sociale

Emergenza Calore 2009: invito ai cittadini a seguire le linee guida per un'estate sicura

giovedì 21 maggio 2009
Emergenza Calore 2009: invito ai cittadini a seguire le linee guida per un'estate sicura

In previsione dell'ondata di calore annunciata per i giorni 22 e 23 maggio, al fine di affrontare con tranquillità l'aumento delle temperature al di sopra della media stagionale, prevenire e contenere i danni alla salute causati da eventuali ondate di calore, si invitano i cittadini a seguire le linee guida per un'estate sicura.

Lo comunica l'Ufficio della Cittadinanza dell'Ambito Territoriale n.12 che, di concerto con il Distretto n. 3 della Asl 4 e in collaborazione con il Servizio di Protezione Civile, sta predisponendo il piano di prevenzione per l'emergenza calore 2009.

A tale proposito sarà predisposto un avviso per la cittadinanza (divulgato in maniera puntuale e diffusa attraverso gli studi dei medici di medicina generale, le farmacie, i centri anziani e in numerosi punti di aggregazione), nel quale sono evidenziate le modalità per far fronte ad eventuali ondate di calore, a chi rivolgersi in caso di emergenza e i punti di aggregazione forniti di condizionatori d'aria messi a disposizione dalle Amministrazioni Comunali.

Nell'immediato si invita la popolazione ed in particolare, anziani di età superiore ai 64 anni, soggetti portatori di malattie croniche quali malattie cardiovascolari o respiratorie, soggetti che assumono farmaci o sostanze in grado di modificare la percezione del calore o la termoregolazione, neonati e bambini al di sotto di 1 anno di vita, ad adottare le seguenti misure preventive:
- Bere molti liquidi, in particolare acqua
- Stare in casa o in zone ombreggiate e fresche e, se possibile, in ambienti forniti di aria condizionata tra le 11 e le 16
- Ventilare l'abitazione in particolar modo se si percepisce un surriscaldamento corporeo
- Evitare esercizi fisici all'aperto o in luoghi non condizionati limitando le attività all'aria aperta alle ore mattutine e serali
- Consumare cibi leggeri e fare attenzione alla conservazione degli stessi
- Non sostare in automobili ferme al sole
Si invitano comunque tutti i cittadini, in particolar modo coloro che sono affetti da patologie a rischio, a prendere contatto diretto con il proprio medico curante, al fine di ricevere indicazioni sui comportamenti da tenere e sulle misure da prendere in caso di malessere.

 

 

 

Commenta su Facebook