cultura

"Il mio primo centenario". L'omaggio di Parrano al poeta Gaio Fratini

lunedì 13 settembre 2021

Come annunciato, domenica 12 settembre, a Parrano la terra del padre Gaetano, poeta e magistrato, nella piazzetta a lui intitolata, il grande poeta Gaio Fratini (1921-1999), è ritornato nel libro "Il mio primo centenario" (Futura Libri), che lo ricorda con dovizia di testimonianze e di immagini come "il principe degli epigrammisti" e firma illustre di decine di giornali e di programmi Rai.

Dopo i saluti del sindaco Valentino Filippetti, del consigliere della Provincia di Terni Isabella Tedeschini, del figlio Marco Fratini e del presidente  della Società Operaia Roberto Todini, il giornalista e scrittore Antonio Carlo Ponti, curatore del volume, ha illustrato la portata culturale quale omaggio a un umbro di  eccezionale valore cui va riconosciuto il posto giusto nella letteratura  italiana del secondo Novecento.  

A seguire ne hanno parlato lo scrittore e giornalista di Repubblica Filippo Ceccarelli, autore della bella prefazione, e i professori Giuseppe Maria Della Fina e Giancarlo Baffo. E’ stato proiettato, inoltre, un documentario di Velio Baldassare estratto dalle Teche Rai che è intervenuto. Dal libro emerge che il poeta è tuttora vivo nei suoi versi coraggiosi e nel ricordo di quanti lo lessero ammirati e gli vollero bene. Nel suo intervento Filippo Ceccarelli ha ricordato come Gaio sia stato un anticipatore che ha saputo cogliere il cambiamento portato dalla crisi delle grandi ideologie.