sociale

Sottoposto a restauro il Sacro Corporale. Sette precetti per la conservazione futura

martedì 28 aprile 2015
di Davide Pompei
Sottoposto a restauro il Sacro Corporale. Sette precetti per la conservazione futura

Salvaguardare la reliquia più preziosa, custodita in Duomo nel tabernacolo dell'Orcagna, dagli agenti che rischiano di deteriorarla irreparabilmente. E, al tempo stesso, consentire al mondo di continuare a fruire dell'emblema stesso dell'Eucaristia. Le urgenze si prospettano all'indomani dell'intervento di restauro conservativo, "una sorta di check-up", a cui il Sacro Corporale è stato sottoposto e i cui risultati sono stati presentati lunedì 27 aprile nel salone dell'Episcopio di Orvieto.

"Uno sguardo approfondito, scientificamente attento ma sostenuto anche dalla fede necessaria ad entrare nel mistero – ha esordito monsignor Benedetto Tuzia, vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi – ha rivelato che lo stato di salute del Corporale del miracolo di Bolsena che si venera nella cappella del Duomo di Orvieto non è poi così ottimale. Il Vangelo e le Scritture ci impongono di essere custodi responsabili di una reliquia che va tramandata nel migliore dei modi. Affinché, scrive Giovanni, i posteri possano 'volgere lo sguardo a Colui che hanno trafitto'".

L'indagine, partita all'indomani di un sopralluogo effettuato giovedì 5 febbraio, si è protratta previa comunicazione al Soprintendente Fabio De Chirico (S.B.S.A.E dell'Umbria) da lunedì 23 febbraio a venerdì 27 marzo, in coincidenza con la Quaresima, per arrivare all'ostensione della reliquia nel giorno di Pasqua. Ogni operazione è stata preceduta da una meticolosa documentazione fotografica, in luce normale e in fluorescenza ultravioletta, eseguita da Massimo Roncella.

"Lo stato di conservazione del Corporale – ha spiegato Ester Giovacchini, esperta in restauro e conservazione di tessuti antichi, coadiuvata durante le fasi salienti da Danielle Yvonne Dusoczky, esperta in restauro ligneo, pittorico e materiale lapideo – risulta compromesso. Oltre che microforato rispetto a 52 zone a causa della tecnica di sospensione anticamente adottata, mostra 56 lacune, molte delle quali sottoposte a tensione. I dati tecnici assimilati a quelli ottenuti attraverso rilievi grafici hanno determinato, inoltre, le dimensioni reali del lino. La parte a vista è di 48 x 51,5 cm. Spiegando i lembi si raggiunge la forma quadrangolare di 71,5 x 77,5 cm".

A incidere sulla conservazione, gli sbalzi micro-climatici, la costante esposizione alla luce esterna verificatasi negli ultimi 37 anni e poi crepe e fessurazioni presenti nella tavoletta lignea di supporto. Prodotto in tela di lino, il Corporale è, infatti, ancorato ad ago su un tessuto di raso in seta avorio, che a sua volta è applicato su una tavoletta di legno dolce imbollettata con chiodi posti lungo lo spessore dei bordi.

"Ogni sezione – ha puntualizzato Giovacchini – restituisce depositi biologici costituiti da sangue, scisso in plasma e siero, riprodotti per trasmissione in modo speculare e simmetrico nel rispetto delle pieghe originarie. Il recupero della tavoletta lignea eseguito tramite materiale consolidante, la velatura autoportante con tela serica di Crepeline in tinta e l’applicazione sul verso di un telo di seta con funzione di contenimento, sono operazioni conservative che restituiscono alla reliquia la possibilità di preservare, temporaneamente, la caduta di fibre e/o di frammenti, di essere esposta in verticale, entro reliquiario esistente in argento con un nuovo vetro dalle elevate caratteristiche di resistenza, durevolezza, antiriflesso, stratificato e con protezione UV. Alla disinfestazione in bolla termoplastica con azoto atmosferico, realizzata con esito positivo dalla Tirrenia Srl di Genova, con controlli diretti di UR in bolla, ha fatto seguito l’operazione di micro-aspirazione con raccolta delle polveri entro contenitore sterile, sigillato e consegnato al Capitolo del Duomo".

