sociale

Orto Medievale di San Giovenale, il Comune attiva la procedura d'intervento del FAI

venerdì 19 giugno 2015
di Davide Pompei
Orto Medievale di San Giovenale, il Comune attiva la procedura d'intervento del FAI

A poche settimane dal convegno "Il riuso di un’area verde urbana a Orvieto: l'orto medievale di San Giovenale", il progetto illustrato in occasione della terza edizione di "Orvieto in fiore" prosegue fiero il suo corso. L'amministrazione comunale ha attivato, infatti, in questi giorni la procedura di richiesta di contributo del FAI nella misura di 30.000 euro, in aggiunta al cofinanziamento di 3.000 euro a carico del Comune che garantirà la manutenzione ordinaria.

Cifre, queste, che consentiranno di avviare gli interventi di recupero, restauro e riqualificazione con l'impianto di colture orticole e arboree, ispirato alla tradizione monastica dell’Hortus Conclusus, e quindi la tanto attesa realizzazione dell'orto medievale. Per la classifica ufficiale pubblicata dal FAI in occasione della settima edizione del censimento "I Luoghi del Cuore", i voti espressi a favore del progetto sono stati 3.123. Anche se, da ulteriori conteggi, risulterebbero essere di più.

In ogni caso, la cittadinanza anche per effetto di un’alta densità di popolazione over 65 e di stranieri, ha manifestato una forte istanza collettiva che riconosce alla zona un'importante valenza aggregativa, sociale e di attività per anziani e giovani oggi riuniti nel Comitato di Quartiere, che sostiene con tenacia il progetto proprio per il valore identitario che assume quel luogo.

Con una superficie di circa 4000 metri quadri, l'area verde di proprietà comunale – posta sul ciglio della Rupe all'estremo lembo del pianoro antistante la Chiesa di San Giovenale ed esposta a nord-nord-est – costituisce l'unico spazio verde pubblico della zona, interessata finora solo da interventi di ordinaria manutenzione quali il taglio dell’erba e la rimozione di residui urbani e, per mancanza di risorse, non ancora consegnata pienamente ad Orvieto.

Di qui, l’istanza di riaprire una volta per tutte il cancello di quell'area preservandolo e presidiandolo come patrimonio prezioso per la sostenibilità della città. "Un bene da riqualificare con interventi di tipo agronomico per la valorizzazione delle peculiarità naturalistiche e paesaggistiche che lo contraddistinguono – è scritto nel progetto – anche al fine di fornire un modello di intervento ambientale e socio-culturale per stimolare partecipazione e aggregazione a scopo sociale, didattico e terapeutico nonché di integrazione etnico-culturale con nuovi ponti di cultura tra generazioni, abilità diverse ed etnie conviventi".

Tra gli obiettivi anche la promozione dell'orticoltura urbana come occasione di confronto e scambio in relazione alle diverse tipicità territoriali e tradizioni agricole rappresentate dalle diverse componenti etniche e generazionali. E poi la diffusione della "cultura del verde" per migliorare gli stili di vita, valorizzare il paesaggio come bene culturale con importanti ricadute in termini di sviluppo turistico. E, in collaborazione con la scuola, la funzione di percorso didattico per trasmettere indirizzi e stimoli alternativi al consumo.

Nessuna opera muraria, ma tecniche di ingegneria ambientale e sistemi che prevedono la suddivisione armonica degli spazi in base a forme geometriche simboliche del legame uomo-natura-universo. Un luogo dello sguardo e dello spirito – fruibile dalla comunità locale e da inserire nei percorsi turistici come nuova attrattiva del quartiere medievale – dove natura, devozione, lavoro e arte dell’uomo convivono.

"L’intervento che l’Amministrazione Comunale ha presentato al FAI attraverso il progetto dell’Orto Medievale di San Giovenale – spiega il sindaco Giuseppe Germanivuole essere un modello nuovo di azione che accoglie le istanze della comunità locale e del terzo settore coinvolgendo queste importanti risorse. Le aree verdi della città sono uno dei tanti segni della storia dell’uomo, e uno dei più rappresentativi esempi del suo interagire con la natura, anche in ambito urbano.

La direzione dei lavori è affidata all'Ufficio Tecnico del Comune, che si è fatto promotore del progetto, curato dall'ingegner Mario Angelo Mazzi, grazie al successo ottenuto da questa proposta nell’ambito dell'iniziativa del FAI. L’obiettivo è far conoscere e conservare il più possibile la memoria degli orti urbani, la cui fruizione va recuperata e riconsegnata socialmente e culturalmente alla collettività per radicare la coscienza della necessità di vivere quotidianamente il verde, di mantenerlo e presidiarlo".

