sociale

La sicurezza stradale passa per il teatro di sensibilizzazione. Al Mancinelli "Io Scelgo"

martedì 19 aprile 2016
La sicurezza stradale passa per il teatro di sensibilizzazione. Al Mancinelli "Io Scelgo"

E’ stato presentato lunedì 18 aprile in Comune il Format Aci "Io Scelgo", acting con sezione medico-psicologica contro l’incidentalità stradale che martedì 19 aprile alle ore 10.30 al Teatro Mancinelli verrà proposto a oltre 400 studenti delle scuole superiori della città di Orvieto. Il format di cui sono autrici e attrici Yazmid Ayala e Cristina Caldani, è stato sviluppato dall’Automobile Club di Terni ed è rivolto a giovani e famiglie con l’obiettivo di sensibilizzare e prevenire gli incidenti stradali. L’approccio è attraverso e si innovativo basa sul connubio fra arte e scienza per indagare le coscienze e i comportamenti di persone che si trovano coinvolte nel dramma originato da un incidente stradale.

Intervengono: Filippo Polimeno, Dirigente Medico S.C. Pronto soccorso dell’Ospedale “Santa Maria” di Terni, Docente in medicina d’Urgenza presso l’Università degli studi di Perugia / Sede di Foligno e Simone Casucci, Psicologo del Traffico Insegnante, Dottore di Ricerca in Scienze dell’Educazione. Collabora a progetti di educazione stradale. Consulente di servizio di ascolto e supporto per persone e famiglie che hanno subito incidenti stradali.

"Io Scelgo" sta a sottolineare: Sensibilità, Consapevolezza, Educazione, Libero Arbitrio, Gioia di vivere, Orizzonti e racconta due realtà diverse. Due famiglie che si incontrano e scontrano, nel tentativo di sopravvivere al dolore della perdita e nella speranza di recuperare i resti della propria vita. Il vissuto di un trauma attraverso gli occhi di due madri, sogni, desideri spezzati e stravolti a causa di una scelta… Un gioco irresponsabile, una serata con gli amici può cambiare la vita di una intera famiglia… per sempre. Nel mondo che corre dobbiamo reagire e imparare a scegliere. Capire che prima di fare una scelta che può influenzare la vita con traumi irreparabili, è necessario ricordare la catena dei legami con i nostri genitori, con le nostre famiglie, con amici, soccorritori, medici, polizia ed insegnanti che verranno coinvolti in essa.
Noi siamo le nostre scelte ed esse devono dare serenità, fiducia, sicurezza e speranza. Noi non siamo delle isole.

A presentare l’evento, patrocinato dai Comuni di Orvieto e Porano, Azienda Ospedaliera “Santa Maria” di Terni e Regione Umbria sono stati: Cristina Croce Vice Sindaco e Assessore all’Istruzione, Raffaele Ferriello Direttore di ACI Terni, Umberto Cantoni V. Preside dell'Istituto di Istruzione Superiore Artistica, Classica e Professionale di Orvieto, e da Yazmid Ayala autrice e attrice del format insieme a Cristina Caldani.

"Oggi diamo il benvenuto ad ACI Terni che presenta ad Orvieto un nuovo step della campagna ‘Strade Sicure 2016’ - ha affermato la Vice Sindaco Cristina Croce - questa volta ACI usa un linguaggio innovativo che è quello della performance teatrale per arrivare più direttamente a sensibilizzare ed emozionare e a fare cultura tra i giovani e non solo. Da parte mia desidero sottolineare l’importanza di fare rete fra le varie Istituzioni che si occupano di sicurezza e saluto come una sperimentazione importante e fortemente innovativa quella che unisce l’arte e il messaggio medico-spcietifico per aiutare a far passare concetti che spesso appaiono astratti o freddi se visti dal mero punto di vista delle regole della strada".

“Ringrazio il Comune di Orvieto per la grande sensibilità e la stretta collaborazione che sta mettendo in atto con ACI Terni che si concretizza attraverso un rapporto costante e permanente” ha sottolineato Raffaele Ferriello Direttore di Aci Terni. “Dopo la manifestazione ‘Karting in piazza’ svoltasi ad Orvieto il 9 e 10 ottobre 2015 con la collaborazione della Polizia Stradale e della Polizia Municipale e dopo il ‘Sara Safe Factor’ che il 16 marzo scorso ha portato oltre 300 studenti dei Licei di Orvieto a lezione di comportamenti corretti da tenere al volante con la campionessa automobilistica Valentina Albanese - ha aggiunto - il nostro programma prosegue questa volta con un progetto innovativo nato nella nostra provincia che speriamo possa essere riproposto in altre realtà italiane. Al Mancinelli saranno nostri ospiti alcuni esponenti nazionali di Aci che visioneranno questo lavoro teatrale al fine di poterlo esportare a livello nazionale, molto dipenderà da come i ragazzi lo percepiscono.

'Io Scelgo' parla di stili di vita, ma soprattutto parla all’anima dei ragazzi con un connubio fra arte e scienza. Ai testi curati da Yazmid Ayala e Cristina Caldani hanno collaborato un Dirigente Medico di Pronto Soccorso e uno Psicologo del traffico specializzato in traumatologia della strada. 'Io Scelgo' è una ulteriore tappa del programma ‘Strade Sicure’ che avrà altri step, ad esempio nei Consultori per sensibilizzare le mamme in attesa sul trasporto di bambini in auto, ma anche con gli anziani. Altro appuntamento nelle scuole sarà tra ottobre/novembre prossimo e vedrà la collaborazione con Vigili del Fuoco e Polizia Municipale.  Il programma ‘Strade Sicure’ già presentato in Regione nel 2012 si completerà a fine 2017. Esso si innesta in un progetto ancora più ampio ‘azioni integrate per la sicurezza stradale’ che prevede 4 tipi di azione: il primo dei quali è la creazione di un piano intercomunale della sicurezza stradale, l’analisi di sicurezza per interventi urgenti, interventi urgenti sulla rete stradale e, appunto, l’educazione e sensibilizzazione alla sicurezza stradale”.

“L’Istituto di Istruzione Superiore Artistica, Classica e Professionale ha aderito al progetto con circa 450 studenti delle terze, quarte e quinte classi - ha detto il V. Preside Prof. Umberto Cantoni – progetto di cui abbiamo condiviso gli indirizzi e il format in quanto non è la sola trasmissione di regole del Codice della Strada ma la trasmissione di competenze che diventano regole di vita. Cogliamo positivamente quindi questa opportunità educativa che concorre a costruire l’azione formativa a 360° dei ragazzi. La specificità di raccordare il mondo della scuola ad altre associazioni ci fornisce competenze che diversamente non avremmo. Il progetto è importante, infine, perché dà continuità ad esperienze educative già realizzate nelle scuole primarie, secondarie di 1° e 2° grado della nostra realtà”.

"Io Scelgo - ha spiegato Yazmid Ayala - non è solo un’opera teatrale ma un format. E’ teatro di sensibilizzazione. Conosco personalmente la realtà dei traumi indiretti che provoca l’incidentalità stradale in una famiglia avendone vissuto anche le conseguenze. Per dieci anni ho lavorato con il Ministero della Difesa Colombiana rappresentando opere teatrali per sensibilizzare bambini e famiglie contro il reclutamento nella guerriglia. Questa esperienza mi è servita negli anni per trasmettere messaggi specifici nella società, e soprattutto ai giovani.
Ogni anno in Colombia ci sono 4 mila vittime causate dal conflitto armato; ogni anno in Italia ci sono 3.500 persone che sono le vittime della strada. E’ dunque un fenomeno paragonabile a una guerra civile! Nel format ‘Io Scelgo’ abbiamo messo insieme la parte artistica e le competenze medico/scientifiche con la consulenza dei Medici del Servizio 118. Abbiamo voluto parlare non solo delle vittime che sono importantissime, ma delle famiglie, delle mamme, di quei personaggi che sono vittime invisibili degli incidenti stradali. Abbiamo voluto far vedere da un diverso punto di vista, cosa cambia nella famiglia dopo un incidente stradale”.

Fonte: Comune di Orvieto

Commenta su Facebook