cultura

Il "Metodo Montessori"

giovedì 10 dicembre 2009

Il Metodo Montessori crea una scuola di qualità, focalizzando la propria azione educativa su tre punti fondamentali: l'ambiente, il bambino, l'adulto. L'ambiente è puntualmente organizzato e risponde ai bisogni di ordine, concentrazione, movimento ed indipendenza del bambino, vero e proprio protagonista dello spazio in cui agisce in prima persona, chiamato a collaborare alle attività della giornata riordinando ciò che adopera, tenendo in ordine i diversi materiali, rispettando gli oggetti ed i lavori dei compagni.

Il bambino, in un ambiente così preparato, può realizzare il proprio sviluppo attraverso l'esperienza diretta. Contriamente a quanto si crede, in un'aula montessoriana vi sono alcune regole fondamentali riguardanti l'ordine e il comportamento, ma il bambino può scegliere liberamente le attività predisposte secondo il proprio interesse e portarle a termine nel tempo che gli è necessario, in modo indipendente e responsabile, fino a prendere a poco a poco coscienza dei propri sbagli e quindi arrivare all'autocorrezione e alla propria autogratificazione.

L'insegnante "montessoriano" si astiene quindi dai giudizi, confronti, gare, minacce e da ogni intervento superfluo, rispetta il nascere ed il progredire dell'autonomia facendo proprio il criterio secondo cui non esiste un processo educativo separato da un cammino autoeducativo.


Questa notizia è correlata a:

Arriva a Orvieto "La casa dei bambini". "Orvieto Bilingue" presenta il suo progetto di scuola bilingue montessoriana

Commenta su Facebook