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 dicembre

"Far Web. Odio, bufale, bullismo. Il lato oscuro dei social" nel saggio di Matteo Grandi

Todi Magic Christmas. Tra luci e musica, il Natale dà spettacolo

Lectio Magistralis di Gianrico Carofiglio su "La Ribellione della Bellezza"

Taglio del nastro (arancione) a Palazzo dei Sette per la sede di Cittaslow International

Due incidenti stradali in due giorni

Ad "Arti e Mestieri Expo" vetrina natalizia per i prodotti della Tuscia

L'Istituto Agrario guarda al futuro. Cotarella all'inaugurazione della Cantina Didattica

Il Lions Club per il Merletto Orvietano. Catalogo generale e mostra tematica a Palazzo Coelli

"Sicurezza, Cittadini, Territorio" incontro con il Sottosegretario Bocci

Vetrya Orvieto Basket ospita la Favl per la prima di ritorno

"Prendere a Cuore" per favorire la prevenzione e la riabilitazione dei malati cardiopatici

"Imago VV". A Palazzo Coelli la presentazione del volume di Alberto Satolli

Per Maria Elena

Umbria al vertice del rapporto Istat su servizi prima infanzia

Fondo Beato Giacomo Villa, si conferma anche quest'anno

Open Day all'Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "Bruno Marchino"

Precetto militare interforze nella Chiesa Cattedrale di San Lorenzo

Scuola aperta per tutti, l'Istituto "Dalla Chiesa" si mette in vetrina

Sportello UnitusJob, il ponte tra laureati e mondo del lavoro

I progetti presentati al V Premio Simonetta Bastelli esposti alla Mostra Internazionale di Architettura del Paesaggio

Chiuso in entrambe le direzioni il tratto della Strada Statale 685 delle Tre Valli Umbre

"Natale in Musica 2017". Eventi e concerti dal 16 dicembre 2017 al 28 gennaio 2018

Old Rock City Orchestra in gara su "Classic Rock Italia", come votare

"Salva la tua lingua locale", Rita Santinami tra i sette finalisti del concorso

"Tanti Lati Latitanti" al Lea Padovani. Viaggio nelle relazioni con Ale e Franz

Le giornate del merlo

La Zambelli Orvieto lotta, soffre e vince, battendo in trasferta il Club Italia

La Fidapa - Bpw Italy guarda al nuovo anno. A Orvieto, l'Assemblea del Distretto Centro

Trasferta a Villa Giulia per l'Ecomuseo del Paesaggio degli Etruschi

Il fascino nascosto di "Bagnoregio Underground". Conferenza e mostra a Palazzo Alemanni

I Clown di Fellini a "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese"

Notti sul ghiaccio alla Fonte del Rigombo, si pattina con "Acquapendente On Ice"

"Lavandaia Day" in compagnia della Compagnia delle Lavandaie della Tuscia

Fumo bianco a "Le Crete", cittadini in allerta

Unitus, Beni Culturali restaura il Fonte Battesimale del Duomo di Viterbo

La Zambelli Orvieto assalta la prima posizione ospitando la Teodora Ravenna

Servizi alla sanità. Confindustria conferma presidente Nardi Schultze, Mazzocchini nel direttivo

"Stradabilia (prove tecniche per un festival di artisti di strada)". Musica con Rossella Costa Trio

In attesa di che

Inaugurato il Nucleo Alzheimer, "modello da esportare ed estendere in Umbria"

"Tu sei Bambino!". Doppio concerto per i cori parrocchiali di Montecchio e Guardea

Babbo Natale a Piazza degli Aceri, festa con l'associazione Ciconiaviva

Vetrya: l'Università della Tuscia presenta i lavori del programma "Semestre in Azienda"

Forestale alla discarica. SAO: "Solo vapore acqueo"

Un re folle

Dopo Orvieto, Voyager fa tappa anche a Viterbo

Orvieto e Perugia insieme per la candidatura unitaria della "Spur - Città Etrusche" al Patrimonio Unesco

Tredicesima seduta del consiglio comunale. In otto punti l'ordine del giorno

"Sacro e Profano". Sergio Canonici espone alla Torre dei Monaldeschi

La Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi" si fa salotto per "Le Streghe"

Al Concerto di Natale alla Camera dei Deputati vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma

Giornata di solidarietà per i più piccoli a San Pellegrino di Norcia

"Natale al Fanello". Musica e danza, aspettando Babbo Natale al mercato straordinario

A Orvieto Scalo si inaugura "La Natività dei Giardini"

Sonorità argentine a Palazzo dei Sette, anteprima per "Orvieto Tango Festival"

In mostra a Civitella del Lago due rarissime stampe ritraenti Orvieto e Amelia

"Sfilata e Aperi....Piero (Aperitivo)...e Tanto Altro"

Le labbra, mio Dio, l'aspide

Al Muzi, l'Orvietana ritrova la Clitunno

Raccolta differenziata, Orvieto balza dal 44% del 2014 al 70%