cultura

"PietreNuvoleConfini". Tre incontri di Guido Barlozzetti per "I Martedì del Classico"

lunedì 7 maggio 2018
di Davide Pompei
"PietreNuvoleConfini". Tre incontri di Guido Barlozzetti per "I Martedì del Classico"

La solidità della pietra. La leggerezza aerea delle nuvole. I confini dell’ultima mappa possibile. È filosofica sintesi di suggestioni, gioco intellettuale e al tempo stesso terapia per la/l'(in)sanità mentale, via di fuga dalle trappole del noto, dei concetti e dei fondamenti, la mini-rassegna aperta alla città, pronta a fiorire nel mese di maggio nell'Aula Magna di Palazzo Clementini.

Per iniziativa dell'Associazione Ex Alunni del Liceo Classico "F.A. Gualterio" di Orvieto, l'istrionico giornalista Guido Barlozzetti declina il tema "PietreNuvoleConfini" avvalendosi di note, immagini e suggestioni curate dall'amico Massimo Achilli. Tre appuntamenti, un unico divertissement astrattivo che, con un percorso a tappe, dà continuità al ciclo de "I Martedì del Classico" inaugurato da Alberto Satolli.

Si inizia martedì 8 maggio alle 18 con "Pietre". Ovvero la solidità delle cose, la loro identità indiscutibile, il principio di identità e non contraddizione, l'analogico, il fondamento. Si disserta di "Nuvole" martedì 15 maggio alla stessa ora per riflettere del cielo di contro alla terra, lo spirito di contro al corpo e alla materia, il divenire rispetto all'essere, l'immaginario e la metamorfosi.

Il punto di separazione e di contatto, l'istante, la linea, la soglia, il bordo impossibile tra essere e divenire, tempo e spazio, conscio e inconscio, analogico e digitale, umano e non umano sono, invece, le coordinate mentali all'interno delle quali verterà il ragionamento di martedì 22 maggio, sempre alle 18 concentrandosi su "Confini".

"Tre incontri – sottolinea il presidente dell'associazione Carlo Carpinelliche si annunciano particolarmente interessanti per l'originalità del tema e per l'eleganza e l'arguzia del relatore". Attinge al vocabolario di greco antico, quest'ultimo, estrapolando la preposizione μετα con l'accento grave su α e successo vario nella modernità.

"Funziona come prefisso – osserva l'ideatore – a indicare significazioni che rimandano a trasformazione, successione o - è il caso che ci interessa - una dimensione dell'oltre rispetto al perimetro delle scienze, dei saperi diffusi, delle categorie vigenti (ancorché affaticate e sempre più incerte) e alla carta in cui si stabiliscono i loro rapporti.

È un punto di vista sulle cose, un tentativo di considerarle fuori da parametri consolidati e alla luce della convinzione che il nostro modo di vedere le cose è quello che le fa esser tali: le 'cose', il mondo, noi che ne facciamo parte non siamo degli oggetti, definiti e determinati, rispetto a qualcuno - il soggetto con o, meglio, senza la maiuscola - che le guarda, le definisce, ne fa conoscenza.

È trans, post, inter. Non consiste ma predilige lo spostamento, la trasversalità, il bordo di contro alla separazione e alla fissità delle dimensioni. In questo senso è un punto di vista che si articola in una storia che non ha nulla della storicità tradizionale, ma si articola nelle fasi di un processo, giocato per pura convenzione, oltre che per comodità discorsiva, su una sorta di andamento dialettico, il vecchio schema tesi/antitesi/sintesi che non è stato inventato da Hegel, ma ha illustri precedenti, per esempio l'Inferno-Purgatorio-Paradiso di Dante, che per noi diventa un viaggio a tre stazioni, la prima che si oppone alla seconda, la terza che entrambe supera e conserva in una nuova prospettiva.

In attesa della prossima? Tre stazioni, tre dimensioni da visitare, tre mondi possibili, tre divagazioni per tre pomeriggi nel nome di una nuova no-scienza: la metalogia. Una provocazione, un invito a giocare, una sfida al presunto ordine delle cose in attesa di quello che verrà, a rimettersi nel movimento delle cose e dunque prima o dopo ciò che le rende tali".

