sport

Scherma: Prova a Squadre Serie C2 - Orvieto Femminile 2° e promossa in C1, Orvieto Maschile 4°

martedì 14 gennaio 2020
Scherma: Prova a Squadre Serie C2 - Orvieto Femminile 2° e promossa in C1, Orvieto Maschile 4°

Strepitoso fine settimana per la Uisp Scherma Orvieto. A Roma, nella splendida location del Pala Bocce al Torrino, si sono svolte le gare a Squadre di Serie C2. Sabato 11 gennaio è scesa in pedana la squadra maschile con Francesco Di Nicola, Manuel Caiello, Emanuele Tabarrini e Giordano Giovannini, seguiti dal Maestro Domenico Lo Conte. Una gara impeccabile. I ragazzi hanno superato una dopo l'altra le squadre di Sassari, Valdera, Roma Capitolina e Frosinone per arrivare così alla semifinale contro Pisa, alla quale si sono arresi solo dopo aver lottato fino alla fine.

Si sono dovuti, quindi, accontentare della finalina per il 3-4 posto con Prato, anche questa persa per poco dopo un assalto tirato fino all’ultimo. Alla fine, quindi, la posizione in classifica è il quarto posto, ai piedi di un podio insperato ma sicuramente alla portata di una squadra ancora giovane. Se per la qualificazione della squadra maschile si dovranno attendere i ripescaggi all'inizio della prossima stagione, per la squadra femminile la promozione in C1 è certa fin da subito.

La squadra composta da Sofia Cherubini, Giulia Radicchio, Elena Franceschini e Giada Dominici, seguite dal Maestro Davide LO CONTE, infatti, domenica 12 gennaio si è classificata seconda dopo una gara splendida. Le schermitrici orvietane hanno superato una dopo l'altra Colleferro, Ostia, Anzio e Musumeci Roma per arrivare a tirare e purtroppo perdere la finale per il primo posto con le conosciute ragazze di Spoleto. Un secondo posto che garantisce la promozione in C1, in una categoria nazionale in cui sicuramente il livello è più alto, e che ha portato sempre più in alto l'umore di tutto il gruppo.

"E' stata una esperienza bellissima - commentano dalla dirigenza della Asd Uisp Scherma Orvieto - con adrenalina a mille, che ha dato ad entrambe le squadre, sia maschile che femminile, maggiore consapevolezza nei propri mezzi e anche lustro alla nostra città. Sia le ragazze che i ragazzi si sono divertiti molto e il gruppo si è ulteriormente unito e rafforzato. Ancora di più facciamo appello alle istituzioni locali affinché volgano un po’ di attenzione a questa realtà, che dopo 17 anni di esistenza non trova una location dove poter avere una Sala Scherma dedicata".

 

Commenta su Facebook