sociale

Musei di Maremma accessibili, consegnata la tavoletta scrittoria per non vedenti

venerdì 30 novembre 2018
Musei di Maremma accessibili, consegnata la tavoletta scrittoria per non vedenti

Proseguono le iniziative di Musei di Maremma per rendere accessibili a tutte le persone, anche quelle con diverse disabilità, i 54 tra musei, aree archeologiche e sedi espositive della rete museale grossetana. Si tratta del progetto “Musei SuperAbili”, realizzato insieme all’Associazione Handy Superabile e l’Associazione culturale Prisma e che si è classificato al primo posto nel bando della Regione Toscana destinato ai sistemi museali che lavorano sul tema dell’accessibilità.

Venerdì 30 novembre al Museo Archeologico di Grosseto si è tenuto l’incontro finale del percorso sull’accessibilità dei musei a cui hanno partecipato principalmente gli operatori che lavorano ai front office dei musei, formati per accogliere persone con disabilità motorie, uditive e visive. Tra i relatori Roberta Pieraccioli coordinatrice dei Musei di Maremma, Stefano Paolicchi presidente di Handy Superabile, Valentina Murru vicepresidente Unione Italiana Ciechi di Grosseto, Simona Rafanelli del Museo Civico Archeologico di Vetulonia, Nicola Amico e Ginevra Niccolucci dell’Associazione culturale Prisma. Alla fine dei lavori è stata consegnata a tutti i musei archeologici della rete (che sono numerosi), la riproduzione e il kit di scrittura della Tavoletta di Marsiliana, una tavoletta etrusca destinata alla scrittura ritrovata a Marsiliana d'Albegna, nella necropoli della Banditella di epoca orientalizzante (dalla fine dell'VIII al VI secolo a.C.) e conservata al Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

La riproduzione della tavoletta permette di scrivere sulla cera come facevano gli antichi e sarà utilizzata sia per le attività didattiche con i bambini e ragazzi sia per le attività con persone non vedenti.  “Possiamo abbattere le barriere sensoriali per aiutare le persone che hanno una difficoltà visiva quando entrano in un museo  – ha spiegato Valentina Murru vicepresidente dell’Unione Italiana Ciechi di Grosseto -, ci sono molte soluzioni di tipo tecnico che si possono mettere in campo come le audio descrizioni, le riproduzioni tattili, le scritte in braille o in carattere ingrandito per gli ipovedenti, illuminazioni adeguate, riproduzioni in 3D dei reperti ma il lavoro più importante è svolto dagli operatori e dalle guide che accolgono la persona disabile visiva e che devono mettere in campo la loro piena disponibilità, competenza e passione per aiutare i disabili a fare questa esperienza all’interno di museo, facendo percepire loro di cosa stiamo parlando".

"Questo vale per l’archeologia ma la sfida più grande - conclude Valentina Murru - riguarda l’accessibilità ai musei di arte figurativa dove il messaggio deve essere ancora più intenso per una esperienza più ricca e significativa anche alla persona che non vede”. “Abbiamo spiegato che è necessario un lavoro sull’abbattimento delle barriere architettoniche ma anche su quelle culturali – ha aggiunto Alessandra Biagianti interprete LIS (Lingua dei Segni Italiana) - che sono quelle che impediscono alla maggioranza delle persone con disabilità uditiva di entrare in un museo, fruirlo e anche divertirsi. Dobbiamo adattare le didascalie e realizzare dei video in Lingua dei Segni per le persone sorde ma anche per tutti coloro che vogliono vedere questi video in particolare i bambini per le loro esigenze didattiche. Inoltre spero che un progetto come quello che abbiamo realizzato al Museo di Vetulonia, Museo4U, dove sono stati installati tre totem con video nella lingua dei segni e riproduzioni dei reperti in 3D, venga diffuso anche negli altri musei”. 

Per ulteriori informazioni: 
www.museidimaremma.it

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate