politica

La relazione di Barbabella

venerdì 17 maggio 2013

Orvieto 2014. Per un Patto Civico
(Incontro stampa COVIP 16 maggio 2013)

Orvieto, come l'Italia, si è cacciata in un tunnel. All'origine non ci sono i fatti del 2009, perché tutto è cominciato prima, con le lotte di fazione. Non quelle medievali, che avevano comunque una patina di nobiltà, ma quelle del periodo post seconda guerra mondiale, che si sono proiettate fino ai giorni nostri. Lotte deleterie: hanno distrutto risorse, legami, prospettive e speranze. Ma, mentre nel periodo della guerra fredda potevano avere un fondamento storico, dopo hanno perso ogni giustificazione e sono diventate solo lotte di potere senza prospettive.

Il COVIP è nato per superare questa situazione, che aveva generato l'anatra zoppa e faceva presagire una pericolosa deriva della città, frutto perverso e inevitabile delle lotte di fazione. Facemmo per questo una proposta di collaborazione a tempo determinato tra gli schieramenti contrapposti nell'interesse supremo della città, per risanare il bilancio e andare poi a nuove elezioni e governare con rinnovato slancio. Non siamo stati ascoltati. Sono prevalsi i conservatori e ad essi va la responsabilità di non aver né risanato il bilancio né preparato il futuro.

Ma il COVIP ha comunque dimostrato che tra portatori di storie e culture diverse si può collaborare, si possono tirar fuori proposte di governo e si possono mettere in primo piano l'interesse generale della città e i problemi reali dei cittadini che la abitano. Ha dimostrato che nell'epoca in cui viviamo bisogna avere una visione ampia e lì dentro vanno collocate azioni concrete e coraggiose per assicurarci il nostro destino. Sappiamo bene che molto non dipende da noi, ma sappiamo anche che noi possiamo interpretare la realtà e comunque in ogni caso non ci è dato di poter sfuggire alle nostre responsabilità.

Così, esaminando il passato e il presente con la preoccupazione di intercettare la luce della speranza, siamo arrivati alla convinzione che dal tunnel si può uscire e che è possibile dire anche come. Perciò ci mettiamo in gioco, con un percorso che, mentre è individuale e collettivo, prima di essere di persone è di idee e di metodi, per cui solo al termine sapremo chi eventualmente si impegnerà concretamente e con chi, per fare che cosa e come. Per questo partiamo con un'assemblea pubblica per lanciare un blocco essenziale di concetti e di proposte. Da qui cominceremo a registrare contributi (integrazioni, approfondimenti, correzioni) e disponibilità di soggetti (individuali e/o collettivi) ad impegnarsi con noi per scrivere una nuova pagina di storia orvietana.

Lo ripetiamo: a fondamento della nostra proposta c'è la convinzione che è necessario e possibile uscire dal tunnel se si superano le contrapposizioni preconcette e le lotte di fazione che hanno ingenerato sfiducia e depressione. La parola guida dunque sarà cooperazione, e di conseguenza il punto centrale della verifica di fattibilità dell'operazione "Patto Civico" sarà la rilevazione dell'esistenza delle condizioni di cooperazione, cioè la disponibilità reale delle diverse articolazioni della città a cooperare, facendo prevalere i sentimenti di coesione e gli interessi di tutti, in cui peraltro legittimamente si proiettano gli interessi di ciascuno.

 


Questa notizia è correlata a:

Un Patto Civico per Orvieto 2014. Se ne fa promotore il COVIP

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 settembre

Fiori e luci alle finestre, San Domenico celebra la Madonna della Mercede

Seconda Categoria Umbra: Ferro di Cavallo pareggia la prima in casa

Orvieto, forse il Duomo

La Zambelli Orvieto vince la settima edizione del Trofeo Agricola Zambelli

L'assessore al turismo Andrea Vincenti replica alla minoranza: "L'unico vero flop"

Al PalaPapini l'Orvieto Fc punisce il Calvi

Cortile di Francesco. Migranti, l'Umbria accoglie e non rifiuta

Orvietana schiacciasassi, tre colpi al Massa Martana e si va avanti

A cena per riqualificare la Chiesa dell'Immacolata Concezione

Roberto Meffi nominato vice coordinatore provinciale di Forza Italia

Nuovo anno scolastico per la Scuola Comunale di Musica di Orvieto

"Non si può più stare tranquilli, adesso rubano anche i vestiti"

Saluti istituzionali tra il presidene della Provincia e l'ex comandante della Compagnia Carabinieri

Turismo, guerra all'ultimo numero. Opposizione: "Sugli insulti gratuiti, non ci pronunciamo"

Gli studenti dell'Unitus a lezione da Vetrya, parte il secondo corso in Marketing e Qualità

Federazione Ordini Ingegneri della Regione Umbria, Marco Balducci è il nuovo presidente

All'Unitus si presenta il libro fotografico "Dentro Santa Rosa. Oltre Santa Rosa"

Maria Beatrice Autizi presenta il romanzo "Le Stelle di Giotto. Enrico Scrovegni e i Templari"

Interruzione dell'erogazione idrica in via Tevere e zone limitrofe

Open Day alla Scuola Comunale di Musica "Fabrizio De André"

Csco, il console USA inaugura il Fall Semester 2017. Annunciato il programma delle attività formative

Dalla filiera agroalimentare passa il rilancio dell'economia del territorio della Rupe

Dedicata al tema "Voci dal Borgo", l'edizione 2017 di "Umbrialibri" omaggia Anna Marchesini

Edi Dottori, chef de "La Sala della Comitissa" ospite d'onore a ChocoMoments

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni