cultura

Nel centenario della nascita ricordo di Renato Bonelli a Roma. Il 26 settembre alla Facoltà di Architettura della Sapienza

domenica 18 settembre 2011
Nel centenario della nascita  ricordo di Renato Bonelli a Roma. Il 26 settembre alla Facoltà di Architettura della Sapienza

Nel centenario della nascita di Renato Bonelli (Orvieto, 1911 - 2011), il noto storico dell'Arte orvietano, autore di una mole davvero imponente di importanti studi e pubblicazioni, verrà ricordato a Roma il prossimo 26 settembre 2011, nell'Aula Magna della Facoltà di Architettura in Piazza Borghese 9. L'organizzazione dell'evento si deve a la "Sapienza" Università di Roma -Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell'Architettura, Scuola di Specializzazione per i Beni architettonici e del paesaggio, a Italia Nostra e Italia Nostra - Sezione di Orvieto, alla Direzione Regionale per i Beni culturali e paesaggistici dell'Umbria, Archivio di Stato - Sezione di Orvieto e alla Deputazione di Storia Patria per l'Umbria.

Il pomeriggio dedicato al professor Bonelli, dal titolo "Per Renato Bonelli (a cento anni dalla nascita)", si svolgerà secondo il programma che segue:

Ore 15,00 - 19,00 coordina Corrado Bozzoni

Renato Masiani - Preside della Facoltà di Architettura
Francesco Paolo Fiore - Direttore del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell'Architettura
Alessandra Mottola Molfino - Presidente Nazionale Italia Nostra
Francesco Scoppola - Direttore Regionale per i Beni culturali e paesaggistici dell'Umbria

Lucio Riccetti - Università di Perugia, Italia Nostra Gli studi sul Duomo di Orvieto
Gianfranco Spagnesi - "Sapienza" Università di Roma Gli studi sul primo Cinquecento romano
Marilena Rossi - Archivio di Stato di Terni L'impegno civile nell'immediato dopoguerra
Vittorio Franchetti Pardo - "Sapienza" Università di Roma L'attività presso l'Ufficio Studi dell'INA-Casa
Antonello Alici - Università Politecnica delle Marche, Italia Nostra Gli anni alla Segreteria di Italia Nostra

Attilio Bartoli Langeli - Presidente della Deputazione di Storia Patria per l'Umbria
Conclusioni

Renato Bonelli, uno dei massimi teorici del restauro critico, nasceva a Orvieto il 3 gennaio 1911.  Dopo il conseguimento della Libera Docenza in Storia dell'arte e Storia e Stili dell'architettura, dal 1962 è Professore Ordinario di Storia dell'Architettura nella facoltà di Architettura di Palermo, dove  rimane sino al 1968, quando torna a Roma all'Università "La Sapienza"; da questo stesso anno è anche direttore dell'I­stituto di Fondamenti dell'architettura. Si può dire che l'elemento unificante in tutta l'attività di Bonelli, sia in quella di studioso di storia dell'architettura che quella di teorico del restauro e di docente, sia stata una continua riflessione sul metodo, la qualità e la continuità del processo critico.
Negli anni in cui Bonelli partecipa al dibattito sui temi del restauro architettonico, dell'ambiente e dell'integrazione nuovo-antico, molto del suo impegno è al servizio dell'Associazione "Italia Nostra", di cui è segretario nazionale dal 1960 al 1964. In questa veste, tenterà in ogni modo di dare un 'metodo' all'Associazione e di fornirle un 'sistema concettuale', cominciando dal tema della città e costruendo opportune categorie - l'ambiente urbano, la città come 'linguaggio', la pianificazione urbanistica, il sistema normativo - tramite le quali operare, fin quasi a rifondare il problema stesso dei centri storici.

Per un inquadramento sintetico della figura e dell'opera di Renato Bonelli, pubblichiamo in notizia correlata il necrologio scritto da Giovanni Carbonara e Lucio Riccetti, comparso nell'anno della morte sulle pagine del Bollettino della Deputazione di Storia Patria per l'Umbria.

Il Necrologio di Renato Bonelli scritto nell'anno della morte (2004) da Giovanni Carbonara e Lucio Riccetti

Commenta su Facebook