sociale

Interventi a favore delle famiglie vulnerabili della zona sociale dell'Orvietano

martedì 14 gennaio 2014
Interventi a favore delle famiglie vulnerabili della zona sociale dell'Orvietano

E' in vigore da lunedì 13 gennaio l'avviso per la concessione di interventi relativi le "famiglie vulnerabili" residenti nei comuni ricompresi la zona sociale 12. Lo comunica l'ufficio della cittadinanza ricordando che l'agevolazione che si attua con gli interventi per famiglie vulnerabili prevede forme di sostegno, anche mediante facilitazioni economiche, per i nuclei familiari che a causa del determinarsi di più fattori, vengono giudicate vulnerabili e più esposte al disagio e al rischio di povertà.

Tale forma di sostegno è caratterizzata dall'unitarietà dell'intervento con la definizione di un pacchetto di risorse da destinare alla famiglia con lo strumento del "contratto di sostegno" e, dalla flessibilità e personalizzazione degli interventi in relazione alle diversità delle famiglie e al mutamento delle condizioni soggettive ed oggettive della famiglia destinataria. Beneficiari degli interventi sono i nuclei familiari residenti, domiciliati o con dimora stabile nel territorio regionale. Requisiti e modalità di accesso all'avviso pubblico:

Per accedere ai benefici dell'intervento il nucleo familiare deve contestualmente possedere:
- lo stato anagrafico ricompreso in una delle seguenti classificazioni: famiglia con figli - famiglia numerosa composta da 4 o più componenti - famiglia unipersonale - madre o padre con figlio;
- l'ISEE del nucleo familiare, aggiornato alla data di presentazione della domanda, ricompreso tra 4.500,00 e 15.000,00 euro
- la presenza di una o più situazioni vulnerabili: la nascita di un figlio o l'attivazione di un affido o adozione; la riduzione o la perdita del reddito da lavoro da parte delle persone di riferimento del nucleo familiare; l'inabilità temporanea al lavoro del lavoratore autonomo qualora sia unico titolare del reddito familiare; la scomposizione della famiglia a seguito di separazione consensuale, giudiziale o di fatto o di un divorzio; l'insorgenza di una malattia grave o di una dipendenza; la perdita o la difficoltà di accesso all'alloggio; l'ingresso o la frequenza dei figli nel circuito dell'istruzione; la presenza o l'insorgenza in famiglia di una condizione di non autosufficienza.

Gli interventi, che possono essere erogati anche cumulativamente, sono ricompresi tra erogazioni economiche per spese sostenute per beni e servizi necessari alla persona o al nucleo familiare e devono essere documentate o rendicontate; agevolazioni per le tariffe di alcuni servizi quali il servizio idrico, l'energia elettrica, la tassa di smaltimento dei rifiuti solidi e urbani (TARSU), gas per uso domestico e riscaldamento; agevolazioni per costi per la fruizione di servizi per minori o non autosufficienti, costi per spese relative all'istruzione dei figli; agevolazioni per accesso al canone di locazione; agevolazioni per spese medico-sanitarie e acquisto di alimenti e presidi per la prima infanzia; sostegno economico per percorsi di inserimento nel mondo del lavoro.
L'entità dell'intervento è modulato in base al coefficiente ISEE e va da 300,00 a 800,00 euro per un ISEE ricompreso tra 4.500,00 e 9.000,00 euro, e da 300,00 a 500,00 euro per un ISEE ricompreso tra 9.001,00 e 15.000,00 euro.

La valutazione tecnico-professionale viene effettuata dall'Ufficio della Cittadinanza.
La domanda, debitamente compilata e sottoscritta, deve essere presentata ai Comuni di residenza o all'Ufficio di Cittadinanza del Comune di Orvieto presso l'ex Caserma Piave (via Roma n. 3 - 05018 Orvieto - Tr) con in allegato un documento di identità del richiedente e la documentazione che attesta lo stato di vulnerabilità.

Il modello della domanda è disponibile presso tutti i Comuni della Zona Sociale n. 12 , l'Ufficio della Cittadinanza di Orvieto ed è scaricabile dai siti internet istituzionali dei Comuni:
- www.comune.orvieto.tr.it//i/3b025157.htm
- www.comune.allerona.tr.it
- www.comune.baschi.tr.it
- www.comune.castelgiorgio.tr.it
- www.comune.castelviscardo.tr.it
- www.comune.fabro.tr.it
- www.comune.ficulle.tr.it
- www.comune.montecchio.tr.it
- www.comune.montegabbione.tr.it
- www.comune.monteleone.tr.it
- www.comune.parrano.tr.it
- www.comune.porano.tr.it
e della Regione www.regione.umbria.it

L'avviso ha la validità di un anno a partire dalla data di pubblicazione, e rimarrà aperto dal 13 gennaio 2014 al 31 dicembre 2014 data ultima per la presentazione delle domande, con una scadenza bimestrale la prima fissata per il 28 febbraio 2014.
La verifica di ammissibilità e la valutazione delle domande vengono effettuate dopo ogni scadenza programmata; entro 20 giorni da ogni scadenza la Zona Sociale stila una graduatoria che verrà approvata con apposito provvidemento da comunicare al richiedente entro 10 giorni. Per coloro che hanno già beneficiato del contributo a valere sugli avvisi precedenti, il punteggio complessivo assegnato sarà decurtato di 2 punti.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 ottobre