sociale

Mercatino dell'Associazione Ikhiwa a Palazzo dei Sette, ricordando Pier Luigi Leoni

venerdì 30 novembre 2018
Mercatino dell'Associazione Ikhiwa a Palazzo dei Sette, ricordando Pier Luigi Leoni

Torna sabato 1° e domenica 2 dicembre, dalle 10 alle 18, nell'ingresso del Palazzo dei Sette di Orvieto il tradizionale Mercatino del Libro e del Giocattolo promosso dall'Associazione Ikhiwa, di cui è stato socio fondatore e segretario Pier Luigi Leoni.  Così nel 2013 lui stesso descriveva lo spirito che animava, ed anima tuttora, le attività dell'associazione:

Ogni attività umana è preceduta dall'immaginazione e l'immaginazione è alimentata dal pensiero. Il pensiero che sta all'origine dell'Associazione Ikhiwa è contenuto nel libro che s'intitola Ikhiwa (in Zimbabwe e ritorno). È il diario di un viaggio in Africa di una nostra concittadina. Santina Muzi, mossa da un grande amore materno e da una sana e forte curiosità, raggiunge in Africa la figlia Michela, che lavora per un' organizzazione non governativa. Il libro-diario è un mosaico di brevi episodi descritti senza fronzoli retorici. Ogni tessera è un piccolo dramma che contiene tutti i dolori e tutte le speranze dei vari protagonisti. La tecnica con cui è redatto il libro, richiede una visione d'insieme per coglierne il senso complessivo.

Mi sforzo di esprimere il senso del libro come l'ho colto. Lo Zimbabwe, ex Rhodesia Meridionale, colonia inglese che era considerata la Svizzera africana, adesso è uno Stato sovrano tra i più disastrati del continente, superato solo dalla Somalia, ex colonia italiana. L'Occidente, molto evoluto nella scienza e nella tecnica, non è parimenti evoluto nell'etica. Gli africani sono stati affascinati dalle possibilità della tecnica, ma disgustati dal cinismo degli europei, opportunisti e sfruttatori delle risorse umane e naturali. Quando le colonie sono divenute passive, gli europei le hanno cinicamente abbandonate a se stesse. Le culture tribali sono riemerse e ha prevalso la legge del più forte, quella che vigeva prima della colonizzazione e quella che gli stessi colonizzatori avevano sfacciatamente praticato.

Date queste premesse e considerato che l'Africa non può e non deve essere abbandonata (ne va della nostra dignità di esseri umani che, come tali, fanno parte della stessa umanità che in quel continente è particolarmente umiliata) è nata l'Associazione Ikhiwa. L'Associazione si sforza di praticare una forma di attenzione che può essere spiegata facendo ricorso ad alcune espressioni usate da padre Alberto Maggi. Quello che è garanzia di una vita piena in questa esistenza, è la capacità di fare della propria esistenza un dono per gli altri. Le persone che sono sempre centrate su se stesse, le persone che non vedono al di là dei propri bisogni, del proprio egoistico orizzonte, sono persone, spesso anche dal punto di vista clinico, sempre carenti, sempre ammalate, perché restringono l'ambito vitale nel loro piccolo orizzonte.

Gesù ha proclamato felici, beati, quelli che scelgono di essere poveri, non nel senso di andarsi ad aggiungere ai miseri, ma quelli che limitano o condizionano un po' il proprio livello di vita per gli altri, cioè quelli che decidono di condividere quello che hanno, rinunciando ad accumulare per sé. Questo individuo, immaturo, invitato a scegliere tra la felicità e la tristezza, sceglie di rimanere afflitto e nella tristezza. La condizione del ricco è peggio di quelle del lebbroso e degli indemoniati. Il ricco crede di possedere i beni, in realtà è posseduto dai beni, crede di essere un signore, in realtà è un servo. Il valore della persona consiste nel bene che concretamente ha fatto agli altri. Non esiste altro, la persona vale per quello che fa per gli altri. Il ricco, normalmente, è quello che invece pensa per sé.

Il Signore, invita tutti quanti a essere signori e tutti quanti siamo chiamati a essere signori. Il signore è colui che dà, e tutti quanti siamo capaci di dare. Il dare non dipende dalla cultura, dalla salute, dalla condizione sociale, tutti quanti siamo capaci di dare, anche la persona più misera, più povera è capace di dare, di regalare qualcosa, anzi, spesso sono i poveri i più generosi. Dare non significa vivere male, il benessere è positivo, siamo tutti chiamati a raggiungere il benessere nella nostra esistenza, l'importante è che il nostro benessere non sia a discapito del benessere degli altri. Il benessere è positivo, dobbiamo tutti cercare di condurre una vita dignitosa, agiata e nel benessere, ma l'importante è che questo benessere sia condiviso con gli altri. Secondo la mentalità degli uomini, l'importante è l'accumulo, ed è impossibile vivere rinunciando all'accumulo dei beni; nella mentalità di Dio è la condivisione dei beni quella che crea l'abbondanza.

Commenta su Facebook

Accadeva il 23 febbraio

Il Treno Verde di Legambiente e FS fa tappa in Umbria. A bordo, l'economia circolare

GamberoRosso - Il vino, di generazione in generazione. L'Orvieto

TouringClub - Le più belle città sotterranee in Italia - regioni del Centro

L'esordio in campionato di Simone Mari (Orvieto Fc) regala subito due goal

Lei espone quadri astratti di anima

"M'illumino di meno". Ecco dove la condivisione accende il risparmio energetico

La Zambelli Orvieto disputa un'amichevole contro Sant'Elia Fiumerapido

Per Orvieto città sicura, Spagnoli (Consap): “Telecamere, giustizia più severa e risorse a forze dell’ordine”

“Orvieto Sicura” che fine ha fatto il progetto?

CNA: "Dalla fusione dei Comuni tante risorse all'Umbria"

Le sculture esterne della Collegiata in un video promozionale a scopo turistico

Comune all'opera per lo "Street Music Festival 2017". A giugno, la settima edizione

Una barba bianca, da grigia che era

Conclusi i lavori al cimitero di Asproli-Porchiano, in partenza a Torregentile

Verdecoprente, il bando scade l'8 marzo. Spettacoli di residenza artistica in sei Comuni

Potatura in corso, senso unico alternato a Canale

Tecnici al lavoro, interruzione di energia elettrica per un'ora nel centro storico

Parterre di mute internazionali per il 31esimo campionato Sips su cinghiale

Sisma e agricoltura, erogati da Agea oltre 28 milioni di euro

Meningite: 23enne ricoverata a Terni, attivata la profilassi

Effetti post sisma sul turismo: minoranze chiedono sgravio su Imu, Tasi e Tari

Nel Cremonese, l'ultimo saluto a monsignor Carlo Necchi

La pineta

Casa di Riposo "San Giuseppe", a giorni il bando europeo per la gestione

Rifiuti, Camillo: "Il sindaco eviti strumentalizzazioni politiche"

Province, azzerati dalla Conferenza Unificata i tagli 2017

Carta Tutto Treno, raggiunto l'accordo con Comitati pendolari e Federconsumatori

Accordo riparto Fondo sanitario nazionale, all'Umbria oltre 1,6 miliardi di euro

Quaresima Eucaristica, il calendario delle celebrazioni

Sì del Consiglio dei Ministri al decreto legge, previste forme di cooperazione rafforzata

Anci: "Ai sindaci più poteri per garantire ordine pubblico e qualità della vita ai cittadini"

Verso "Orvieto in Fiore 2017". Terremoto e rinascita il tema delle infiorate