ambiente

Microarchitetture del quotidiano: corpi e relazioni per un modo nuovo di intendere l'architettura nelle città

lunedì 25 febbraio 2008
Si svolgerà il 2 marzo a Milano, a cura del Politecnico di Milano e della rete delle "Città vicine", il Convegno su "Microarchitetture del quotidiano. Sapere femminile e cura della città". Pubblichiamo, da oggi a seguire, alcuni degli interventi preparatori del congresso che, non prettamente contestualizzati in qualche realtà locale, possono risultare di interesse generale e, magari, anche di stimolo e di riflessione per la nostra realtà cittadina. La rete delle "Città Vicine" riunisce uomini e donne - urbanisti/e amministratori/e, cittadini/e che condividono un modo innovativo di affrontare il tema della città e dell’architettura. L’intento è di raccogliere e promuovere esperienze di progetto urbano che esprimano la cura della città a partire dai corpi che la abitano e dalle relazioni che la attraversano. Nell’epoca della “surmodernità” la città pare vivere esigenze in forte contrasto. Da un lato sta la questione ambientale che comprende una lunga serie di istanze (aria pulita, traffico diradato, tempo lento, consumi consapevoli) che pongono il tema del limite. Dall’altro sta una sorta di “egoismo tecnologico” che impone e si impone una strada senza via d’uscita di consumo cieco e irrinunciabile che guarda con insofferenza qualsiasi limitazione. Dal sapere femminile addestrato all’intelligenza domestica e all’arte della cura – un sapere capace di uscire dalle case e porsi come competenza sul mondo – sono nate e possono svilupparsi pratiche di progetto e di politiche spaziali in grado di ricucire la ferita ecologica ed esistenziale delle nostre città con una sorta di mediazione tra la “sfida tecnologica” e la verità dello “stato di fatto delle cose”. Il codice della cura può apparire un paradigma antico e sembra contraddire il mito di una potenza tecnologica che si attiva a superare ogni confine naturale e corporeo, tuttavia può sembrare il più adatto ad affrontare il panorama sociale che si va delineando nel nuovo secolo. Un secolo che vede il mescolarsi delle dimensioni del pubblico e del privato grazie alla crescita del protagonismo femminile nella scena del mondo, all’affermarsi dell’associazionismo e delle iniziative spontanee delle e dei cittadini, al potenziamento di una sempre più larga economia di servizi oltre che alla necessità della cura per le cose, per la terra e per l’ambiente. Il discorso sulla città può partire solo dall’attenzione alla natura sessuata dei corpi che la abitano e al loro divenire. Non solo quindi un corpo standard, un utente appiattito rispetto a un’unica funzione, come fu concepito secondo il paradigma produttivo della città industriale, ma dai mille corpi abitanti, dalla “città delle molte genti”. Come trovare una misura che raduni e concili le molteplici vite che compongono la nostra società ormai sempre più complessa? Ad esempio prendendo come unità di misura i corpi dei più piccoli, i corpi di bambine e bambini rispetto ai quali ricongiungere spazialmente i corpi delle donne e degli uomini con le loro reciproche differenze, dei disabili, degli anziani e dei giovani. Ormai da molti anni a partire dalle istanze femminili e dalla necessità di conciliare tempi di vita e tempo del lavoro, sono nate le politiche dei tempi urbani, ora “Urbanistica dei tempi”, nella ricostruzione disciplinare che ne ha fatto Sandra Bonfiglioli. Questa produzione fertile ha avuto una ricaduta sull’organizzazione degli spazi, dando origine a una nuova generazione di progetti chiamati microarchitetture del quotidiano. Le microarchitetture si espandono tra le molteplici tipologie dei viventi, diventano percorsi protetti, panchine e agevoli scalinate, luoghi di sosta e di riposo, oggetti nuovi e imprevisti utili allo scambio e alla relazione, esperienze assennate per l’economia delle città, arte urbana, luci e ombre, arte della cura. Una città che accoglie dentro le sue antiche pietre e i suoi nuovi cementi la misura dei piccoli, dove una carrozzina scivola facilmente sui marciapiedi e per le strade, dove una madre può cambiare o allattare il suo bambino nei bar e nei locali pubblici, dove un nonno può trasportare il passeggino per le scale del metrò o salire agevolmente su un autobus, dove scuole, cortili e giardini si aprono nel tempo del giorno: è una città che cambia il suo volto e insieme il carattere del welfare non più ridotto a semplici strutture di asilum, di ricovero in spazi protetti. Si configura una città aperta tra pubblico e privato, in cui il pubblico si fa domestico. È un cammino già in parte intrapreso in molte città, soprattutto del Nord Europa, e rispetto al quale il Convegno delle "Città vicine" vuole chiamare a raccolta intelligenze ed esperienze di donne e di uomini. In correlata il primo dei contributi che pubblicheremo.

