politica

Ghinassi: "Per entrambi i ricorsi attendiamo fiduciosi"

giovedì 15 ottobre 2020
Ghinassi: "Per entrambi i ricorsi attendiamo fiduciosi"

Mercoledì 14 ottobre dinanzi al Tar del Lazio si è tenuta la prima udienza per il ricorso presentato per ottenere l'annullamento del permesso di ricerca dell'impianto geotermico di Castel Giorgio. In accoglimento della richiesta, il collegio ha fissato l'udienza di merito il 12 gennaio 2021 all'esito della quale si avrà la decisione definitiva sul ricorso. Il sindaco di Castel Giorgio, Andrea Garbini, nel ringraziare gli altri Comuni che sostengono l’azione legale, ha espresso soddisfazione per questo parziale risultato.

Per il progetto riguardante Torre Alfina l'udienza al Consiglio di Stato è fissata il 22 dicembre 2020. Il ricorso è stato promosso dai Comuni di Acquapendente, Orvieto, Castel Giorgio e Castel Viscardo (cioè tutti i comuni citati in primo grado dalla ITW&LKW), dalla Provincia di Viterbo, dalla Regione Lazio, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e dal Ministero per i Beni Culturali e il Turismo.

"Per entrambi i ricorsi - afferma il sindaco di Acquapendente, Angelo Ghinassi - attendiamo fiduciosi. La battaglia in ogni caso continuerà perché nessun impianto è accettabile senza il consenso di chi sul territorio ci vive. Il fatto che tutti i Comuni abbiano espresso una decisa e concorde contrarietà non può essere un fatto secondario. La democrazia viene prima degli interessi di impresa".

 


Questa notizia è correlata a:

Geotermia, il Tar accoglie l'istanza proposta dai Comuni