opinioni

Gli Orvietani. Raccolta "indifferenziata" di opinioni, suggerimenti, esperienze

martedì 22 febbraio 2011

FINALMENTE!!!
Certo, inizialmente un po' complicato capire come smistare la spazzatura... Ma basta fare un po' di attenzione e lo "sforzo" viene ripagato dalla comodità di poter lasciare i sacchi in fondo al portone di casa... e dal pensiero che stiamo facendo qualcosa (SPERO) per il nostro pianeta... La mattina alle 7:30 erano già passati a ritirare il tutto...
Comunque esperienza positiva, direi anche emozionante... :)
p.s. unica nota negativa è il problema spazio dei secchi all'interno di casa... (utenza domestica)

____________________

Allora, noi Ristoratori siamo "attivi" dal 15. Problemi: i secchioni sono enormi e nelle cucine piccole è un problema; problema più grande: l'organico; per le nostre attività andrebbe ritirato tutti i giorni perchè lasciare un paio di giorni il secchione pieno "de monnezza" puzza......mi immagino come sarà d' estate....; terzo problema: la sera passeggiando per Orvieto, non è uno spettacolo bello vedere le vie piene di secchi e secchielli......serve una maggiore organizzazione e pianificazione ma, se tutto ciò è utile, benvenga..... (Mauro Stopponi, utenza commerciale)

_____________________

Sicuramente c'è da rivedere i turni di ritiro dell'umido che non può stare tutto questo tempo a casa...e se uno mangia il pesce...fa la collezione dei gatti del vicinato...poi in una città "d'arte e turistica" i buzzichi della monnezza fuori di casa veramente nun se possono vedè...comunque ci adeguiamo (utenza commerciale)

_____________________

Penso che, nei limiti del possibile, vada rivisto l'orario di raccolta. Una città, tanto più se turistica, non può stare con i sacchetti e i bidoncini per tante ore nella strada, sia pure serali e notturne. Specie considerando che nella nostra cultura mediterranea, con la bella stagione, sono molte le ore e le occasioni in cui si vive fuori casa la sera e la notte. Dovrebbe essere una raccolta concentrata in una fascia oraria più stretta, in diverso o diversi orari da studiare. Comunque è una sperimentazione che ha bisogno di essere monitorata e ogni osservazione, seppure critica, è fatta con spirito costruttivo. (Laura Ricci, utenza domestica e aziendale)

___________________

caos.....non sono stati consegnati i sacchetti a tutti, al negozio non li ho....la sera se passi per il Corso dopo le 20.00, è un cimitero di sacchetti colorati.....un bel vedere per un qualsiasi avventore-turista.
Non ci siamo, non ci siamo, prendiamola con il normale incipit di una nuova impresa. (utenza commerciale)

_____________________

Allora, personalmente noi non abbiamo avuto problemi: ieri era il turno dell'umido, oggi della carta. Messo fuori i sacchi, ritirati la mattina, come previsto. L'unico appunto forse è che sono passati un po' "tardino": per l'umido tanto tanto sono passati alle 8, per la carta invece erano le 8.45 passate. Non è per fare la pignola, ma dato che non è bellissimo vedere i sacchi di spazzatura fuori dai portoni, forse sarebbe il caso di farli sparire per le 7.30 al massimo, soprattutto nelle vie principali come la mia.

Però già cominciano i primi problemi: come sai noi abitiamo in un palazzo e le relazioni tra inquilini non sono delle migliori.  Ora, dato che a noi hanno consegnato sì i kit individuali, ma anche tre secchioni condominiali (umido, indifferenziata, plastica & co) che andrebbero portati fuori la sera e ritirati la mattina a ritiro avvenuto, puoi immaginare il delirio che si è scatenato per le scale... (utenza domestica)

__________________

Allora, io con la mondezza sono sempre stata un macello anche quando si trattava di buttarla tutta insieme, ma ora finalmente anche da noi è arrivata la civilissima raccolta differenziata e ci impegneremo per imparare regole ed orari di suddivisione, calata e ritiro.
Io però so già che mi incasinerò tantissimo, sbaglierò sacchetto e buzzico e mi arrabbierò come pochi, litigherò con figli e marito, soprattutto col marito che sono anni che mi dice che il vetro va buttato a parte ed io niente, cocciuta, dagli a metterlo con il resto del pattume, come se niente fosse...
Facciamo comunque un ripassino: l'umido va nel bidone marrone, quello forato, quindi se avanza il brasato e lo spezzatino col sugo e fors'anche del lesso ripassato lo butto lì, giusto, così che nell'attesa che arrivi il giorno stabilito per lo smaltimento se ne possano ancora godere i succulenti effluvi?
La plastica poi la devo mettere nel recipiente di vetro e il vetro nel contenitore di plastica. Il cristallo di boemia dove va? no, perchè se mi si rompe un bicchiere del servizio buono de nonna, dove lo smaltisco??
Qui poi si parla di quattro secchi, allora perchè io ne ho solo tre?
Per vincere il quarto, quello della roba non smaltibile, ovvero quello dove finalmente ci puoi mettere giù tutto alla rinfusa come facevi prima, a quanti bollini o punti devo arrivare? E soprattutto come lo riconosco? Di che colore è? Se azzecco tutte le combinazioni (Sacchetto giusto in relativo buzzico con contenuto adeguato) viene il Sindaco a portarmelo o me lo consegnano in una cerimonia pubblica nella sala Consiliare insieme ad una laurea Honoris Causa?
Attendo fiduciosa ulteriori istruzioni. (Alessandra Carnevali - utenza domestica)

