi: storia e territorio"

lunedì 2 maggio 2016
Tappa orvietana per "Conoscere gli etruschi: storia e territorio"

Arte e storia, ma anche solidarietà al centro dell'iniziativa promossa dalla Fnp Cisl Umbria, dal suo coordinamento delle donne e dall'associazione di volontariato Anteas dai pensionati della Cisl che lunedì 2 maggio hanno attraversato i luoghi-simbolo della città guidati da esperti del calibro di Claudio Bizzarri, Graziella Gasparri, Maddalena Ceino e Andrea Ponzi.

Novantaquattro, i pensionati della Cisl di tutta l'Umbria che hanno aderito all'iniziativa "Conoscere gli Etruschi: storia e territorio" e che, suddivisi in tre gruppi, hanno visitato la Necropoli Etrusca di Crocifisso del Tufo, il Museo Archeologico Nazionale, il Duomo e Orvieto Underground.

Se la Giornata Internazionale della Donna aveva offerto lo scorso 8 marzo l'occasione per riflettere sul ruolo "emancipato" della parte femminile di un popolo come quello etrusco, attraverso la visita perugina, altrettanto simbolica è stata la data della tappa orvietana. A ridosso della Festa del Lavoro, la Fnp Cisl ha voluto presentare un sindacato impegnato anche culturalmente nel recupero e nella valorizzazione del passato come identità.

"Il benessere di una persona - hanno sottolineato la responsabile del coordinamento delle donne della Fnp Cisl Umbria Nerina Antonini Ponti e il presidente regionale Anteas Umbria Gustavo Sciamanna - va ricercato nel suo complesso e quindi nutrendo anche tutti quegli aspetti spirituali e culturali che troppo spesso, in una società sempre di corsa come quella di oggi, passano in secondo piano. Un ringraziamento particolare va all'Anteas di Orvieto per la preziosa collaborazione logistica nell'organizzazione dell'evento".

"Il welfare di una persona, soprattutto se anziana - ha aggiunto Giorgio Menghini, segretario generale regionale dei pensionati della Cisl (nella foto di apertura) - si persegue nella sua completezza. Crediamo in un sindacato impegnato nella socializzazione, nell'aggregazione e quindi anche nella solidarietà.

Non si tratta della prima iniziativa che il sindacato promuove sul territorio orvietano, la risposta avuta è stata ottima da parte di tutta la regione, anche grazie alla collaborazione dei responsabili di zona. Dei 43.000 iscritti, sono 3.800 quelli dell'Orvietano. La visita è stata pretesto per riflettere su temi di grande attualità come il dialogo intergenerazionale, che vede impegnati i pensionati della Cisl nel Festival delle Generazioni di Firenze, e il rapporto di collaborazione con il mondo della scuola".

Il prossimo appuntamento di "Conoscere gli Etruschi: storia e territorio" che fa parte del più ampio progetto presentato dall'Anteas Umbria, approvato e finanziato dalla Regione "Vivere bene per stare bene. Promuovere il benessere della collettività" si terrà prossimamente a Foligno, come motivo di conoscenza, ma anche condivisione e deterrente contro la dilagante e sempre più diffusa solitudine.

Commenta su Facebook