Le fasi di recupero sono state accompagnate da rilevamenti dei dati ambientali del tabernacolo e della Cappella del Sacro Corporale. Di qui, l'indicazione di sette precetti suggeriti già ai sacerdoti giovedì 26 marzo presso la Casa Diocesana di Spagliagrano che suonano come monito alla prevenzione.

In particolare, è consigliata la rimozione del supporto in raso. Un restauro volto alla restituzione totale del Sacro Corporale. E poi la creazione di un nuovo supporto e la traslazione del lino restaurato, la progettazione e realizzazione di una nuova teca basculante, il controllo periodico di temperature e valori ambientali, l'approfondimento degli studi interdisciplinari. E, su tutto, la limitazione delle ostensioni pubbliche.

"Le indicazioni che arrivano dallo studio – ha detto al riguardo don Stefano Puri, presidente del Capitolo della Cattedrale – sono molto chiare e saranno oggetto di un'attenta riflessione. Le decisioni saranno prese in accordo". Non appare infatti in dubbio, almeno nell'immediato, l'uscita della reliquia in occasione del Corpus Domini, ma certo occorrono accorgimenti tecnici durante il resto dell'anno per limitare ulteriori possibili danneggiamenti. "Si tratterà di capire – ha convenuto l'avvocato Francesco Venturi, presidente dell'Opera del Duomo – come e quanto rendere visibile il Sacro Corporale che, fino al 1979, non era stato così esposto all'aggressione della luce esterna".

Qualcosa di simile, tra i meandri di spiritualità, devozione ed esigenze di conservazione, avviene già con la Sacra Sindone."...Et il miraculo è che in ogni piega di detto Corporale miracolosamente si vede sculpita di sangue l'immagine d'un Ecce Homo...".

Pubblicato da Gianni Pietro Mencarelli il 29 aprile 2015 alle ore 09:00
leggevo tanto tempo fa in uno scritto sulla storia del Miracolo: "si dice che"; mi sembrerebbe opportuno in vista dei restauri, effettuare anche quelle ricerche scientifiche che potrebbero esattamente datare,ed analizzare "il Sacro Corporale"per aiutare a capire meglio i fatti avvenuti senza dover ricorrere solo "alla fede" o alle credenze popolari.

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 21 gennaio

Complanare, nuova fase di spinta oleodinamica del ponte in acciaio

"Le Grandi Firme della Tuscia". In distribuzione il terzo numero dell'aperiodico di Letteralbar

Azzurra Ceprini A1. Palla a due al PalaPorano con San Martino di Lupari

Montelone, la Provincia scioglie il silenzio. La prossima settimana, il bando per i lavori stradali

In manette 22enne, rubò chioccia con tutti i pulcini

Larocca interrompe lo sciopero: "L'amministrazione continuerà a vigilare"

Approvato l'odg per inserire il "reato di tortura" nell'ordinamento italiano. Il plauso di Amnesty International

Esce "Studi Interrotti", l'album d'esordio de "Gli Scontati". Il 28 gennaio al Valvola

Sfilata di maschere e carri allegorici per la "Festa di Carnevale" di Porano

Torna a luglio la seconda edizione del Premio Letterario "Città di Lugnano"

Tir si ribalta in Autostrada, code e disagi bloccano il traffico

Due ristoranti "nostrani" alla sfida Tv di Alessandro Borghese

Lasciavano le auto su "quattro ceppi" e scappavano, beccata la banda del cric

Regione contro l’inceneritore in Umbria, ma i comitati chiedono garanzie sulle discariche

Garbini lascia, si dimette il sindaco di Castel Giorgio

Bollo per i veicoli di interesse storico o collezionistico: dal primo gennaio riduzione del 10 per cento