______________________

Di per sé la raccolta differenziata è un'ottima idea, e rimane tale se è attuata con metodo. Purtroppo ho sempre l'impressione che ad Orvieto le cose vengano improvvisate quindi nutro seri dubbi sulla riuscita di questa iniziativa. Troppe volte ho sentito dire che negli anni scorsi i materiali raccolti dalle campane per la raccolta differenziata venivano poi scaricati tutti insieme in barba alla differenziazione.
Ieri mattina alle 10:30 sono uscita di casa e la raccolta non era stata ancora fatta: il vicolo era bordato di sacchetti gialli per la raccolta della plastica e la visione d'insieme era piuttosto squallida.
La raccolta differenziata ha le sue regole ma non è facile per chi vive in un piccolo appartamento già di per sé ingombro di cose trovare spazio per 5 diversi contenitori (organico, carta, plastica, vetro, residuo). In quanto condomini di un edificio con più di tot famiglie noi abbiamo diritto a raccoglitori più grandi permanenti e quindi possiamo portare giù i nostri sacchetti praticamente quando vogliamo ma resta il fatto che si tratta di cinque cose diverse da tenere in casa.
La cosa che mi rende maggiormente perplessa, però, è il fatto di avere saputo dell'avvio della raccolta differenziata da un vicino di casa. Dal Comune non è arrivato assolutamente nulla e quelli che ci hanno portato il raccoglitore per l'organico si sono limitati a suonare al citofono e a lasciare il raccoglitore in questione dietro la porta di casa. La mancanza di informazioni è stata totale. Insomma, l'ennesima orvietanata. Speriamo bene. (utenza domestica)

_____________________

sembra di stare in un paese civilizzato, finalmente (Lorenzo Grasso - utenza domestica)

_____________________


Questa notizia è correlata a:

Raccolta differenziata giorno #1. The day after. Orvieto città educata, sensibile e collaborativa

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 marzo

"Corri sulle strade dell'Ottobrata Orvietana", ai nastri di partenza la sesta edizione

Asia Argento e Filippo Dini al Mancinelli con "Rosalind Franklin. Il segreto della vita"

Giornata Mondiale della Poesia, presentato il libro "Dall'esperienza al racconto"

Casa di Riposo, indetta la gara per la gestione transitoria

"Medaglie al Merito" in Prefettura, tra gli insigniti c'è anche Pietro Federico

A Palazzo Simoncelli, l'omaggio a Leopardi di Diana Iaconetti e Nuccia Martire

Luca Fringuello e i Giovanissimi di Orvieto Fc: "Contento dei risultati fin qui ottenuti"

Unipoptus, ecco a chi andranno gli attestati di benemerenza 2017

Orvieto tra le 13 stazioni appaltanti per l'individuazione di soggetti da invitare alle procedure negoziate

"L'Umbria si rimette in moto", Lugnano in Teverina consegna ulivi collezione mondiale

Al Palazzo del Gusto, mini-corso di caffetteria gratuito per gli imprenditori del territorio

Provincia, assemblea Upi Umbria e mobilitazione per fondi scuole

Al Teatro Boni cala il sipario su una stagione da applausi. Nardi: "Puntiamo sulla qualità"

Sabbia d'estate

Riduzione del rischio da catastrofi, gli impegni del Comitato delle Regioni d'Europa

Impatto ambientale, Università della Tuscia e Comune sottoscrivono la convenzione

Mezzo secolo di storia, l'Avis cresce e si prepara ai festeggiamenti

"Shiatsu&Alzheimer": attraverso il corpo una via per entrare in relazione

L'Alto Orvietano "In marcia per le donne" verso la Panchina Rossa

A Todi, sarà aperto per la prima volta al pubblico Palazzo Atti-Pensi

Karate, gli atleti della Scuola Keikenkai in Marocco per l'Open di Tangeri Wkf

Il X Congresso della Fnp Cisl Umbria conferma Giorgio Menghini alla guida dei pensionati

La Sagra della Primavera all'Hosteria di Villalba. Sabato 25 marzo, da mattina a sera

