sociale

Orto Medievale di San Giovenale, il Comune attiva la procedura d'intervento del FAI

venerdì 19 giugno 2015
di Davide Pompei
Orto Medievale di San Giovenale, il Comune attiva la procedura d'intervento del FAI

A poche settimane dal convegno "Il riuso di un’area verde urbana a Orvieto: l'orto medievale di San Giovenale", il progetto illustrato in occasione della terza edizione di "Orvieto in fiore" prosegue fiero il suo corso. L'amministrazione comunale ha attivato, infatti, in questi giorni la procedura di richiesta di contributo del FAI nella misura di 30.000 euro, in aggiunta al cofinanziamento di 3.000 euro a carico del Comune che garantirà la manutenzione ordinaria.

Cifre, queste, che consentiranno di avviare gli interventi di recupero, restauro e riqualificazione con l'impianto di colture orticole e arboree, ispirato alla tradizione monastica dell’Hortus Conclusus, e quindi la tanto attesa realizzazione dell'orto medievale. Per la classifica ufficiale pubblicata dal FAI in occasione della settima edizione del censimento "I Luoghi del Cuore", i voti espressi a favore del progetto sono stati 3.123. Anche se, da ulteriori conteggi, risulterebbero essere di più.

In ogni caso, la cittadinanza anche per effetto di un’alta densità di popolazione over 65 e di stranieri, ha manifestato una forte istanza collettiva che riconosce alla zona un'importante valenza aggregativa, sociale e di attività per anziani e giovani oggi riuniti nel Comitato di Quartiere, che sostiene con tenacia il progetto proprio per il valore identitario che assume quel luogo.

Con una superficie di circa 4000 metri quadri, l'area verde di proprietà comunale – posta sul ciglio della Rupe all'estremo lembo del pianoro antistante la Chiesa di San Giovenale ed esposta a nord-nord-est – costituisce l'unico spazio verde pubblico della zona, interessata finora solo da interventi di ordinaria manutenzione quali il taglio dell’erba e la rimozione di residui urbani e, per mancanza di risorse, non ancora consegnata pienamente ad Orvieto.

Di qui, l’istanza di riaprire una volta per tutte il cancello di quell'area preservandolo e presidiandolo come patrimonio prezioso per la sostenibilità della città. "Un bene da riqualificare con interventi di tipo agronomico per la valorizzazione delle peculiarità naturalistiche e paesaggistiche che lo contraddistinguono – è scritto nel progetto – anche al fine di fornire un modello di intervento ambientale e socio-culturale per stimolare partecipazione e aggregazione a scopo sociale, didattico e terapeutico nonché di integrazione etnico-culturale con nuovi ponti di cultura tra generazioni, abilità diverse ed etnie conviventi".

Tra gli obiettivi anche la promozione dell'orticoltura urbana come occasione di confronto e scambio in relazione alle diverse tipicità territoriali e tradizioni agricole rappresentate dalle diverse componenti etniche e generazionali. E poi la diffusione della "cultura del verde" per migliorare gli stili di vita, valorizzare il paesaggio come bene culturale con importanti ricadute in termini di sviluppo turistico. E, in collaborazione con la scuola, la funzione di percorso didattico per trasmettere indirizzi e stimoli alternativi al consumo.

Nessuna opera muraria, ma tecniche di ingegneria ambientale e sistemi che prevedono la suddivisione armonica degli spazi in base a forme geometriche simboliche del legame uomo-natura-universo. Un luogo dello sguardo e dello spirito – fruibile dalla comunità locale e da inserire nei percorsi turistici come nuova attrattiva del quartiere medievale – dove natura, devozione, lavoro e arte dell’uomo convivono.

"L’intervento che l’Amministrazione Comunale ha presentato al FAI attraverso il progetto dell’Orto Medievale di San Giovenale – spiega il sindaco Giuseppe Germanivuole essere un modello nuovo di azione che accoglie le istanze della comunità locale e del terzo settore coinvolgendo queste importanti risorse. Le aree verdi della città sono uno dei tanti segni della storia dell’uomo, e uno dei più rappresentativi esempi del suo interagire con la natura, anche in ambito urbano.

La direzione dei lavori è affidata all'Ufficio Tecnico del Comune, che si è fatto promotore del progetto, curato dall'ingegner Mario Angelo Mazzi, grazie al successo ottenuto da questa proposta nell’ambito dell'iniziativa del FAI. L’obiettivo è far conoscere e conservare il più possibile la memoria degli orti urbani, la cui fruizione va recuperata e riconsegnata socialmente e culturalmente alla collettività per radicare la coscienza della necessità di vivere quotidianamente il verde, di mantenerlo e presidiarlo".

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 settembre

Democrazia e libertà in pericolo a causa delle ingiustizie

Il Trofeo Agricola Zambelli torna nelle mani di Orvieto

Il mio paese

Complimenti dal Canada per Francesco Barberini. A breve, nuovo video sul Monte Rufeno

Attendo la voce di lei

Un giorno, una rosa

La pace

Orvieto Fc. Dopo l'esordio in campionato, ecco le prossime iniziative stagionali

Olimpieri: "Sindaco Germani, diserta l'incontro con una corrente Pd su sanità e sociale"

Campitello - Orvietana gara al cardiopalma, pari e tanti gol

La sfida di Viterbo: ''Le Olimpiadi? Le organizziamo noi''

Franco Pilato presenta il libro "Una rosa...rinascerà"

Dalla Regione oltre 153 mila a sostegno della genitorialità

Porte aperte a Palazzo Coelli. La Fondazione Cro rinnova al pubblico l'Invito a Palazzo

Azzurra Ceprini Orvieto. Amichevole sottotono per le biancorosse

Monteleone accoglie immigrati. Pd: "Avviamo un coordinamento comune con le altre amministrazioni"

Week-end di sangue sulle strade. Consap: "Si rifletta sulla soppressione dei presidi della polstrada"

I turisti scelgono il Monte Peglia. La soddisfazione del sindaco Marinelli

Confetti rossi per Jessica Federico. All'Unitus il primo detective è di Orvieto

Maledetti toscani

Senso unico alternato su tre provinciali dell'Orvietano. Lavori anche lungo la Bagnorese

Pronto riscatto per la Vetrya Orvieto Basket

Geotermia, Brega torna sul territorio per dialogare con i cittadini

Come scegliere il percorso universitario? Tre consigli per i neodiplomati interessati al Diritto

Giornata di studi su "Il Duomo e l'Opera del Duomo di Orvieto all'inizio del Duemila"

Decima seduta del 2016 per il consiglio comunale. In 23 punti l'ordine del giorno

La Zambelli Orvieto arricchisce la sua bacheca e prepara altre verifiche

Luca Tomassini entra nel Comitato Leonardo: "Il gruppo Vetrya, promotore della qualità italiana nel mondo"

Legge 40, Eutanasia, Ricerca. A Orvieto il decimo congresso dell'associazione Luca Coscioni

'Orvieto con gusto' si veste d'autunno. Al via da sabato l'edizione n. 14

Nasce "Comune di Orvieto nel WeekEnd". Protesta creativa e disservizi della P.A.

Venerdì al Palazzo dei Sette la presentazione del Comitato Rivoluzione Cuperlicana

Concerto di pianoforte per l'inaugurazione del X Congresso dell'Associazione Luca Coscioni

Giornate del Patrimonio, Invasioni digitali e...la Compagnia delle lavandaie della Tuscia

Via Romea Germanica, grazie a tutti

Approvato il bilancio di previsione del Comune di San Venanzo

Pasti non consumati nelle mense a favore del canile municipale di Orvieto. Con interrogazioni bipartisan il caso arriva in Parlamento

Fissate le date per l'apertura della caccia al cinghiale. Si inizia il 3 ottobre

Al via il quarto torneo Telematica Italia. Due giorni di grande basket al PalaPorano

CSCO: intervista a Tim de Noble, Professor and Dean Kansas State University. Una collaborazione che potrebbe estendersi

L'ordinanza per la viabilità

Lettera al dirigente Gaudino 2

Giornata Europea del Patrimonio, a San Venanzo visite guidate al Museo e al Parco Vulcanologico

Tiberi (Fdi) presenta un'interrogazione sulla SP 54

Sabato giornata di mobilitazione cittadina per dire no alla soppressione del tribunale

I giovani e la cittaslow che vorrei. Domenica, la presentazione dei risultati dell'esperienza di scambio Orvieto-Levanger

Trecento cavalli all'ombra del Duomo per il 42esimo equiraduno nazionale della Fitetrec-Ante

L'ordinanza per la viabilità

Nuove nomine in Curia. E' monsignor Antonio Cardarelli il vicario generale della diocesi di Orvieto-Todi

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni