sport

La Zambelli Orvieto ha messo in vetrina Irene Zonta

mercoledì 10 gennaio 2018
La Zambelli Orvieto ha messo in vetrina Irene Zonta

Che la fine del vecchio anno e l’inizio del nuovo fosse difficile lo sapeva bene la Zambelli Orvieto ed è per questo che fa drammi, per giunta penalizzata dall’affrontare le avversarie con qualche problema d’infermeria. Non avversarie qualsiasi, bensì le migliori della serie A2 femminile, quelle che lottano per la promozione come Mondovì e San Giovanni in Marignano, rispettivamente prima e quarta dell’attuale classifica. Se poi si affrontano in trasferta senza poter contare su due titolari come Aricò e Grigolo, i due terminali più prolifici delle tigri gialloverdi, allora si capisce che il compito era quasi proibitivo.

Ma pur in situazione d’emergenza le rupestri hanno dimostrato di tenere un positivo atteggiamento in campo e hanno venduto cara la loro pelle, meritando gli elogi del proprio staff tecnico e la considerazione delle avversarie. A ritagliarsi uno spazio importante nell’ultima gara è stata l’opposta Irene Zonta che dice: «Sapevamo che non era facile affrontare la squadra romagnola, una delle più in forma del campionato, e certo non ci ha aiutato la vigilia perché oltre agli infortuni si è aggiunta l’influenza che ha colpito altre compagne. Nonostante ciò siamo partite bene, abbiamo avuto ottime percentuali e questo ci ha permesso di portare a casa il primo set. Nel resto della partita abbiamo perso incisività, complice un'attenta difesa delle avversarie. Le assenze mi hanno permesso di debuttare da titolare, all’inizio confesso che ero parecchio tesa ma le mie compagne e soprattutto coach Solforati sono riusciti a trasmettermi sicurezza. Non sono mai contenta delle mie prestazioni perché vorrei dare di più ma spero, nonostante la sconfitta, di aver lasciato qualcosa di positivo nella gara e ripagato la fiducia».

Il prossimo appuntamento casalingo non farà differenza dato che tra le mura amiche del palasport Alessio Papini arriverà un’altra candidata al salto di categoria, quel Cuneo che si trova a guidare la graduatoria della seconda categoria nazionale. «Speriamo di recuperare velocemente l’intero organico in modo da poter lavorare con maggior intensità e preparare al meglio la partita di domenica prossima. Contro Cuneo torniamo a giocare davanti al nostro pubblico, sarà una partita difficile, loro sono attualmente in testa alla classifica, ma nonostante questo sono sicura che riusciremo a sfoderare un’altra prestazione importante».

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio