cultura

Primo ciak a Milano per Perla Ambrosini. La giovane orvietana nel film su Antonia Pozzi

domenica 11 agosto 2013
di Davide Pompei
Primo ciak a Milano per Perla Ambrosini. La giovane orvietana nel film su Antonia Pozzi

"Talvolta capita che un poeta d'altra natura sorga, maschio o femmina non importa, che ci riporti alla verità, alla naturalezza e allo stile che non sembra stile e non si avverte come tale. Un messia della natura e della natura umana. Antonia Pozzi è questo messia". Così, ammirato, scriveva della poetessa e fotografa suicida, Eugenio Montale. Gli episodi personali più importanti della sua crescita, di donna e di artista, e i momenti salienti dei suoi ventisei anni bruscamente interrotti non come atto di resa ma come scelta consapevole in una fredda sera di dicembre del 1938 nel prato antistante l'abbazia di Chiaravalle, rivivono ora nel film "Antonia".

Convinto che "seguire e osservare il suo sguardo, comprendere il suo moto creativo, equivale a perdersi nel suo universo", il giovane Ferdinando Cito Filomarino - al suo esordio cinematografico eppure già premiato ai Nastri d'Argento nel 2011 come miglior regista di un cortometraggio, vincitore del Premio Pianifica al 63esimo Festival del Cinema di Locarno e menzione d'onore al Sundance Film Festival per "Diarchia" e candidato alla 23esima edizione degli European Film Awards per il miglior cortometraggio - ne ha battuto in questi giorni a Milano il primo ciak.

Dal capoluogo lombardo, le riprese si sposteranno poi nell'arco delle prossime quattro settimane nelle province di Lecco e Varese, facendo tappa a Grigne e Pasturo e passando anche per Chiaravalle e Besozzo. Prodotta da Luca Guadagnino e Marco Morabito per Frenesy Film e realizzata grazie al patrocinio del Comune di Milano e con il contributo della Lombardia Film Commission - che ospita nella propria sede una troupe di oltre dieci persone - la pellicola prenderà forma attorno alla sceneggiatura firmata da Carlo Salsa e Ferdinando Cito Filomarino, quest'ultimo autore anche del soggetto.

Nei costumi inizi secolo della protagonista, realizzati da Fendi su disegni di Ursula Patzak, si calerà Linda Caridi. Quelli dell'amica d'infanzia Teresita Foschi sono indossati, invece, da Perla Ambrosini (qui, nella foto tratta da un precedente spettacolo teatrale), che è nata a Orvieto ventuno anni fa e ha trascorso gli ultimi due ad assecondare la sua passione più grande, studiando recitazione alla Scuola d'Arte Drammatica "Paolo Grassi" di Milano. Nel cast, anche Filippo Dini nel ruolo di Antonio Maria Cervi e Maurizio Fanin che interpreta Roberto Pozzi. E ancora: Federica Fracassi nel ruolo di Lina Cavagna Sangiuliani Pozzi, Luca Lo Monaco in quello di Dino Formaggio e Alessio Praticò che sarà Remo Cantoni. Alle riprese si uniscono anche il tenore Francesco Meli - sua, la scena che aprirà il film - il filosofo Alberto Burgio e l'alpinista Herve Barmasse.

Prima del lungometraggio, che sarà in distribuzione non prima del prossimo anno, al livello locale la figura di Antonia Pozzi è stata già portata all'attenzione di recente dal progetto Le Imperdonabili promosso dall'associazione culturale "Il Filo di Eloisa", che in collaborazione con il liceo scientifico "Ettore Majorana" di Orvieto ha curato il laboratorio letterario e creativo volto alla conoscenza e alla riscoperta di alcune tra le figure poetiche femminili più evocative del Novecento.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate