sapori

Allerona, teatro della qualità enogastronomica grazie a "Vineando"

martedì 15 ottobre 2019
Allerona, teatro della qualità enogastronomica grazie a "Vineando"
"Vineando è stata e sarà una manifestazione volta ad esaltare prodotti enogastronomici regionali". C'è soddisfazione ad Allerona all'indomani della prima edizione della tre giorni che da venerdì 11 a domenica 13 ottobre ha portato in uno de "I Borghi più belli d'Italia", affacciato in posizione panoramica sulle terre di Umbria e Toscana, molti curiosi.

Sei le cantine che hanno partecipanto in rappresentanza di altrettante regioni: la Cantina Galassi in rappresentanza delle Marche, la Settesoli per la Sicilia, la Cantina Vignaioli del Morellino di Scansano per la Toscana, la Fontezoppa per le Marche, il Batasiolo per il Piemonte e la Cantina Famiglia Cotarella in rappresentanza del Lazio.
 

Le degustazioni dei vini a favore dei tanti intervenuti hanno riscosso un enorme successo grazie sicuramente all'elevata qualità del prodotto ma anche al grandioso lavoro degli organizzatori che hanno saputo sfruttare al meglio le caratteristiche del meraviglioso borgo umbro, rinato intorno al 1600 dopo che Carlo VIII di Francia lo aveva distrutto mentre era diretto alla conquista del Regno di Napoli.
 
Ecco allora che, grazie ai tanti che hanno lavorato a questo progetto, le strette viuzze si sono vestite di colori caldi ed accoglienti rendendo l'atmosfera particolarmente suggestiva. I luoghi delle degustazioni, molto ben organizzati, hanno rappresentato dei veri punti di incontro dove la gente ha potuto socializzare immersa tra profumi di antiche tradizioni. 

 
Dei giovani professionisti di settore, provenienti dalla Scuola Alberghiera, sono stati messi a disposizione in ogni punto degustativo per delucidazioni, chiarimenti e qualsivoglia approfondimento. Insieme ai vini la degustazione ha compreso anche l'assaggio di prodotti tipici della stessa regione di provenienza.
 
Alici di Sciacca e formaggio ragusano per la Sicilia; pecorino romano e spianata per il Lazio; finocchiona e pecorino DOP per la Toscana; culatello e grana con 36 mesi di stagionatura per l'Emilia Romagna; due qualità di toma per il Piemonte; ciauscolo e salame marchigiano per le Marche. Una bella manifestazione, insomma, seppure al suo esordio, che ha riscosso un enorme successo.

 
Gli organizzatori ringraziando tutti coloro che sono intervenuti all'evento e ci tengono a sottolineare che tutto ciò è stato possibile solo ed esclusivamente grazie al coinvolgimento, in questo progetto, di tutte le forze Associative presenti nel Comune di Allerona (Romeo Menti, GAS, Suoni di Villalba, ACD, Avis, pro loco Allerona e Comitato festeggiamenti Allerona Scalo), Comune in testa.


 
A riprova del pensiero della scrittrice statunitense sordo-cieca Helen Keller - "Da soli possiamo fare così poco, insieme possiamo fare così tanto" - si può certificare che l'organizzazione puntuale e perfetta di "Vineando 2019" ne è stata una esemplare dimostrazione.







 

Commenta su Facebook