sport

Sei mesi di squalifica a Fanka e la Pro Ficulle si arrabbia

mercoledì 11 dicembre 2019
Sei mesi di squalifica a Fanka e la Pro Ficulle si arrabbia

Era solo lunedì 9 dicembre quando la Pro Ficulle, visto l’arbitraggio della domenica a Santa Sabina, ha scritto una lettera all’Associazione Arbitri e alla Federazione chiedendo una maggiore attenzione nella selezione degli arbitri, in quanto assolutamente inadatti al rapporto umano che è una delle doti se non la maggiore dote che dovrebbero avere. Ironia della sorte e come un fulmine a ciel sereno arriva la squalifica di Steeven Gerard Fanka quasi fosse una punizione alla nostra lettera. Non vogliamo pensare ad una persecuzione anche se “civilmente” ne chiederemo conto.

Attendiamo di leggere il referto arbitrale per capire quale altro errore, oltre a quelli fatti nella direzione della gara, sulla quale saremo più puntuali nella stesura del reclamo, ha fatto il signor Lorenzo Angelella della sezione di Perugia. Definirlo inadatto al ruolo, è un vero blando eufemismo e non capiamo perché lo vedano solo le società e non i designatori e i dirigenti arbitrali.
Di questo ci dispiace molto.

Avevamo chiesto rispetto ci è stato risposto con una portellata in faccia, non crediamo sia questo il metodo ne il risultato che si possa perseguire sia per le società sia per gli arbitri che per la federazione. Ci sentiamo offesi speriamo solo di avere il modo e l’opportunità di ritornare in argomento con reciproca apertura all’ascolto. Ai nostri atleti e ai tifosi tutti chiediamo di stringersi ancora di più intorno alla società.

Siamo solidali con Steeven Gerard Fanka, ragazzo serio, solare, e mai fuori dalle righe, in quanto presenti in campo, non abbiamo visto niente che possa giustificare la sua squalifica, se non motivi che non emergono in modo evidente sui quali chiederemo spiegazioni. Domenica 15 dicembre, tutti al Muzi per sostenere la Pro Ficulle.

Fonte: Pro Ficulle

Commenta su Facebook