sociale

Serata Telethon: BNL e il Comune di Orvieto al fianco di Telethon. I numeri vincenti della lotteria

venerdì 16 dicembre 2011
Serata Telethon: BNL e il Comune di Orvieto al fianco di Telethon. I numeri vincenti della lotteria

Con il patrocinio del Comune, si è svolto ieri sera alla Sala dei Quattrocento al Palazzo del Popolo la serata-evento promossa dall'agenzia di Orvieto di BNL finalizzata alla raccolta di fondi da destinare alle finalità della Fondazione Telethon a sostegno della ricerca per la cura della distrofia muscolare e delle altre malattie genetiche.

BNL-Gruppo BNP Paribas e il Comitato Telethon Fondazione Onlus promuovono da anni iniziative di vario genere su tutto il territorio nazionale con lo scopo di sostenere la ricerca scientifica sulle malattie genetiche per trovare una possibile cura alle oltre 6.000 malattie genetiche ad oggi conosciute. La partnership di BNL con Telethon, infatti, è uno dei maggiori progetti di fund raising in Europa: la Banca affianca da 20 anni il Comitato Telethon Fondazione Onlus nella raccolta dei fondi a sostegno della ricerca scientifica sulle malattie genetiche, condividendone valori e missione.

Una proficua collaborazione che ha permesso di raccogliere complessivamente dal 1992, 211 milioni di euro. Nel 2010 la Banca ha raccolto circa 13 milioni di euro, grazie a 14.200 dipendenti della Banca insieme ai 3.400 dipendenti della altre società del Gruppo BNP Paribas in Italia impegnati volontariamente nell'organizzazione di oltre 1.000 eventi e grazie al contributo di oltre 600.000 donazioni. Cifre che hanno contribuito a far avanzare la ricerca su migliaia di malattie genetiche conosciute, molte delle quali gravi e ancora senza una terapia efficace.

Infatti, grazie ai fondi raccolti negli anni, Telethon ha potuto finanziare 1427 ricercatori per 2266 progetti di ricerca su 454 malattie genetiche studiate, ottenendo 7753 pubblicazioni sulle riviste scientifiche internazionali. Dopo la cura definitiva di quattordici bambini affetti da una grave immunodeficienza congenita (Ada Scid), oggi i ricercatori di Telethon stanno per sperimentare sui pazienti la terapia genica per curare malattie quali: la leucodistrofia metacromatica, la sindrome di Wiskott Aldrich, mentre è già partita la sperimentazione sull'amaurosi congenita di Leber.

L'Umbria, nel 2010 in particolare ha donato a Telethon attraverso BNL circa 263.000 euro di cui circa 54.000 nella provincia di Terni

Nella serata di ieri si è svolta, tra l'altro, la Lotteria Telethon in cui sono stati estratti le seguenti serie e numeri:
N - 64
S - 17
R - 44
C - 15
C - 47
W - 40
AA - 71
D - 67
X - 71
H - 27
P - 54
N - 57
A - 11
AB - 53

La BNL di Orvieto fa sapere che i premi sono depositati presso la propria sede in vicolo di piazza del Popolo, dove i possessori dei biglietti vincenti si possono recare per il ritiro dei premio esibendo i biglietti stessi.

Intanto, l'impegno di BNL per Telethon prosegue tutto l'anno attraverso eventi di raccolta e mettendo a disposizione di coloro che vogliono continuare a fare donazioni sia gli sportelli della Banca sia, per i clienti, tutti i suoi ATM, il canale telefonico (numero verde 800900900 o +390687408740 dall'estero o dai cellulari) e quello on line (www. bnl.it). La presenza di BNL sul web si estende ulteriormente grazie alla nuova iniziativa BNL in Action (www.bnlinaction.it), un progetto nato con l'obiettivo di portare l'impegno per la raccolta fondi a favore di Telethon verso il target dei giovani e, più in generale, di tutti coloro che utilizzano i social network.

In questo modo ognuno ha la possibilità di donare il proprio contributo attraverso una modalità indiretta: scrivendo un messaggio nell'apposito form e condividendolo su Facebook o Twitter. Al raggiungimento di 40.000 messaggi, BNL donerà 1 euro a Telethon per ogni post condiviso. Il sito dà inoltre la possibilità a tutti (clienti e non) di effettuare donazioni online, tramite carta di credito.

BNL insieme al Comitato Telethon si rivolge anche alla scuole per cercare di divulgare il principio della solidarietà e sensibilizzare i giovani verso i loro coetanei meno fortunati. In particolare, nelle scuole primarie e secondarie di I° grado viene proposta l'adozione di un Kit di materiale didattico - denominato Telethon Young - utile ai docenti per lo sviluppo di un percorso educativo ad integrazione delle unità di apprendimento presenti nel Piano di Offerta Formativa. Mediante il kit - prodotto in collaborazione con la GIUNTI EDITORE - i ragazzi assistiti dai loro insegnati possono avvicinarsi alle problematiche delle malattie genetiche e rare con un linguaggio diretto e stimolante, illustrazioni ed esercizi divertenti.

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 gennaio