Disciplina della viabilità, ecco cosa cambia

Ippolito Scalza, un orvietano nel solco di Michelangelo

Fate morire in voi gli atteggiamenti

Il giardino delle ortensie

Operaio non pagato, si barrica sul tetto di un'abitazione in costruzione

Zambelli Orvieto sempre più apprezzata, lo dice Martina Sabbatini

Attentati a Bruxelles, bandiere a mezz'asta e un invito a reagire con determinazione

La mostra-mercato di prodotti agroalimentari e artigianali di Città della Pieve compie vent'anni

Materiale per la biblioteca dalla raccolta degli oli esausti di origine vegetale

Il Coordinamento dei ristoratori orvietani dice no a Orvieto pattumiera dell'Umbria

L'Archivio di Stato lascia Piazza Duomo e trasloca nell'ex tribunale

Audizione con i vertici di Cosp per analizzare i primi risultati della differenziata

Bocciata la mozione sulla discarica, in aula scoppia il caos

Dal dibattito tutti contro l'inefficienza della raccolta differenziata nel ternano

Sì alla risoluzione geotermia, sull'Alfina si può sperare in un futuro senza speculazioni

Il messaggio del vescovo Tuzia in occasione della Pasqua: "Vigilate e pregate"

Gnagnarini replica alla minoranza: "Picconati tasse e deficit comunale"

"La Pasqua tra sacro e profano". Concerto con gli allievi del maestro Davide Rocca

Nuovo orario e una ricorrenza particolare per il Museo Etrusco "Claudio Faina"

Discarica, De Sio (FdI-An) attacca l'esecutivo: "La Regione ha la memoria corta"

Materazzo Vs Tatta, la sfida tra Comunista e Democristiano. Arbitra Conticelli

Protesta in Regione contro l'ampliamento della discarica: le immagini

Lo strano caso dei lavori sul torrente Carcaione. Italia Nostra: "Nessuna partecipazione"

A proposito di ambiente, le priorità dei Giovani democratici: "Cosa serve all'Orvietano"

Hosteria di Villalba, uno sviluppo "Coeso" per la valorizzazione delle aree montane

Fiorini e Mancini (Lega Nord): "Il Pd trasforma Orvieto in pattumiera dell'Umbria"

Dopo il documento, i venti sindaci dell'Area Interna icontreranno la Marini

Corso di lingua italiana per stranieri e laboratorio di disegno per studenti

Nel pomeriggio di Pasqua alla Chiesa dei Servi torna la messa in latino

Processioni e rievocazioni storiche della Passione in tutto l'Orvietano

In corso la campagna di tesseramento 2016 dell'associazione "Lea Pacini"

Fascino e suggestione a Palazzo Orca, con i "Quadri Viventi" del Terziere Borgo Dentro

La rievocazione della Passione nei borghi della Tuscia viterbese

"Orvieto per tutti" svela il logo. Ad aprile la presentazione ufficiale

Successo per la mostra "Omaggio a Francesco" e il libro "Dialoghi nell'Immenso"

"The art of the brick". I mattoncini Lego vanno in mostra e diventano opera

"Blowing Art. Se a Orvieto ci fosse il mare…". In mostra, le visioni di Carlo Rognoni

Rifondazione Comunista propone un percorso comune a sinistra del PD

In tilt da tre giorni le linee telefoniche di Ospedaletto. Protestano gli abitanti isolati anche dalla neve

38 mila euro di contributi per lo spettacolo dalla Provincia. Lo annuncia l'assessore alla cultura Sganappa

Conviviale d'eccezione del Rotary Orvieto: ospite d'onore la dott.ssa Rita Valecchi con un'interessante relazione sul futuro dell'Ospedale di Orvieto

La relazione della dott.ssa Valecchi: 'Ospedale di Orvieto: Innovazione e progettualità'

La Filarmonica Mancinelli inaugura a Montefiascone 'Primavera in Etruria'. Solista al pianoforte il maestro Riccardo Cambri

Accessibile al pubblico il Fondo bibliotecario Renato Bonelli. Domenica 25 marzo l'inaugurazione

Mondovino: quando il tempo premia l'Orvieto. A Roma Palazzone in verticale: 15 anni di Campo del Guardiano

Non si placano gli animi sulla delibera della Corte dei conti. AN e Altra Città chiedono un Consiglio Comunale in seduta segreta per discutere il comportamento del Presidente

Una giornata di studi dedicata alle novità della legge Finanziaria. Seminario di studi della Presidenza del Consiglio di Orvieto e della Fondazione PROMO P.A.

Scontro a sinistra sulla ripubblicizzazione dell'acqua. Un polemico intervento del consigliere Imbastoni: 'Battaglia per l’acqua pubblica: basta con i verniciatori'

La lettera del Comitato Promotore Regionale Umbro per la ripubblicizzazione dell'acqua agli eletti dell'Umbria

'Un dibattito serrato ma franco' tiene impegnata la direzione DS al completo fino alle due di notte