cronaca

Giovane morto in gita a Milano originario di Orvieto. I ricordi degli amici

venerdì 16 ottobre 2015
Giovane morto in gita a Milano originario di Orvieto. I ricordi degli amici

Lacrime di dolore, di ricordo, per la morte di Elia Barbetti, il giovane studente precipitato dalla finestra dell’albergo di Milano dove era in gita scolastica. Il diciassette precipitato nel vuoto era originario di Orvieto, precisamente della frazione di Morrano.

Proprio a ricordare la sua vivacità, il suo sorriso, sono gli amici dell’infanzia. “Sembra ieri. Le interminabili giornate d'estate, i conflitti Morrano-alto/Morrano-basso, i giochi infantili che ci piacevano tanto, le abbuffate, gli intrugli con le verdure che prendevamo di nascosto dall'orto del nonno”, scrive in un post una delle amiche di Elia. Un messaggio subito condiviso da quel gruppo di amici che conoscevano Elia e che conservavano di lui bellissimi ricordi.

Elia Barbetti era nato proprio a Orvieto e aveva vissuto qui per anni, prima di trasferirsi con la famiglia a Cecina dove ormai viveva da tempo. Aveva ancora molti amici e soprattutto parenti, nonni e zia, che vivono a Morrano, paese di origine del padre.

Purtroppo Elia Barbetti, è morto nella notte tra mercoledì e ieri dopo esser caduto dal sesto piano dell’albergo-residenza per studenti “Camplus Living Turro” di Milano dove era in gita con i compagni del liceo scientifico Enrico Fermi di Cecina.

Finora, secondo il primo esito delle indagini e in attesa di ulteriori accertamenti (i rilievi della Scientifica e l’autopsia, che si svolgerà sabato), sarebbe successo questo: Elia, 17 anni, promessa del calcio, molto amato dai compagni per il suo bel carattere e con una naturale inclinazione a trascinare gli altri, si è sporto dalla finestra che ha un parapetto non alto, anzi addirittura basso in relazione alla statura del ragazzo, sul metro e ottanta.

Forse Elia si è sentito male e aveva bisogno di una boccata d’aria, forse si è chinato perdendo l’equilibrio e precipitando. Il corpo del giovane è stato trovato a cinque metri dal muro dell’albergo, a una distanza però “compatibile” per ampiezza con l’altezza della caduta.

L’autopsia su Elia: Nessun segno di violenza, solo traumi da caduta

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"