ambiente

Differenziata, Bagnoregio eccellenza del Lazio. A Roma il premio come "Comune riciclone"

martedì 17 dicembre 2019
Differenziata, Bagnoregio eccellenza del Lazio. A Roma il premio come "Comune riciclone"

Il Comune di Bagnoregio premiato al Terzo Ecoforum del Lazio tra le realtà più “riciclone” della regione. Il sindaco Luca Profili ha ricevuto, martedì 17 dicembre, il riconoscimento durante l'evento che si è tenuto all'Hotel Quirinale su via Nazionale, a Roma. Un appuntamento annuale, organizzato da Legambiente, che ha come obiettivo quello di riconoscere e incoraggiare le buone pratiche verso l'economia circolare.

“Dobbiamo puntare a costruire un modello Bagnoregio e il tema della raccolta dei rifiuti è centrale. Siamo orgogliosi di quanto il nostro comune è riuscito a fare sul fronte della differenziata – le parole del sindaco Luca Profili -. E’ doveroso un ringraziamento a tutti i cittadini di Bagnoregio e a tutti i lavoratori che si occupano di tenere pulito il nostro paese. Ringrazio per l'impegno il personale dell'ufficio tecnico e il dirigente Domenico Amadei.

Andare sopra il 70% è per noi un risultato straordinario, considerando soprattutto che il grande sviluppo turistico che abbiamo avuto ci impone il confronto con circa un milione di turisti all’anno. Alla luce di questa consapevolezza il risultato di Bagnoregio è ancora più prezioso e straordinario. Essere un'eccellenza sul fronte rifiuti è un punto che ci sta particolarmente a cuore. Nei prossimi mesi andremo anche avanti con lo sviluppo di politiche mirate per la promozione e concretizzazione di una cultura plastic free”.

Bagnoregio è tra i comuni con la più alta percentuale di raccolta differenziata dell'intero Lazio. Secondo i dati forniti dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra), che organizza il Catasto Nazionale dei Rifiuti, il comune della Teverina ha raggiunto il 76,40% di differenziata. Di fatto si tratta del sesto migliore posizionamento sui sessanta municipi della Tuscia. Questo è quanto emerge dai dati del ‘Rapporto Rifiuti Urbani Edizione 2019′.


Questa notizia è correlata a:

L'Umbria è tra le regioni peggiori del rapporto Pendolaria di Legambiente

Commenta su Facebook