politica

Valorizzazione del Giardino della Regina nell’area archeologica del Campo della Fiera

mercoledì 19 ottobre 2005
Nell’area archeologica di Campo della Fiera, il Dipartimento di Scienze Archeologiche e Storiche dell’Universitŕ di Macerata conduce dal 2000, con concessione ministeriale, regolari campagne di scavo che hanno portato alla luce notevoli resti archeologici. L’ intervento programmato si prospetta dunque come un’opera di alto livello scientifico, proprio per la presenza di emergenze archeologiche di grande rilievo, che necessitano di forme di intervento adeguate alla complessitŕ globale del sito, sia dal punto di vista geomorfologico che da quello prettamente archeologico.
Il progetto per l’area di Campo della Fiera interessa una superficie di circa 2 ettari, si estende ad ovest della Rupe in una zona compresa fra il fosso Rio Chiaro e l’acquedotto medievale. Con esso si intendono attivare processi di qualitŕ dei luoghi, in grado di incrementare l’offerta turistica e di essere potenziali motori di sviluppo socio economico.
Articolata in settori distinti, l’area č caratterizzata dalla presenza di strutture pertinenti ad un lunghissimo arco cronologico, che va dal VI sec. a.C. al XIV secolo, dall’epoca etrusca, all’epoca romana e al medioevo.
A causa della presenza di una falda acquifera sotterranea, per la maggior parte dell’anno tali strutture risultano sommerse e, quindi, non visitabili. Gli interventi per la definitiva risoluzione del problema riguarderanno movimento terra, messa in opera della recinzione e dei cancelli, regimazione delle acque, realizzazione dei drenaggi a monte dell’area archeologica, collocazione di griglie e pozzetti, depolverizzazione della strada di accesso e pulitura dei fossi.
Data l’importanza dell’area archeologica e delle imponenti strutture giŕ portate alla luce, durante l’esecuzione delle opere č prevista la costante presenza di archeologi ,che dovranno verificare la correttezza delle operazioni, eseguire la pulizia manuale degli strati archeologici che verranno rinvenuti a causa dei movimenti terra, documentare la stratigrafia graficamente (rilievo archeologico) e fotograficamente (camere digitali e convenzionali), anche con l’ausilio di strumentazione digitale e su supporto informatizzato, eseguire una prima valutazione archeologica delle strutture e dei reperti di nuovo rinvenimento, curarne l’inventario anche su supporto informatico. Gli archeologi cureranno inoltre la relazione finale sulle attivitŕ svolte durante le operazioni di assistenza ai lavori e supporteranno la Direzione Lavori nella soluzione dei problemi connessi con la valorizzazione dell’area.

Questa notizia è correlata a:

Verso il Parco Archeologico dell'Orvietano. Approvati due importanti progetti esecutivi

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio