sociale

"Sogni di Autori Vari". Parte il progetto finanziato dalla Fondazione CRO dedicato a ragazzi e ragazze con diversa abilità

martedì 18 ottobre 2011
di M.R.
"Sogni di Autori Vari". Parte il progetto finanziato dalla Fondazione CRO dedicato a ragazzi e ragazze con diversa abilità

Presso la sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto è stato presentato questa mattina, il progetto "Sogni di Autori Vari" destinato a potenziare l'offerta delle attività per il tempo libero rivolte a ragazzi e ragazze con diversa abilità residenti nella Zona Sociale 12 dell'Orvietano.

Al progetto hanno lavorato, in sinergia fra loro, numerosi soggetti ed enti no-profit quali: l'Associazione culturale "Adriano Casasole", le Associazioni di volontariato "Andromeda" e "Afhco", l'Associazione nazionale pedagogisti clinici "Anpec" Umbria, l'Associazione psicomotricisti funzionali "ASPIF" Umbria, l'Associazione di promozione sociale "La città di tutti", la Cooperativa sociale "Il Quadrifoglio", la Cooperativa "San Patrizio" con il Centro socio-riabilitativo "Il Girasole", l'Associazione di promozione sociale "UISP Orvieto" e il Liceo artistico e Liceo classico di Orvieto; con la collaborazione del Comune di Orvieto / Assessorato alle Politiche Sociali.

Ad illustrare il progetto, le finalità, e le motivazioni che hanno spinto la Fondazione a sostenerne economicamente la fattibilità, Vincenzo Fumi, Presidente della Fondazione CRO, Massimo Rosmini, vice sindaco e assessore alla Sanità e Politiche Sociali, Adolfo Ciardiello, segretario generale della Fondazione CRO, i rappresentanti degli enti che compongono il coordinamento e la responsabile del progetto Barbra Pasquini che ha sottolineato come "la metodologia innovativa che sta alla base del progetto, ovvero l'approccio multidisciplinare e la variegata equipe che curerà i laboratori (insegnanti di musica, esperti in materie artistiche e pedagogiche, educatori professionali), proprio per questa compartecipazione delle più attive realtà territoriali in ambito socio-educativo e artistico, rappresenta una elevata potenzialità".

Scopo del progetto è il potenziamento dell'offerta delle attività per il tempo libero rivolte a ragazzi e ragazze con diversa abilità residenti dell'orvietano. Integrazione e socializzazione. Sviluppo delle capacità cognitive, affettive e relazionali. Ma anche vivere il piacere della creatività come mezzo di relazione; aumentare la consapevolezza di sé; sviluppare la capacità di esprimere emozioni; acquisire nuovi apprendimenti.
Gli interventi saranno finalizzati a favorire lo sviluppo delle capacità cognitive, affettive e relazionali attraverso i canali espressivi della musica, del movimento e della pittura; non secondari sono gli obiettivi di sperimentare la creatività come mezzo di relazione e di vivere con piacere l'incontro con gli altri all'insegna del "fare insieme".

In particolare, sarà curato l'aspetto dell'attività di documentazione del progetto; azione diretta e realizzata da docenti e studenti del liceo d'arte che inoltre interverranno come partecipanti. I beneficiari dell'iniziativa sono: 22 persone con disabilità, 60 loro famigliari (genitori e figli/fratelli o sorelle), 40 ragazzi e ragazze frequentanti la scuola secondaria superiore.

Nel presentare il nuovo progetto della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto in campo sociale, il Presidente della Fondazione Vincenzo Fumi ha evidenziato come "la Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, da sempre impegnata nel sostegno delle istanze provenienti dalle categorie deboli della popolazione mediante iniziative che si basano su temi fondamentali quali la solidarietà, l'integrazione ed il rispetto dei diritti della persona, ha aderito nel corso del 2011 al progetto promosso dall'Associazione Andromeda ‘Sogni di autori vari'.

Il progetto, rivolto a ragazzi e ragazze diversamente abili residenti nell'ambito territoriale di Orvieto, si propone di ampliare l'offerta delle attività per il tempo libero, dando priorità a tutti coloro che non risultano essere stati inseriti in programmi socio-educativi e assistenziali o nei servizi sociali pubblici del territorio. Gli scopi sono quelli di favorire, con l'impiego di personale qualificato, la socializzazione dei ragazzi ed una maggiore integrazione attraverso lo sviluppo delle capacità cognitive, affettive e relazionali mediante i canali espressivi del movimento, della pittura e della musica; usare la creatività come mezzo di relazione cercando così di far aumentare la consapevolezza di loro stessi sviluppando le proprie capacità di esprimere emozioni. Va sottolineato, inoltre, che il progetto promosso dall'Associazione Andromeda si pone anche l'obiettivo di aumentare la qualità della vita delle famiglie con figli diversamente abili, migliorando il benessere psicofisico dei ragazzi attraverso la creazione di luoghi finalizzati all'integrazione sociale e sviluppando così le loro capacità di autonomia nel frequentare spazi esterni all'ambito familiare.

Nel perseguire tali obiettivi il progetto si avvale del sostegno e della collaborazione dell'Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Orvieto, dell'Associazione Musicale 'Adriano Casasole' e del Liceo Artistico e Classico della città di Orvieto. 'Sogni di autori vari' è uno dei diversi progetti rivolti alle categorie deboli della popolazione che la Fondazione ha deciso di sostenere in un momento in cui gli Enti locali, a causa dei tagli dovuti alla crisi, hanno maggiore difficoltà nel finanziare gli interventi in campo sociale.

La Fondazione non può sostituirsi al pubblico ma è proprio in questo momento così difficile che ha deciso di aumentare il proprio impegno, tramite i propri settori d'intervento dell'Istruzione e del Volontariato, verso le esigenze che provengono dal mondo dei giovani e delle categorie sociali deboli della popolazione, mediante un maggiore sostegno alle scuole, ai corsi professionali ed ai progetti in favore delle famiglie per una più ampia integrazione sociale".

"Siamo grati alla Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto - ha detto il V. Sindaco e Assessore alla Politiche Sociali Massimo Rosmini - per il sostegno determinante a questo progetto che è già entrato nella fase operativa. Come Comune abbiamo cercato di interpretare l'impegno della Fondazione cercando di presentare progetti credibili con interlocutori affidabili. In questo modo possiamo guardare con maggiore fiducia al futuro. Particolarmente importante è la metodologia che è stata seguita: quella di mettere insieme tutti i soggetti già attivi nel settore sociale e della disabilità invitandoli a lavorare insieme per far nascere una collaborazione proficua e duratura nel tempo. E' una sfida che certamente produrrà dei risultati verso i quali apriamo un credito per il futuro. da parte sua, il Comune di Orvieto mette a disposizione la logistica, l'Ufficio di Cittadinanza e i propri dipendenti, ma anche la Scuola Comunale di Musica che si apre essa stessa ad una frontiera nuova che è quella del sostegno alla disabilità. Il Comune di Orvieto sarà vigile su tutele fasi di attuazione del progetto per assicurarne la buona riuscita".

Apprezzamento per la scelta della Fondazione CRO e condivisione della metodologia di approccio al progetto che è stata seguita, sono stati espressi dalla rappresentante dell'Associazione "Andromeda" Sig.ra Anna Rita Frizza che ha affermato: "Il progetto ‘Sogni di autori vari' racchiude in sé gli obiettivi per i quali nel 2006 è nata la nostra associazione, cioè la promozione di azioni volte a valorizzare le molteplici potenzialità delle persone disabili. Per questo siano grati alla Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto che lo sostiene".

Il presidente della Cooperativa Sociale "Il Quadrifoglio" Andrea Massino ha sottolineato un tratto specifico del progetto: "sono favorevolmente colpito per come esso è nato ed è stato costruito. Infatti il progetto è il risultato di una collaborazione a più voci. Una azione e una sperimentazione nuova che si concretizza in una fase di grande difficoltà laddove dai 2 miliardi di euro di tre anni fa, gli stanziamenti per il sociale sono scesi quest'anno per in tutta Italia a 170 milioni di euro. Il fatto di mettere in campo formule diverse per affrontare i problemi e si sostengano insieme percorsi comuni quando le risorse sono scarse, è senza dubbio un fatto nuovo che merita di essere evidenziato".

"Sogni di autori vari" - Il progetto e le modalità di accesso ai corsi

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 novembre

Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

"Stop discarica". Assemblea pubblica al Centro Anziani di Ciconia

Il Comitato Civico per il Diritto alla Salute-Art.32 chiede un'adeguata risposta sanitaria

La rosa, le spine

Motore in avaria, aereo rientra in aeroporto: paura per famiglia orvietana

Ramona Aricò ci crede ed incoraggia la Zambelli Orvieto

"Gli Etruschi parlano". Presentato a Paestum il progetto in realtà aumentata

Non applicazione della quota variabile della Tari alle pertinenze

"Le città del futuro", anche Vitorchiano a Montecitorio

A "Cuochi d'Italia", Valentina Santanicchio si aggiudica la vittoria sul Veneto

Danza e teatro, al Boni "Tempesta" e "La Giara. Un meraviglioso regalo"

A Villa Umbra, gli stati generali su scuola e sistema di istruzione e formazione professionale

Accattonaggio molesto, CasaPound avvia una raccolta di firme

Accesso ai bandi europei, si rafforza la collaborazione tra scuola ed Anci Umbria

"Legalità, mi piace". Oltre 300 studenti delle superiori partecipano all'evento di Confcommercio

False "Catene di Sant'Antonio" di WhatsApp. L'appello di Polizia Postale e Sportello dei Diritti

Il questore di Terni in visita al Comune di San Venanzo

Il Comune stanzia 116.000 euro per asfaltature e installa pannelli luminosi con limiti a 50 km/h

Lotta al tumore al pancreas, il Comune s'illumina di viola

Via ai lavori di pavimentazione sulla strada statale 205 "Amerina"

Civita di Bagnoregio e Gubbio, due casi di studio per Orvieto

Weekend intenso per l'Orvieto FC. Esordio in campionato per i Giovanissimi

Giornata dei Diritti dell'Infanzia, l'artista Salvatore Ravo realizza un murale per la Festa dell'Albero

Nuova ondata di furti, impegno congiunto tra istituzioni e carabinieri

Alessandro Carlini presenta "Partigiano in camicia nera. La storia vera di Uber Pulga"

Due giorni di appuntamenti per la sesta edizione per "Olio diVino"

La "Festa dell'Olio" di Montecchio compie 42 anni

A 12 anni dalla scomparsa, Orvieto ricorda Padre Chiti. Il programma delle celebrazioni

Dal Bianconi al Rivellino, piovono spettacoli nella Tuscia dei teatri

Le ragioni del No. Incontri a Orvieto, Acquapendente e Castel Giorgio

La Fondazione per il Csco è di nuovo accreditata quale agenzia formativa presso la Regione

Al Teatro dei Calanchi è di scena "Abdullino va alla guerra"

Bandiera verde a "Il Secondo Altopiano", qualità e impegno quotidiano per l'agricoltura naturale

Alessandro Benvenuti torna al Boni da protagonista con lo spettacolo "Chi è di scena"

Approvata la convenzione per istituire l'Ufficio speciale ricostruzione post sisma 2016

La Scuola dell'Infanzia di Pantalla dedica un'aula alla "maestra Barbara"

Le eccellenze dell'Umbria in vetrina alla Borsa internazionale del turismo enogastronomico

Iniziati i lavori alla scuola di Giove, 205 studenti trasferiti a Guardea e Penna in Teverina

Psr 2014-2020, operativi i cinque Gal dell'Umbria, a disposizione 32 milioni di euro per sviluppo locale

XXXIV Trofeo delle Regioni, convocati otto nuotatori della Uisp Orvieto Medio Tevere

Geotermia, chiesto un incontro al Mise. Nevi: "L'Umbria non ha bisogno di rinvii"

Geotermia, il centrosinistra si spacca. Fiorini: "Giunta e seguaci hanno già deciso"

Scuola, approvato il Piano provinciale offerta formativa e programmazione 2017-2018

Undicesima seduta del 2016 per il consiglio comunale. In 23 punti l'ordine del giorno

A Ficulle torna "Olio diVino". Due giorni di degustazioni, musica e convegni

Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

Geotermia al Bagnolo. Ambientalisti cauti: "C'è poco da esultare"

Cambio al vertice della Cro. Comitato risparmiatori: "Disponibili al confronto"