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 dicembre

"Far Web. Odio, bufale, bullismo. Il lato oscuro dei social" nel saggio di Matteo Grandi

Todi Magic Christmas. Tra luci e musica, il Natale dà spettacolo

Lectio Magistralis di Gianrico Carofiglio su "La Ribellione della Bellezza"

Taglio del nastro (arancione) a Palazzo dei Sette per la sede di Cittaslow International

Due incidenti stradali in due giorni

Ad "Arti e Mestieri Expo" vetrina natalizia per i prodotti della Tuscia

L'Istituto Agrario guarda al futuro. Cotarella all'inaugurazione della Cantina Didattica

Il Lions Club per il Merletto Orvietano. Catalogo generale e mostra tematica a Palazzo Coelli

"Sicurezza, Cittadini, Territorio" incontro con il Sottosegretario Bocci

Vetrya Orvieto Basket ospita la Favl per la prima di ritorno

"Prendere a Cuore" per favorire la prevenzione e la riabilitazione dei malati cardiopatici

"Imago VV". A Palazzo Coelli la presentazione del volume di Alberto Satolli

Per Maria Elena

Umbria al vertice del rapporto Istat su servizi prima infanzia

Fondo Beato Giacomo Villa, si conferma anche quest'anno

Open Day all'Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "Bruno Marchino"

Precetto militare interforze nella Chiesa Cattedrale di San Lorenzo

Scuola aperta per tutti, l'Istituto "Dalla Chiesa" si mette in vetrina

Sportello UnitusJob, il ponte tra laureati e mondo del lavoro

I progetti presentati al V Premio Simonetta Bastelli esposti alla Mostra Internazionale di Architettura del Paesaggio

Chiuso in entrambe le direzioni il tratto della Strada Statale 685 delle Tre Valli Umbre

"Natale in Musica 2017". Eventi e concerti dal 16 dicembre 2017 al 28 gennaio 2018

Old Rock City Orchestra in gara su "Classic Rock Italia", come votare

"Salva la tua lingua locale", Rita Santinami tra i sette finalisti del concorso

"Tanti Lati Latitanti" al Lea Padovani. Viaggio nelle relazioni con Ale e Franz

Le giornate del merlo

La Zambelli Orvieto lotta, soffre e vince, battendo in trasferta il Club Italia

La Fidapa - Bpw Italy guarda al nuovo anno. A Orvieto, l'Assemblea del Distretto Centro

Trasferta a Villa Giulia per l'Ecomuseo del Paesaggio degli Etruschi

Il fascino nascosto di "Bagnoregio Underground". Conferenza e mostra a Palazzo Alemanni

I Clown di Fellini a "Particolari. Volti e racconti del Natale bagnorese"

Notti sul ghiaccio alla Fonte del Rigombo, si pattina con "Acquapendente On Ice"

"Lavandaia Day" in compagnia della Compagnia delle Lavandaie della Tuscia

Fumo bianco a "Le Crete", cittadini in allerta

Unitus, Beni Culturali restaura il Fonte Battesimale del Duomo di Viterbo

La Zambelli Orvieto assalta la prima posizione ospitando la Teodora Ravenna

Servizi alla sanità. Confindustria conferma presidente Nardi Schultze, Mazzocchini nel direttivo

"Stradabilia (prove tecniche per un festival di artisti di strada)". Musica con Rossella Costa Trio

In attesa di che

Inaugurato il Nucleo Alzheimer, "modello da esportare ed estendere in Umbria"

"Tu sei Bambino!". Doppio concerto per i cori parrocchiali di Montecchio e Guardea

Babbo Natale a Piazza degli Aceri, festa con l'associazione Ciconiaviva

Vetrya: l'Università della Tuscia presenta i lavori del programma "Semestre in Azienda"

Forestale alla discarica. SAO: "Solo vapore acqueo"

Un re folle

Dopo Orvieto, Voyager fa tappa anche a Viterbo

Orvieto e Perugia insieme per la candidatura unitaria della "Spur - Città Etrusche" al Patrimonio Unesco

Tredicesima seduta del consiglio comunale. In otto punti l'ordine del giorno

"Sacro e Profano". Sergio Canonici espone alla Torre dei Monaldeschi

La Nuova Biblioteca Pubblica "Luigi Fumi" si fa salotto per "Le Streghe"

Al Concerto di Natale alla Camera dei Deputati vicinanza alle popolazioni colpite dal sisma

Giornata di solidarietà per i più piccoli a San Pellegrino di Norcia

"Natale al Fanello". Musica e danza, aspettando Babbo Natale al mercato straordinario

A Orvieto Scalo si inaugura "La Natività dei Giardini"

Sonorità argentine a Palazzo dei Sette, anteprima per "Orvieto Tango Festival"

In mostra a Civitella del Lago due rarissime stampe ritraenti Orvieto e Amelia

"Sfilata e Aperi....Piero (Aperitivo)...e Tanto Altro"

Le labbra, mio Dio, l'aspide

Al Muzi, l'Orvietana ritrova la Clitunno

Raccolta differenziata, Orvieto balza dal 44% del 2014 al 70%