ambiente

Conoscenza e responsabilità, le parole chiave della conferenza sulla manutenzione del territorio. Il caso Orvieto

martedì 25 giugno 2013

Nella prima volta in cui in una conferenza il rischio del territorio viene affrontato nella sua unità, indipendentemente dal fatto che gli eventi calamitosi si chiamino terremoto, frana o alluvione, l'agenda concreta da seguire si riassume nella parola d'ordine "conoscenza e responsabilità": arricchimento delle conoscenze scientifiche, a tutti i livelli, dei fattori di rischio, ma anche e soprattutto, della "vulnerabilità urbana"; responsabilità, che non è soltanto istituzionale, nel senso che le istituzioni non possono più, di fronte all'evento calamitoso, assumere un "atteggiamento fatalista", ma anche responsabilità individuale, quella dei piccoli gesti dei cittadini, che tutti insieme possono risultare, soprattutto se correttamente agevolati, in una vasta, insostituibile e continua opera di prevenzione.

È questo il messaggio che è emerso oggi a Perugia dalla prima Conferenza Nazionale per la Manutenzione e Cura del territorio a Rischio, organizzata dall'Alta Scuola di Specializzazione e Centro Studi per la Manutenzione e la Conservazione dei Centri Storici in Territori Instabili (un'associazione no-profit costituita dalla Regione Umbria, dai Comuni di Orvieto e Todi), in collaborazione con la Regione Umbria, il Comune di Perugia, l'Istituto per la Protezione Idrogeologica e l'Osservatorio per il Controllo e la Manutenzione Permanente del Colle di Todi e della Rupe di Orvieto. La conferenza, svoltasi nel pomeriggio presso la Sala dei Notari, era stata preceduta stamani dai lavori di tre sessioni parallele, rispettivamente dedicate ai problemi dei terremoti, delle frane e delle alluvioni, i cui documenti conclusivi hanno, nella seduta plenaria del convegno, costituito la base comune di discussione. "L'incontro - ha fatto sapere il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, con una lettera indirizzata al presidente dell'Alta Scuola Endro Martini - è senza dubbio di particolare interesse e considerazione per l'attualità e l'importanza delle tematiche che affronta, e sarei stato - ha aggiunto - davvero lieto di partecipare, se inderogabili impegni istituzionali non me lo avessero impedito".

"Tenevamo molto al fatto che questo convegno si svolgesse a Perugia - ha detto nel suo indirizzo di saluto Wladimiro Boccali, sindaco di Perugia -; l'attenzione e la cura per il territorio - ha aggiunto - è infatti un tema fondamentale, non soltanto per l'ambiente e la nostra sicurezza, ma anche come volano di sviluppo economico".

Tanto più in Italia - gli ha fatto eco, introducendo l'esposizione dei documenti propositivi elaborati nelle tre sessioni di lavoro, Stefano Aversa, presidente dell'Associazione Geotecnica Italiana -, dove la manutenzione è un tema di straordinaria caratura, visto il patrimonio ricchissimo, in termini di ambiente e cultura, che si ha l'obbligo di mantenere, poiché la manutenzione continua è un aspetto importante della prevenzione dei rischi. "Non parlerei di 'territori a rischio' - ha ammonito Lucio Ubertini, presidente onorario dell'Alta Scuola -, ma di manutenzione del territorio tout court, anche di quello, cioè, che non è a rischio, ma lo può comunque diventare".

"Le amministrazioni - hanno detto i relatori dei documenti - devono operare per scelte consapevoli ed assunzione di responsabilità, con una pianificazione degli interventi che va compiuta a 360 gradi, e alla quale deve contribuire l'azione individuale dei singoli cittadini". Un esempio? Per quanto riguarda i terremoti, la certificazione edilizia antisismica può giocare lo stesso ruolo positivo della certificazione energetica degli edifici, che ne aumenta la riqualificazione e il valore. E il Governo potrebbe altresì (questa una delle proposte avanzate) aumentare al 65 per cento la detrazione fiscale per tutti coloro che eseguono sulle loro abitazioni interventi di prevenzione antisismica. La prevenzione - è stato detto - è infatti anche una somma delle piccole azioni quotidiane compiute dai singoli, che tutte insieme ne travalicano i limiti e giungono a risultati di valenza e portata generale.

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno