sociale

"Ricucire i Sogni", 15 milioni per contrastare maltrattamenti e abusi sui minori

lunedì 7 ottobre 2019
"Ricucire i Sogni", 15 milioni per contrastare maltrattamenti e abusi sui minori

Si chiama “Ricucire i Sogni” e nasce per diffondere una cultura delle prevenzione e della cura contro maltrattamenti, abusi e violenze di cui sono vittime bambini ed adolescenti. Questo l’obiettivo del quinto bando dell’impresa sociale Con i Bambini promosso nell’ambito dell’attuazione dei programmi del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile finanziato dalle Fondazioni di origine bancaria - tra cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia - per arginare un fenomeno nascosto e sottostimato che nel nostro Paese fa registrare quasi 100.000 tra bambini e adolescenti presi in carico dai servizi sociali perché vittime di una qualche forma di maltrattamento.

Il bando mette a disposizione 15 milioni di euro destinati a finanziare progetti presentati da un partenariato composto da almeno tre organizzazioni, di cui il soggetto responsabile deve essere un Ente del Terzo settore, per il potenziamento dei servizi già esistenti di protezione e cura dei minori di età compresa fra 0 e 17 anni o per realizzarne di nuovi. Il plafond delle risorse è stato suddiviso tra le regioni del Nord, del Centro e del Sud. Per il Centro – che comprende l’Umbria insieme ad Abruzzo, Lazio, Marche e Molise - lo stanziamento è pari a 2.404.393 euro.

“Invitiamo gli Enti del Terzo settore, le organizzazioni di volontariato, le scuole e tutti i soggetti che possono contribuire alla realizzazione di progetti innovativi – afferma il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Giampiero Bianconi – a partecipare al bando così che anche in Umbria, come peraltro successo con i bandi precedenti, possano arrivare le risorse del “Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile” a cui la nostra Fondazione ha aderito convintamente ritenendolo uno strumento in grado di coinvolgere l’intera comunità educante nel rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.

Le domande di partecipazione possono essere presentate entro venerdì 15 novembre 2019 esclusivamente online attraverso la piattaforma Chairos  accessibile anche attraverso il sito www.conibambini.org, dove è possibile avere maggiori informazioni e scaricare il bando.

Commenta su Facebook