cultura

Il prof. Lucio Villari al liceo Majorana sabato 20 novembre nell'ambito di "Orvieto Food Festival"

mercoledì 17 novembre 2010

Sabato 20 novembre alle ore 11,00, nell'ambito della manifestazione Orvieto Food Festival, il prof. Lucio Villari, docente di storia contemporanea presso l'Università degli Studi Roma Tre ed autore di importanti libri sulla storia dal Settecento al Novecento, incontra gli studenti delle classi quarte e quinte del Liceo Majorana e gli studenti del Liceo d'Arte e Classico. Conduce Biancamaria Bruno (Direttore di "Lettera Internazionale").

Il prof. Villari presenterà il suo ultimo lavoro sul Risorgimento italiano "Bella e perduta. L'Italia del Risorgimento" (2009, Editori Laterza). Ha detto l'autore in un'intervista rilasciata quando uscì il libro alla fine dello scorso anno: "Il Risorgimento è stato spesso soffocato dalla retorica. Adesso invece accade il contrario: ricorrenze e festeggiamenti ne coprono il senso più vero, di humus fondamentale delle nostre origini, mentre le vicende risorgimentali si presentano sempre più come reperti d'antiquariato. Con Berchet, Carducci, Mameli, Ippolito Nievo, ma anche con Carlo Cattaneo e Vincenzo Gioberti, questo momento della nostra storia fu epico e combattivo.

Altro che le interpretazioni di quei ricercatori come Angela Pellicciari - il cui libro è stato addirittura consigliato dal premier - dell'"altro" Risorgimento ovvero dell'imperialismo piemontese e sabaudo che perseguitò i cattolici e si impossessò delle terre della Chiesa. Il Risorgimento fu invece una felice congiunzione astrale sotto il segno della modernizzazione. Per dirla con una battuta: la strada ferrata appena impiantata faceva da volano alla rivoluzione. Un momento memorabile anche per la giovinezza dei protagonisti, da Mazzini a Garibaldi a Mameli - che compone l'inno d'Italia a 20 anni e muore durante la repubblica romana del 1849 a soli 22 anni -, a Ippolito Nievo che a 17 anni partecipa al primo tentativo insurrezionale. Uno spirito unitario che nulla ha a che fare con i nazionalismi e torna ciclicamente a dare impulso alla nostra storia».

E, citando benedetto Croce, sull'attualità degli avvenimenti narrati ha aggiunto: "Ci sono popoli, come ci sono individui che hanno tratto forza di rinnovamento dalla nausea di se stessi, cioè del loro passato".


Questa notizia è correlata a:

Si alza il sipario su Orvieto Food Festival. Si inizia con "Signorelli incontra Signorelli". In Duomo giovedi 18 novembre alle ore 17

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità