sport

Campo di calcetto di Canale, si aspetta il bando del Coni

venerdì 2 novembre 2018
Campo di calcetto di Canale, si aspetta il bando del Coni

E' stata discussa lunedì 29 ottobre dal Consiglio Comunale l'annunciata interrogazione con cui il capogruppo di "Identità e Territorio" Stefano Olimpieri chiedeva conto della sistemazione dell’impianto sportivo della frazione di Canale per capire se da parte del Comune ci fosse almeno la volontà di agire rapidamente per riqualificare il campo di calcetto e gli spogliatoi.

"Conosciamo le problematiche legate a Canale - è stata la risposta della vicesindaco Cristina Croce, sua la delega allo sport - tanto che a dicembre 2017 l’Amministrazione Comunale ha deliberato un progetto di riqualificazione del manto dei campi di calcio situati nelle frazioni di Morrano, Ciconia e Canale, di proprietà del Comune di Orvieto ai fini dell’accesso ai finanziamenti previsti dal Fondo ‘Sport e Periferie’ istituito dal Ministero dell’economia e delle finanze, da trasferire successivamente al Coni, che favoriva la presentazione da parte degli Enti Locali di proposte di intervento per la realizzazione, la rigenerazione o il completamento di impianti sportivi in vista della predisposizione del nuovo piano pluriennale degli interventi. La scelta di avanzare una proposta di intervento nelle frazioni comunali, è stata dettata dal fatto che i tre impianti di Morrano, Canale e Ciconia sono al momento i più critici. 

La possibilità di realizzare tali lavori rientra nell’ambito degli interventi sugli impianti sportivi che sono stati già realizzati nel 2017, anno in cui il nostro Comune ha ottenuto il riconoscimento di ‘Città Europea dello Sport’, lavori che hanno riguardato la messa in sicurezza e la riqualificazione degli impianti più grandi, la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture minori. Per il finanziamento che deve derivare dal bando del Coni, attualmente siamo in attesa della risposta sui progetti che superavano il tetto dei 200 mila euro. Sono in contatto con il Coni per capire quando ci verrà concesso il finanziamento ed anche per quanto riguarda altri bandi. Reputiamo positivo il fato di aver potuto intercettare i bandi del Coni avendo progetti alla mano". 
 
Parzialmente soddisfatto, il consigliere di minoranza. "Rispetto alle promesse fatte - ha detto  siamo ancora lontani dall’averle realizzate. Aspettiamo il bando del Coni, però i finanziamenti promessi per il progetto di Città Europea dello Sport sono ancora lontani".

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 febbraio

In cammino con il CAI, costeggiando Allerona e i suoi verdi dintorni

Visite pastorali alle Vicarie della Diocesi di Orvieto-Todi. Si inizia da quella di San Giuseppe

La filosofia come scienza di vita al "Caffè Letterario" di Viterbo

Unitus, la ricerca di Agraria e Ingegneria ai vertici in Italia

Affarismi

Zambelli Orvieto dispiaciuta ma pronta a reagire, lo dice Giulia Kotlar

Lavori a Duesanti su strade ed aree pubbliche, in corso la bitumatura nel centro storico

Verso la riqualificazione dell'ospedale. I lavori inizieranno a marzo

Castello di Alviano aperto alle gite scolastiche da tutta Italia

Fiori, i candidi fiori

Unitus, Fondazione Carivit e Accademia dei Lincei insieme per una nuova didattica nella scuola

Beni culturali e sisma, la Regione promuove una mostra alla Rocca di Spoleto di opere recuperate e restaurate

Prorogata fino al 5 marzo la mostra delle Fiaccole Olimpiche

Seconda edizione per "Corri...Amo Orvieto", tappa del 13° Criterium Uisp Gare su Strada

Gori (Anci) replica alla CNA: "La fusione a freddo non funziona"

Per "Amateatro" al Cinema Teatro Amiata "Arriva l'ispettore"

Al Mancinelli "Caruso e altre storie italiane". Nel foyer incontro con il coreografo Mvula Sungani

Via il palo, dentro un milione di visitatori a Civita. Bigiotti: "Al lavoro per potenziare l'offerta turistica"

Convegno su "Aree Interne. Quali prospettive per lo sviluppo del territorio?"

Reduce dal palco di Sanremo, Elodie incontra il pubblico dell'Umbria

Anna Mazzamauro è "Divina". Doppio appuntamento e risate a non finire