sport

L'Orvietana chiude con un roboante 6 a 1 sui volenterosi giovani dell'Arrone

lunedì 25 aprile 2016
di Roberto Pace
L'Orvietana chiude con un roboante 6 a 1 sui volenterosi giovani dell'Arrone

L’ultima giornata di campionato riposiziona meritatamente l’Orvietana al secondo posto. Risultato giusto, perché la squadra biancorossa, Orte esclusa, è quella che ha avuto il rendimento più costante nell’arco delle trenta partite. Secondo posto abbastanza importante in chiave play off. In quanto, l’Orvietana giocherà in casa il primo e auspicabilmente anche il secondo big match, con la possibilità di due risultati su tre. Domenica 1° Maggio scenderà al Muzi la Nuova Gualdo Bastardo, inaspettatamente battuta in casa dal Bevagna, già retrocesso. Una volta superato il primo ostacolo toccherà alla vincente tra Assisi e Campitello presentarsi al polisportivo orvietano.

Andando oltre, si arriverebbe all’ultima sfida con la formazione vincente i play off del girone A. Un quadro complesso, il cui esito, oggi, non offre certezze. Si dovrà attendere la conclusione della serie D, confidando nell’accesso e successiva salvezza nei play out del Sansepolcro. In alternativa, l’esito di vicende societarie cui sono interessati alcuni club umbri, con la possibilità che si liberi qualche altro posto. Troppo presto per avventurarsi. Meglio soffermarsi su quanto affermato dal tecnico, Massimiliano Nardecchia, al termine del roboante 6 – 1 sui volenterosi giovani dell’Arrone.

Tripletta per De Francesco, che chiude a quota ventitré, una rete ciascuno per Cochi, Frellicca e Carpinelli. Non c’erano Bagnato e Pallottino, che hanno chiuso anticipatamente la stagione causa infortunio, mancava lo squalificato De Michele, mentre, per Guida, Tonelli e Ammendola, tutti in odor di squalifica, la scelta è stata strategica. Match con poca storia, Orvietana subito avanti con De Francesco, raggiunta dalla realizzazione di Puccilli, causa un pasticciaccio difensivo, poi strada aperta verso la sestina senza altri rischi.

Massimiliano Nardecchia appare molto soddisfatto del risultato globale: “Il secondo posto e la vittoria in Coppa non sono da buttare. Abbiamo zittito coloro che c’avevano già pronosticati come terzi e siamo pronti e caricati per affrontare i prossimi impegni. Purtroppo, saremo costretti a fare a meno di Bagnato e Pallottino. Il capitano ne avrà per circa un mese. Più serio l’infortunio a Pallottino. Mi dispiace molto per il ragazzo, avrebbe meritato di giocare i play off”.

Dalla partita con l’Arrone non cercava indicazioni particolari: “E’ servita, più che altro, per il meritato minutaggio concesso a Tailli e Casarelli, entrambi all’esordio e per una verifica generale della condizione. Stiamo bene e possiamo fare buone cose”.

Fra le prossime avversarie ci sono Nuova Gualdo e forse Assisi, dimostratesi capaci di creare qualche difficoltà all’Orvietana. C’è da immaginare il ricorso a qualche strategia particolare?:

“Non credo. E’ vero che l’Assisi c’ha battuto ma non c’ha mai dominato. All’andata mancavamo di sette titolari. Nella partita di ritorno avremmo meritato qualcosa in più. Quanto alla Nuova Gualdo, ritengo sia stata leggermente superiore limitatamente alla gara di ritorno, qui a Orvieto. Fu una giornata molto particolare, nella quale mettemmo assieme tanti di quegli errori, anche individuali, come poi non ci è più successo. Quindi, con la rosa al completo, ritengo saremo assolutamente in grado di giocarcela”.

ORVIETANA – ARRONE 6 – 1

ORVIETANA: PERQUOTI (23’ st TAILLI), FRELLICCA, VERGARI, GIMELLI, DI GIROLAMO, CURRI, DE FRANCESCO, CECCARINI COCHI (28’ st CASARELLI), MONESI, BARTOLI (16’ st CARPINELLI). All NARDECCHIA

ARRONE: SCHIAROLI, RIZZI, MARTINI, CAMPI, SALUSEST, CIANETTI, BUZZI A., SLOBODNIC (23’ st. BRAVETTI), TODERI, PUCCILLI, ORSINI (12’ st. BUZZI AL.). All. PAGLIARINI

ARBITRO: CASTRICA di TERNI – (PROIETTI – BRODONI)

Marcatori: 2’, 37’, 72’ DE FRANCESCO, 31’ PUCCILLI, 45’ COCHI, 60’ FRELLICCA, 78’ CARPINELLI

 

Commenta su Facebook

Accadeva il 13 dicembre

Ludovico Cherubini strepitoso a Spoleto, fa suo l'Open Regionale Assoluto di Spada Maschile

Mostra collettiva d'arte per gli studenti del Gordon College

A grande richiesta al Mancinelli torna per il sesto anno "Canto di Natale"

All'Unitus si parla di "Evoluzione delle tecnologie in ambito digitale" e "Project Management"

Promozione della lettura, sì della Regione allo schema di protocollo d'intesa con l'Associazione italiana biblioteche

"Disagio e pregiudizio minorile", convegno in sala consiliare su bullismo e violenza

Un aquilone, forse

Di fiori

Il colonnello Maurizio Napoletano alla guida del Comando militare dell'Esercito Umbria

Concerto Baratto per la Caritas. Maurizio Mastrini al Teatro degli Avvaloranti

Un'ordinanza del sindaco vieta l'accesso alla frazione di Pornello per motivi di sicurezza

Consumo di alcolici, i dati dell'indagine "Passi" nel territorio

In sala consiliare c'è il convegno su minori stranieri non accompagnati

All'Auditorium Comunale va in scena "Il Presidente, una tragica farsa"

Ussi Umbria si conferma campione d'Italia. Finale dedicata a Dante Ciliani e ai terremotati

"Natale in Musica", tutti i concerti della Scuola Comunale di Musica "Adriano Casasole"

Paolo Maurizio Talanti rappresenta il Comune di Orvieto nel consiglio direttivo di Felcos Umbria

Via le auto da Piazza della Pace, c'è la pulizia straordinaria

"Venite Adoremus". Concerto in Duomo della Corale "Vox et Jubilum"

Giornata di Studio per la Polizia Locale, tanti gli argomenti affrontati

Sei incontri per "Stare bene a scuola e a casa". Via al corso promosso da Iisacp, Orviet'Ama e Sert

Milano, troppo Milano o forse no

Elegia per una morte cattiva

Percorrevo con te una assolata

"Lazio in gioco", l'Istituto "Leonardo da Vinci" per il contrasto alla dipendenza da gioco d'azzardo

"Natale sicuro", la polizia intensifica il controllo del territorio