Auto alluvionate, Sacripanti (FdI-An) sollecita un nuovo bando per il risarcimento dei danni

Consiglio regionale, respinta la mozione sul "sostegno alla famiglia naturale"

Punti nascita, la presidente Marini rassicura: “Non sono previste altre chiusure”

"Ravensbrück. Il lager delle donne", gli scatti di Ambra Laurenzi al Palazzo del Popolo per il Giorno della Memoria

A Città della Pieve nasce il liceo musicale. Open Day di presentazione

"Internet e le nuove generazioni: ripartiamo dalla famiglia". Incontro conclusivo per "Famiglie al centro"

Differenziata lumaca, ora la Regione corre ai ripari: obiettivo 60% entro l'anno

Piano comunale di classificazione acustica, nulla di fatto. In standby le controdeduzioni

Kino-Workshop al Centro Viva. A lezione di linguaggio cinematografico

Incontro informativo sull'iniziativa comunitaria "Garanzia Giovani"

Jasmine Rossini: "Per la Zambelli Orvieto il campionato è aperto"

Cardinali al Sindaco: "Sul parco del Paglia ci dica cosa bolle in pentola"

Sanità, la giunta regionale umbra sospende il ticket intramoenia

Folklore e tradizione si incontrano per la seconda "Giornata delle Pasquarelle"

Il vescovo presiede i funerali di don Adelmo Ciurletti

Sacripanti (FdI-An) propone l'istituzione di un forum civico in materia di assistenza socio-sanitaria

Dall'orto al piatto. Dalla collaborazione fra le scuole, un progetto sperimentale

La Regione investe quasi 3 milioni di euro per finanziare la competitività delle aziende vitivinicole

Centro Studi, via allo "Spring Semester" della Kansas State University e della University of Arizona

Orvieto tra le sezioni Cai che hanno collaborato alla rete sentieristica-escursionistica umbra

Furti e atti vandalici al Fanello. Tardani: "L'amministrazione si attivi per garantire la sicurezza ai cittadini"

Il Consiglio dei Ministri commissaria L'Umbria e decide per la chiusura anticipata della caccia

Ballo in maschera al Teatro Boni. Musica e divertimento, come in una favola

Luciani sollecita la riqualificazione di Piazza del Commercio: "Come si sta muovendo il Comune?"

Il Comune ricorrerà al Consiglio di Stato, Germani: "Il terzo calanco non si farà"

Lo Sportello del Consumatore chiude i battenti: riflessioni sulla conclusione di un'esperienza

Rometti: "Per la Regione su Orvieto non ci sono assolutamente esigenze di ampliamento della discarica al terzo calanco"

L'assessore Cecchini: "Si è fatta ricadere sulle Regioni l’incongruenza fra le norme nazionali ed europee"

Contratti di Fiume, Minervini chiarisce la posizione delle associazioni private: "Fuori dalla Cabina di Regia".

Galanello Pd: "No al terzo calanco, l'obiettivo dell'Umbria è la minimizzazione dello smaltimento in discarica"

Il Circolo Pd di Orvieto Scalo al lavoro per la riqualificazione del quartiere

Scopetti e Taddei Pd: "No categorico al terzo calanco, Comune e Regione non devono mollare"

Il teatro amatoriale colora Monteleone. La rassegna al Teatro dei Rustici compie vent'anni

Meteo

sabato 21 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

--

21:00 1.4ºC 95% buona direzione vento
domenica 22 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 4.5ºC 88% buona direzione vento
15:00 7.7ºC 80% buona direzione vento
21:00 4.1ºC 94% buona direzione vento
lunedì 23 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.2ºC 94% buona direzione vento
15:00 8.2ºC 89% buona direzione vento
21:00 5.5ºC 96% buona direzione vento
martedì 24 gennaio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 6.0ºC 91% buona direzione vento
15:00 8.3ºC 63% buona direzione vento
21:00 1.7ºC 87% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni