cronaca

"Domenica 9 e domenica 16 maggio Vaccine Day per i cittadini estremamente vulnerabili"

giovedì 29 aprile 2021
"Domenica 9 e domenica 16 maggio Vaccine Day per i cittadini estremamente vulnerabili"

"L’Umbria con 295.512 dosi di vaccino somministrate si colloca prima tra le regioni italiane. Ma il numero di dosi di vaccino inoculate non va intesa come una gara, bensì come un importante indicatore per misurare l’efficienza delle nostre strutture, del coordinamento sul territorio e della distribuzione corretta dei professionisti, medici e infermieri che operano nei punti vaccinali".

A fornire il dato è stato l’assessore alla Salute della Regione Umbria, Luca Coletto, nel corso della conferenza stampa di aggiornamento settimanale relativa alla gestione dell’emergenza Covid sul territorio regionale.

Presenti, oltre all’assessore Coletto, il direttore regionale alla Salute e Welfare, Massimo Braganti, che ha portato un breve saluto nel suo primo giorno di attività in Regione, il commissario Covid, Massimo D’Angelo, gli amministratori di Umbria Salute e Umbria Digitale, Giancarlo Bizzarri e Fortunato Bianconi, i dottori Carla Bietta e Mauro Cristofori del Nucleo epidemiologico regionale.

"La curva epidemiologica si sta stabilizzando – ha detto l’assessore Coletto – e l’obiettivo che ci poniamo, con l’auspicio di avere a disposizione i vaccini, è quello di immunizzare in tempi brevi la popolazione”. 

Sempre sul fronte delle vaccinazioni l’assessore ha annunciato che “dopo il buon risultato della scorsa domenica dedicata all’immunizzazione degli over 80, si pensa di programmare altri due Vaccine Day nelle domeniche del 9 e 16 maggio per anticipare la vaccinazione di 10.000 soggetti vulnerabili già prenotati a giugno e ai quali verrà somministrato il vaccino Pfizer già assegnato”.

L’assessore ha reso noto inoltre, che la prenotazione della vaccinazione si può effettuare anche su “SanitApp”. Per accelerare la vaccinazione degli over 80 nelle aree più decentrate – ha riferito il commissario D’Angelo – un team vaccinale dell’Esercito vaccinerà a domicilio per evitare a questa fascia della popolazione spostamenti, mentre tra il 15 e il 20 di maggio si prevede di completare la vaccinazione per i soggetti di età compresa tra i 70 e 79 anni.

Allegato 1