sociale

A partire da mercoledì 13 le attività del mese di gennaio della "Casa di Quartiere" di Fabro

martedì 12 gennaio 2010

Sono riprese le attività della casa di Quartiere/Diurno per Anziani di Fabro Scalo; il 13 gennaio si svolgerà una lezione informativa sul tema dell'alimentazione. In modo particolare si parlerà di come il mangiare sano può essere piacevole oltre che fondamentale al fine di evitare problematiche legate ad un'alimentazione errata nella terza età. Anche se spesso non se ne tiene conto, infatti, la predisposizione alle malattie associate all'alimentazione aumenta con l'avanzare dell'età. Di conseguenza, la sicurezza alimentare è di particolare importanza per gli anziani. In questa fase della vita un'alimentazione corretta giova alla conservazione di molte capacità e funzioni, mentre alcuni errori alimentari possono portare a un aggravamento degli acciacchi dell'età. L'incontro sarà a cura del Dott. Marco Tonelli, nutrizionista della Asl 4 di Terni, e si svolgerà a partire dalle 16.30 presso la sede del centro in via Ferruccio Parri.

Sempre al tema della prevenzione è legato l'incontro che si svolgerà il 23 gennaio prossimo quando, gratuitamente e senza impegno, a partire dalle ore 15 verrà eseguito un esame dell'udito a tutti coloro che ne faranno richiesta. Una recente pubblicazione del Ministero della Salute documenta che le forme patologiche maggiormente invalidanti sono in ordine di frequenza: le cardiovascolari, le artritiche e reumatiche, le malattie mentali e la sordità. Quest'ultima occupa il quarto posto dimostrando un'elevata incidenza soprattutto nell'adulto e nell'anziano. Fra tutte le infermità sensoriali, la riduzione della capacità uditiva è, ancor prima della visiva, la più debilitante, in quanto ostacolando la comunicazione verbale porta gradualmente il soggetto, soprattutto se anziano, ad una rinuncia all'ascolto, che spesso sfocia nella depressione e nell'isolamento sociale. Se a questi dati si aggiunge l'obbligo che deve avere la società di evitare l'emarginazione parziale o totale del soggetto sordo, tenendo conto inoltre, dell'enorme progresso raggiunto dalle tecniche diagnostiche e di recupero del paziente affetto da danno uditivo, si può facilmente comprendere come sia importante promuovere programmi di prevenzione e di educazione sanitaria.

A fine gennaio invece riprenderanno i laboratori creativi che come prima attività prevedono quello della lavorazione dei canestri: poche attività hanno mantenuto intatte nel tempo tutte le caratteristiche della lavorazione come quella dei canestri. In tempi passati l'uso dei canestri, specie nel nostro territorio, era quotidiano e per ogni occasione o uso ce n'era uno specifico. Con il passare degli anni questa tradizione sembra essersi affievolita soprattutto nelle giovani generazioni e dunque sarà interessante, oltre che ripercorrere un pezzo di storia, esercitare un'attività che permette di mantenere attive le funzioni della manualità. A breve, infine, sarà indetto il 2° torneo di burraco.

Per tutte le informazioni è possibile rivolgersi ai n. di telefono 3357638715 o 3346240831.

Commenta su Facebook