politica

Valorizzazione del Giardino della Regina nell’area archeologica del Campo della Fiera

mercoledì 19 ottobre 2005
Nell’area archeologica di Campo della Fiera, il Dipartimento di Scienze Archeologiche e Storiche dell’Università di Macerata conduce dal 2000, con concessione ministeriale, regolari campagne di scavo che hanno portato alla luce notevoli resti archeologici. L’ intervento programmato si prospetta dunque come un’opera di alto livello scientifico, proprio per la presenza di emergenze archeologiche di grande rilievo, che necessitano di forme di intervento adeguate alla complessità globale del sito, sia dal punto di vista geomorfologico che da quello prettamente archeologico.
Il progetto per l’area di Campo della Fiera interessa una superficie di circa 2 ettari, si estende ad ovest della Rupe in una zona compresa fra il fosso Rio Chiaro e l’acquedotto medievale. Con esso si intendono attivare processi di qualità dei luoghi, in grado di incrementare l’offerta turistica e di essere potenziali motori di sviluppo socio economico.
Articolata in settori distinti, l’area è caratterizzata dalla presenza di strutture pertinenti ad un lunghissimo arco cronologico, che va dal VI sec. a.C. al XIV secolo, dall’epoca etrusca, all’epoca romana e al medioevo.
A causa della presenza di una falda acquifera sotterranea, per la maggior parte dell’anno tali strutture risultano sommerse e, quindi, non visitabili. Gli interventi per la definitiva risoluzione del problema riguarderanno movimento terra, messa in opera della recinzione e dei cancelli, regimazione delle acque, realizzazione dei drenaggi a monte dell’area archeologica, collocazione di griglie e pozzetti, depolverizzazione della strada di accesso e pulitura dei fossi.
Data l’importanza dell’area archeologica e delle imponenti strutture già portate alla luce, durante l’esecuzione delle opere è prevista la costante presenza di archeologi ,che dovranno verificare la correttezza delle operazioni, eseguire la pulizia manuale degli strati archeologici che verranno rinvenuti a causa dei movimenti terra, documentare la stratigrafia graficamente (rilievo archeologico) e fotograficamente (camere digitali e convenzionali), anche con l’ausilio di strumentazione digitale e su supporto informatizzato, eseguire una prima valutazione archeologica delle strutture e dei reperti di nuovo rinvenimento, curarne l’inventario anche su supporto informatico. Gli archeologi cureranno inoltre la relazione finale sulle attività svolte durante le operazioni di assistenza ai lavori e supporteranno la Direzione Lavori nella soluzione dei problemi connessi con la valorizzazione dell’area.

Questa notizia è correlata a:

Verso il Parco Archeologico dell'Orvietano. Approvati due importanti progetti esecutivi

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 settembre

Simona Atzori e le sue mani basse: "Tra danza e pittura, sorrido sempre alla vita"

Falsa partenza per la Vetrya Orvieto Basket

Geotermia, Brega a difesa del territorio: "Basta giochini, pronto a chiedere il Referendum"

Una politica, quella renziana, non al passo con i tempi

Biomasse, Agricola Macchia Alta Srl: "La verità è un'altra"

Gsd Romeo Menti, il settore giovanile in visita al Museo del Calcio di Coverciano

Nuova seduta per il consiglio comunale. L'ordine del giorno

"Poraneggiando" con i "Cavalieri del Torrione", a Bomarzo con "Percorsi Etruschi"

Ufficializzato l'ingresso di Allerona nel club de "I Borghi più belli d'Italia"

Olimpieri (IeT): "Vogliono salvare il Crescendo con i nostri soldi"

"Aspettando Altrocioccolato", il commercio equo e solidale fa festa in Piazza Mazzini

Giornata mondiale del malato di Alzheimer, festa alla residenza protetta "Non ti scordar di me"

Gianfranco Foscoli in concerto a Colonia. Conquista gli States e va in onda su Canale Italia

Lavori pubblici, il Comune utilizzerà l'Elenco Regionale delle Imprese da invitare alle procedure negoziate

Caccia vietata il 21 settembre nelle aree interessate dalla visita di Mattarella e Papa Francesco

Pali spezzati dal maltempo, da mesi nessuno interviene

La Parrocchia del Duomo festeggia i Santi dei Rioni

"Anonimi elettori" interrogano l'ex consigliere comunale Cristiano Federici

Notte dei Ricercatori, al CSCO c'è il convegno "Scolar-Mente: divulgazione del metodo scientifico"

Stefano Baldi, un pievese ambasciatore italiano a Sofia

Biomasse, "Passione Civica" contro-replica: "Ci interessa il risultato"

Sessantenne di Monteleone muore schiacciato dal crollo del solaio

Al via anche in Umbria la campagna congiunta di sicurezza stradale "Edward"

Sisma, emergenza e ricostruzione al centro di incontri con parlamentari e organizzazioni sindacali

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni