cultura

Orvieto onora la solennità di Maria Assunta in Cielo

giovedì 2 agosto 2018
Orvieto onora la solennità di Maria Assunta in Cielo

Senza l'attesa uscita dei figuranti del Corteo Storico, ma con un programma di iniziative che si annuncia ugualmente di spessore. Così Orvieto si appresta a vivere la tradizione della Festa di Maria Assunta, patrona della città, dell’antico contado medioevale e titolare della cattedrale. Per l'occasione, l’Amministrazione Comunale invita la cittadinanza a rinnovare l’omaggio secolare della comunità orvietana alla Patrona del Comune, con l’addobbo dei balconi e delle finestre.

La festa, infatti, risale al XIV secolo quando la comunità orvietana dedicò la Città di Orvieto alla Madonna Assunta: le fonti storiche ricordano che nel 1338 “fu in Consiglio Generali in Orvieto ordinato, che la Madonna di Santa Maria de agosto si debia il giorno innanzi alla vigilia portalla in Santo Andrea et poi, con solennitade, de la vigilia portalla in Santa Maria …”.

Martedì 14 agosto alle ore 18 nella Chiesa della Collegiata di Sant’Andrea in Piazza della Repubblica si svolgerà la concelebrazione della Messa Solenne presieduta dal monsignor Benedetto Tuzia, vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi e alle 19 la "Macchina" della Madonna Assunta, Titolare della Basilica Cattedrale e Patrona di Orvieto verrà portata in processione fino al Duomo.

Sempre in Duomo, mercoledì 15 agosto - solennità di Maria Assunta in Cielo - alle 9 in programma la Santa Messa e Ostensione del Sacro Corporale, seguita alle 11:30 dalla Santa Messa Pontificale e Benedizione papale presieduta il Vescovo di Orvieto-Todi Mons. Benedetto Tuzia. Le celebrazioni religiose si concluderanno alle ore 18:00 con la Santa Messa capitolare e la conclusione dell’Ostensione del Sacro Corporale.

Le origini della Festa della Madonna Assunta (fonte: Opera del Duomo di Orvieto)
Festa comunale per eccellenza, ben presto collegata al Duomo in costruzione e simbolo della potenza di Orvieto nel Medioevo, la solennità della Madonna Assunta, patrona della città, è attestata sin dalla fine del XIII sec. Documenti del 1295 fanno riferimento ad una processione, la sera del 14 agosto, che culminava nella piazza del cantiere del Duomo, dov’era collocata una loggia per le autorità e un altare per le offerte destinate alla cattedrale, poi consegnate dagli incaricati al Camerario dell’Opera. Due anni dopo, la festa, importante punto di riferimento spirituale e laico per la cittadinanza orvietana, passò sotto il controllo dei Signori Sette, i quali, nel tentativo di rafforzare il loro potere, ne fecero anche l’occasione per il rinnovamento dei patti di sudditanza delle terre e castelli recentemente conquistati da Orvieto.

La vigilia di mezz’agosto nella piazza antistante la chiesa di Sant’Andrea, si celebrava, infatti, il rito della requisitio censualium: per mezzo di sindaci e procuratori, le terre soggette consegnavano i palii, simbolo della loro sottomissione, e, insieme ai cittadini del contado e ai rappresentanti delle Arti e del popolo, offrivano alla Vergine ed all’edificanda nuova chiesa di Santa Maria tributi consistenti in libbre di cera. Aperta la collegiata di Sant’Andrea, ne usciva una processione solenne in cui, con fiaccole e ceri (cum luminariis), la statua della Madonna, appositamente trasferita in questa chiesa dal Duomo, veniva riportata alla cattedrale per le principali vie cittadine: la strada detta “della Mercanzia” (oggi Corso Cavour) e l’attuale via del Duomo.

L’immagine sacra, ornata con una corona d’argento dorato e perle, era accompagnata dai Consoli delle Arti e dai fedeli in preghiera, tra il suono delle campane, gli squilli delle trombe ed i canti dei bambini, mentre col tempo si aggiunsero alle celebrazioni anche una sacra rappresentazione ed un palio. Ancora oggi la Festa dell’Assunta è tra le più sentite nell’ambito della devozione cittadina; la sera precedente il 15 agosto la processione religiosa, insieme ad alcuni figuranti del corteo storico del Corpus Domini e alla banda musicale locale, ripercorre l’antico tragitto trasportando fino alla cattedrale una statua lignea policroma della Vergine, risalente probabilmente al XVI-XVII sec.

Di seguito il programma completo delle celebrazioni:

domenica 5 agosto
ore 9 – 11.30 – S. Messa
ore 17.30 – S. Rosario – Litanie della Madonna
ore 18 – S. Messa capitolare.

lunedì 6, martedì 7, mercoledì 8, giovedì 9, venerdì 10, sabato 11, lunedì 13 agosto
ore 17.30 – S. Rosario – Litanie della Madonna
ore 18 – S. Messa presieduta dai Parroci delle parrocchie della Città e dei quartieri periferici
(durante questo periodo la S. Messa feriale delle ore 9 è sospesa)

domenica 12 agosto
ore 9 – 11.30 – S. Messa
ore 17.30 – S. Rosario – Litanie della Madonna
ore 18 – S. Messa capitolare

martedì 14 agosto
nella Chiesa Collegiata di Sant'Andrea
ore 18 – Concelebrazione Eucaristica presieduta da monsignor Benedetto Tuzia, vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi
ore 19 – Processione da Sant’Andrea al Duomo (si rivolge un invito affinché finestre e balconi vengano addobbati lungo il percorso)

mercoledì 15 agosto
Solennità di Maria Assunta in Cielo
ore 9 – S. Messa e Ostensione del Sacro Corporale
ore 18 – S. Messa capitolare e conclusione Ostensione del Sacro Corporale
ore 11.30 – S. Messa Pontificale e Benedizione Papale, presieduta da monsignor Benedetto Tuzia, vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi
ore 18 – S. Messa capitolare e conclusione Ostensione del Sacro Corporale

Disciplina della viabilità dal 13 al 15 agosto

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità