cultura

A Palazzo Cozza Caposavi si presenta il libro "Epidemie, ospedali e medicina ad Acquapendente"

venerdì 17 settembre 2021

Palazzo Cozza Caposavi, fresco della join venture appena siglata con Vittorio Sgarbi e Palazzo Doebbing di Sutri, continua ad attrarre pubblico e a proporre eventi culturali nella bella città lacustre di Bolsena, distinguendosi nonostante il delicato momento storico nella realizzazione di eventi in sicurezza e di interesse per un pubblico sempre più vasto. Accanto alla Biennale del Merletto, che sarà possibile visitare in alcune sale del palazzo nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 settembre, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19, le porte di uno dei poli culturali più attivi della provincia di Viterbo, domenica 19 settembre alle 18 si aprono così anche per ospitare la presentazione di un libro che affronta il tema delle pandemie nei secoli tra lo Stato Pontificio e il Gran Ducato di Toscana.

Si tratta di "Epidemie, ospedalità e medicina di Acquapendente. Il morbo alla soglia del confine pontificio con la Toscana" curato dall'architetto Renzo Chiovelli, docente presso la Sapienza Università di Roma, e contenente interessanti cenni storici su Bolsena e l'Alta Tuscia. L'iniziativa è patrocinata dal Rotary Club di Pitigliano - Sorano - Manciano e l'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano - Comitato Provincia di Viterbo, per il quale il professor Antonio Quattranni farà un'introduzione insieme al dottor Francesco Rollo, primario dell'Ospedale di Acquapendente e storico della medicina. I saluti di apertura sono affidati a Francesco Cozza Caposavi. L'evento di svolgerà nel pieno rispetto delle normative governative in materia di contenimento e prevenzione del Covid-19. A causa del limitato numero dei posti, è obbligatoria la conferma di partecipazione al numero 342.853073.