cultura

La sinossi del film

mercoledì 23 settembre 2015
La sinossi del film

Quattro ragazzi ridono e scherzano in auto girando per le strade della piccola città umbra. È il giorno dopo Halloween. Jacopo e Duke si svegliano nell’appartamento di due ragazze: Lenka, della Repubblica Ceca, ed Elizabeth, inglese, entrambe in Italia grazie al progetto Erasmus. I due fidanzatini Jacopo e Lenka si dirigono in auto, ascoltando della musica, verso l’università. Duke invece l’ambiente universitario lo bazzica per un solo scopo: vendere un po’ di fumo per sbarcare il lunario. È un bel ragazzo di colore, sicuramente ambizioso e scapestrato.

L’alba di quel nuovo giorno porta con sé un grosso problema: Elizabeth è morta. Ma c’è di più, perché nessuno dei tre ricorda cosa sia successo. Né Jacopo, né Duke, né Lenka, ricordano cosa sia successo quella notte. Provano pure a sbarazzarsi del corpo. Cosa facile a parole, ma impossibile nei fatti. Almeno per loro, che continuano a bere per tutto il tempo. Cominciano allora a mettere insieme i pezzi; perché Elizabeth aveva girato delle “video cartoline” da mostrare ai genitori, e perché salta fuori Francesca, una testimone che la sera prima li ha visti andarsene da una festa.

E pian piano i ricordi tornano. Dopo la festa in maschera, uno di loro viene salvato dal pronto intervento dei paramedici accorsi sul posto utilizzando prontamente dei defibrillatori salvando così il ragazzo ormai in fin di vita. I quattro li vediamo nella loro auto per raggiungere l’appartamento delle ragazze per un festino. Ma alla fin fine è tutta una farsa. Perché Lenka ha un piano. Diabolico e giocato con maestria.

Un piano dove riuscirà a mettere Jacopo e Duke l’uno contro l’altro, tanto che finiranno con denunciarsi a vicenda. Perché? Perché in fondo lei sapeva. Nel suo telefonino, quanto successo la sera prima era stato tutto registrato. Tutto filmato. Adesso potrà dare tutta la colpa a quei due; due pazzi tossici che presi da una furia litigiosa hanno finito con l’ammazzarsi. Non prima di far fuori anche la povera Elizabeth, che si era messa in mezzo per fermarli, mentre si dirige verso la sua auto viene fermata dalla polizia. Giustizia è stata fatta.


Questa notizia è correlata a:

Sul set de "Il giorno dopo...", la troupe si racconta. "Girare a Orvieto? È bellissimo"

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 dicembre

Auguri in versi di Buone Feste dall'Unitre Orvieto

La sabbia, amore mio

I cigni

Noi ci svegliammo piangendo

Tra democrazia e demagogia

Zambelli Orvieto sensazionale, batte Ravenna ed è prima

L'Orvietana vince col Clitunno e mantiene il passo

Lucio Dragoni è il nuovo allenatore giallorosso. "Uomo di calcio e Maestro di calcio"

Con le corde, dentro il Pozzo della Cava, per il nuovo presepe-evento: "I Quaranta Giorni"

Sisma, firmata la convenzione Regione-Comuni. Si avvia l'Ufficio speciale per la ricostruzione

Ammissione ai collegi del mondo unito, riaperto il bando selezioneper gli studenti dei Comuni colpiti dal sisma

Castello di Alviano aperto per le feste. Visite al maniero e ai musei che ospita

Uisp Orvieto Medio Tevere, elogio ai giovani ambasciatori dello sport orvietano

L'Avis dona fondi per acquistare uno scuolabus per i bambini di Preci

A Perugia incontro pubblico su fare libri e lettori

Cespuglio di more

Verso le elezioni, due candidati per la presidenza. Tre liste per il consiglio provinciale

Ascensori di Via Ripa Medici in manutenzione, navetta sostitutiva fino a venerdì

I Borghi più belli dell'Umbria discutono di temi e progetti di sviluppo turistico

Lo Sportello del Consumatore, riflessioni su presente e futuro del servizio

La TeMa si aggiudica il bando Psr per sviluppo e commercializzazione del turismo

"Capodanno in Famiglia" al Santuario dell'Amore Misericordioso

L'Università della Tuscia è il primo Ateneo statale del Lazio e il settimo del Centro Italia per la qualità della ricerca