politica

Consenso al Pd su sostegno alle frazioni e gestione diretta dei servizi turistici e culturali

sabato 22 aprile 2017
Consenso al Pd su sostegno alle frazioni e gestione diretta dei servizi turistici e culturali

Maggioranza unità e consenso bipartisan sulle proposte del Partito democratico presentate nella seduta dell’ultimo Consiglio Comunale che ha portato all’approvazione del bilancio di previsione del Comune di Orvieto che, di fatto, toglie l’amministrazione della città dalle sabbie mobili del predissesto. Un dato politico che evidenzia la concretezza e l’esigenza popolare delle azioni che in questi anni il Pd ha sostenuto e racchiuso in uno schema di programma sul quale nei prossimi mesi si misurerà l’attività dell’amministrazione comunale.

Ad ottenere l’unanimità del consiglio è stato l’emendamento presentato dai Consiglieri del Pd, finalizzato alla variazione di partite di Uscita/Spese sul Bilancio di previsione 2017/2019 da destinare alla manutenzione ordinaria sul patrimonio immobiliare del Comune dislocato nelle frazioni (centri di aggregazione sociale di Canale, Morrano, Fossatello e Colonetta di Prodo) anziché ai Servizi istituzionali e generali.

Un atto diretto alla necessità di risolvere diverse problematiche rappresentate dagli abitanti delle frazioni orvietane nell’ottica di migliorare il sistema dei servizi e delle infrastrutture che rendono funzionale ed efficace l’azione del Comune sull’intero territorio.

Altrettanto importante è stato il voto, senza espressioni contrarie pervenute dalle minoranze, sulla risoluzione presentata sempre dai consiglieri del Pd, in merito alla gestione diretta dei servizi turistici e culturali. Anche questo un evidente segnale di quanto sia fondamentale, per risolvere alcune delle problematiche cittadine più attuali, un lavoro di condivisione con l’intero consiglio comunale come proposto dalla segreteria del Pd orvietano.

La risoluzione approvata impegna l’amministrazione e il sindaco a “Predisporre tutte le azioni e gli atti necessari affinché la conduzione riguardante tutte le attività e tutti gli asset come: le politiche turistiche e dell’accoglienza turistica, culturale, del decoro, del recupero crediti e comunque di tutti i servizi dati all’esterno, vengano riportati sotto la responsabilità e la gestione diretta dell’Amministrazione”.

E in aggiunta a “Prodigarsi, per quanto di sua competenza, per la concretizzazione dell’Accordo di Programma tra Comune di Orvieto, Regione Umbria ed il Governo relativo a: politiche socio-sanitarie; politiche ambientali e chiusura del ciclo rifiuti; politiche delle infrastrutture a partire dal finanziamento del secondo stralcio della Complanare entro il 2018; valorizzazione delle politiche turistico-culturali e finanziamento del “Distretto Turistico Culturale integrato dell’Etruria meridionale” istituto con Decreto Ministeriale (Ministero dei Beni e Attività Culturali) in data 30 giugno 2016, nei tempi già individuati”.

Disco verde al bilancio di previsione 2017/2019. Ampia discussione in consiglio

Commenta su Facebook