cultura

"Incontri umbri per il futuro del libro", sabato 18 settembre appuntamento al Palazzo dei Sette

martedì 14 settembre 2021

Chiarire le ragioni della crisi attuale del libro grazie alle riflessioni e alle idee che emergeranno dal confronto, per assicurare al libro un futuro basato non solo sugli interessi di alcune categorie produttive e distributive, ma anche e soprattutto su quelli dei lettori. Punta a questo l'annunciato incontro in programma per sabato 18 settembre alle 9.30 al Palazzo dei Sette nella Sala Cittaslow. Si tratta del terzo ed ultimo incontro organizzato dal Gruppo Umbro per il Libro "Prossimo Futuro" con il patrocinio del Comune.

Dopo quello di Gubbio, che sulla memoria delle Tavole Eugubine ha affrontato la questione della tangibilità della scrittura e del libro, e quello di Foligno che, in ricordo della editio princeps della Comedìa dantesca, ha trattato la questione della produzione e diffusione del libro, l'incontro orvietano per il futuro del libro invita a dibattere, ispirati dalle narrazioni affrescate da Beato Angelico, Benozzo Bozzoli e Luca Signorelli nel Duomo, sullo stretto del legame da sempre esistente tra urbs e civitas, tra struttura urbanistica e l’insieme dei suoi cittadini, che è unico e irripetibile.

Ad aprire il confronto, coordinato da Riccardo Campino e moderarlo da Jessica Cardaioli, sarà il saluto del sindaco e assessore alla Cultura, Roberta Tardani a cui seguiranno gli interventi di Pier Giorgio Oliveti (Dalla città al libro, dal libro alla città), Deanna Mannaioli (Libri e saperi), Riccardo Campino (Il futuro dei luoghi della lettura di una città: la libreria), Giovanna Giubbini (La cultura del viaggio attraverso le guide per viaggiatori e turisti), Adriana Chemello (Inventare il futuro: dalla parte della lettrice), Mario Squadroni (L’insegnamento di Monaldo: prospettive delle biblioteche d’autore in Umbria), Giuseppe Bearzi (Un “varietas culta” anche per i libri), Enzo Santese (Civitas atque liber), Franco Papetti (Libri, testimoni del passato per fare il futuro) e del presidente del Forum del Libro, Maurizio Caminito (E-Lov, leggere ovunque). 
 
Gli atti umbri per il futuro del libro, raccolta degli interventi di Gubbio, Foligno e Orvieto saranno sottoposti, infine, ai membri del Forum del Libro e inviati alle istituzioni, gli studiosi e le personalità del mondo culturale autorità, politico ed editoriale affinché le idee e le  proposte emerse dal dibattito possano diventare azioni concrete. L'ingresso è libero nel rispetto delle misure anti Covid e Green Pass.