sport

In sella per la quarta edizione della Corsa Cobram del Trasimeno

mercoledì 12 giugno 2019
In sella per la quarta edizione della Corsa Cobram del Trasimeno

"Sono ore di ansia a Castiglione del Lago per l’inesorabile avvicinarsi della Corsa Cobram, arrivata alla sua quarta tragica edizione. C'è un misto di attesa e timore nel centro lacustre per la gara che si dipanerà sul famigerato “circuito della collina”: una prova che viene vissuta con paura dai suoi malcapitati iscritti, tutti obbligati e nessun volontario, dal terribile Dottor Ing. Gran Mascalzon di Gran Croc. Visconte Cobram a partecipare e immolarsi in questa pericolosa e inutile corsa ciclistica».

Questa è la singolare presentazione della quarta edizione della Corsa Cobram del Trasimeno, un evento goliardico e a carattere benefico organizzato dall'Associazione "Quelli del 65", che si svolgerà domenica 16 giugno dalle 9.30: il luogo ideale per i nostalgici delle imprese fantozziane e in generale per gli amanti del ciclismo d'altri tempi.
«Il ciclismo è uno sport sano e alla portata di tutti - spiega il terribile visconte Cobram -, contro la vecchiaia e le malattie, ma soprattutto conferisce grande lucidità ed efficienza sul lavoro».

Si parte dalla piazza davanti alle ex Scuole Elementari di Via del Forte con i migliori velocipedi, seguiti e preceduti da motocicli e veicoli d'epoca, con uno strampalato corredo di abbigliamenti "vintage" o di ispirazione fantozziana, che si daranno battaglia sulle strade castiglionesi, fra una salita in sella "alla bersagliera" e la somministrazione della "bomba" energizzante e allucinogena, il varo della nave a cura della Contessa Serbelloni Mazzanti "Viendallago", l’esilarante tentativo di piantare una tenda al Campeggio Listro, un pranzo di nozze devastato dai ciclisti alla famosa “Trattoria al Curvone” e alla presenza delle massime autorità civili e religiose.

Organizzatori della kermesse sono "Quelli del '65", un gruppo di amici nato per festeggiare i 50 anni e diventati un'associazione di volontariato, con la missione di aiutare e sostenere progetti nel sociale e per la cultura del territorio. Quest'anno il ricavato della Cobram, detratte le spese organizzative, verrà devoluto per il recupero del patrimonio artistico e storico locale. I partecipanti sono invitati ad indossare abbigliamento d’epoca o d’ispirazione fantozziana, con particolare riferimento all’episodio della Coppa Cobram, presente nel film “Fantozzi contro tutti” del 1980. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Castiglione del Lago e dall'Associazione "I Borghi più belli d'Italia".

Commenta su Facebook