Microarchitetture del quotidiano. Contributo di Anna Di Salvo dellassociazione 'Citt felice' di Catania: il senso dell'abitare e la qualit della vita gestiti dai/dalle cittadini/e

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 giugno

Eliot ha sbagliato mese

Concluso il corso "Istruttore C-Ied Awareness" per gli allievi marescialli del 19esimo corso "Saldezza"

Ferma opposizione della Fondazione Cro alla fusione della banca

"Ludi alla Fortezza", la soddisfazione di Orvieto 1264 per l'edizione zero

Germani: "Amministrazione contraria alla fusione"

Attività antincendi boschivi, approvato il quadro delle esigenze per la convenzione con i vigili del fuoco

Parere tecnico di Praesidium sulla trasformazione della Cro

Luci sulle livree orvietane alla cronoscalata Pieve Santo Stefano

Caso migranti, sospesa l'accoglienza al centro di Tordimonte

Non solo Alfina, l'esito dell'assemblea "No Geotermia" a Ischia di Castro

Ultimi giorni per i giovani che non vogliono essere “fuori tempo”

Emergenza calore, temperature fino a 37°. I consigli utili

Categorie e Sindacati al fianco della Fondazione Cro, il sindaco chiede l'intervento del Governo

Ospedale, il Tar respinge la richiesta di sospensione cautelare

"Nuovi interventi per l’inclusione sociale e la lotta alla povertà. 22,5 milioni ai Comuni"

"Tuscia Film Fest 2017", arriva anche Michele Placido con "7 Minuti"

"La cultura non si mette a(l) bando". Serata di festa, protesta e proposta al Mancinelli

"Arte e Fede", bilancio positivo per la 12esima edizione del festival che accompagna al Corpus Domini

Necropoli del Vallone di San Lorenzo, ad agosto prendono il via gli scavi archeologici

Vetrya Orvieto Basket, quattro ragazzi convocati in rappresentativa regionale

Centro di accoglienza di Tordimonte, Olimpieri (IeT) vuole vederci chiaro

La Notte Romantica ne "I Borghi più belli d'Italia" fa il bis. Le proposte a misura di coppia

Aree danneggiate dal terremoto, operativo anche in Umbria il Fondo da 15 milioni a sostegno delle imprese

Simposio Europeo Enoturismo, a Orvieto l'assemblea dei sindaci dell'Associazione "Città del Vino"

Monteleone d'Orvieto aderisce a "Voler bene all'Italia", la festa dei piccoli Comuni

Siccità, piovono numeri nell'incontro in Regione. "Nessuna emergenza grazie a investimenti e strategia comune"

Il Coro Polifonico "Canto Libero" intona "Note per Ancarano" di Norcia

Pozzo di San Patrizio: l'Axis Mundi

"Governiamo con il 38%? Grazie!" Il PDL Orvieto risponde al centro-sinistra a suon di cifre e nomi

Muore per un malore. Anziano ritrovato in casa dopo giorni

Scoperto dalle Fiamme Gialle imprenditore orvietano non in regola con i versamenti INPS

Il PDCI Orvieto interviene sulle norme che regolano il mondo venatorio. Proposte e commenti

Fase II - Come si studia la politica

Giovedi 23 giugno al via i primi concerti di "Orvieto Musica", festival internazionale di musica da camera

"Un pirata convertito dallo sguardo di Gesù". Un emozionante Pietro Sarubbi a Arte e Fede #6

Radio Orvieto Web ricorda Francesco Satolli. In onda dalla mezzanotte del 21 giugno 4 puntate no stop di JazzCondicio

Grandi eventi a Orvieto. Per Pirkko Peltonen è davvero "la fine del mondo": "Tierra del Fuego: sì, Umbria Jazz Winter: sì, forse, come? Chi lo sa"

Politiche di genere... "metti in una Regione più donne che uomini". Convegno nella biblioteca storica di Monteripido a Perugia

La città verso la festa del Corpus Domini. Disciplina della viabilità durante le manifestazioni

Giovedi 26 giugno al "Festival d'Arte e Fede" il film "Uomini di Dio" di Xavier Beauvois

Venerdi 24 giugno al Teatro Santa Cristina di Porano, assemblea pubblica indetta dal Comune

Pascoli, D'Annunzio e Manzoni, on line impazza il toto-tema. "Notte prima degli esami" tranquilla grazie alla Polizia Postale

La città è donna. Leggendaria dedica una recensione di Maria Vittoria Vittori a "Dodecapoli"

"Fiumi di parole in libertà": l'ex assessora Calcagni commenta duramente le ultime esternazioni del sindaco Concina

'Dal Solstizio all’Equinozio': quattro notti d'estate sotto il cielo a cura della Speleotecnica e di Pegasus. la prima venerdì 22 giugno al parco delle Grotte

'Partecipazione è sviluppo, anche ad Orvieto?'. Venerdì 22 giugno Rifondazione Comunista organizza un incontro sugli scenari politici e economico-sociali della Città

Un dossier su Forza Nuova

Piccolo commercio. Siamo noi razzisti o sono loro fuorilegge ?

Orvieto Musica 2007 presenta il celebre Cassatt String Quartet

Orvieto città (quasi) medievale

Campionato Italiano Basket Femminile Serie B d’Eccellenza. Resi noti i calendari di gara per la Stagione 2007-2008. Gironi e struttura stravolti in una formula simile ai campionati USA

Cave in Umbria. Secondo l'assessore Bottini non sono fondate le preoccupazioni degli operatori del settore: soddisfatto il fabbisogno degli impianti e delle industrie ubicate sul territorio regionale.

Dal 2 luglio i lavori della rotatoria di Sferracavallo. Studiata per limitare il più possibile i disagi la nuova viabilità

Come sarà regolato il traffico nelle varie fasi dei lavori

Appello alla vigilanza democratica dei DS di Baschi e dell’Orvietano in occasione dell'apertura della sede di Forza Nuova. Ma niente manifestazioni provocatorie: piuttosto parliamo di Gramsci

Sabato 23 giugno a Baschi un incontro su Antonio Gramsci

La giunta approva importanti progetti esecutivi. Via libera al Palazzo delle Istituzioni e al consolidamento di Rocca Ripesena

Teatro amatoriale: il Gruppo Teatrale Castel Giorgio presenta la terza edizione della rassegna 'Trateatri'

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni