sociale

Pubblica Amministrazione, da domani operativa nuova rete telematica regionale: Umbria prima tra le Regioni Italiane

venerdì 9 novembre 2007
L’Umbria, prima tra le regioni italiane, entra nella nuova “autostrada digitale” della pubblica amministrazione, a beneficio di cittadini e imprese e con un notevole risparmio economico. Lo hanno sottolineato oggi i rappresentanti di Regione Umbria, Province di Perugia e Terni e del “Consorzio Sir Umbria”, presentando insieme ai dirigenti del “Cnipa” (Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione) caratteristiche e finalità di “ComNet Umbria Spc”. È questo il nome della nuova rete telematica regionale che sarà pienamente operativa da domani, realizzata secondo le norme tecniche del “Sistema pubblico di connettività – Spc”, la rete che collega tra loro tutte le amministrazioni pubbliche italiane, consentendo di condividere e scambiare dati e risorse informative. “Si dismette l’infrastruttura telematica che per quattro anni ha garantito la connettività a tutti gli enti pubblici dell’Umbria – ha detto il presidente del ‘Consorzio Sir’ Paolo Barboni – e diventa operativa la nuova rete realizzata secondo il modello indicato dal Sistema pubblico di connettività gestito dal ‘Cnipa’ per consentire il dialogo e l’interscambio tra le pubbliche amministrazioni centrali e territoriali. L’Umbria – ha aggiunto - è la prima regione ad attuarlo, secondo quanto previsto dal ‘Codice dell’amministrazione digitale’ che sancisce l’obbligo di dialogo operativo e cooperazione tra le amministrazioni”. “Con l’operatività della nuova rete telematica – ha proseguito Barboni – tutti gli enti pubblici dell’Umbria, indipendentemente dalle loro dimensioni, sono pronti a erogare i servizi che prevedono la cooperazione con altri livelli istituzionali. Gli strumenti ci sono tutti, grazie alla programmazione e alla promozione dell’amministrazione digitale da parte di Regione Umbria e Province di Perugia e Terni, ora – ha sottolineato – occorre uno sforzo da parte delle amministrazioni per continuare su questa strada e affrontare, senza remore e alibi, il cammino verso un’efficace ed efficiente riorganizzazione interna e semplificazione dei rapporti con cittadini e imprese”. Gli enti pubblici connessi alla nuova rete “sono attualmente 120 – ha precisato il direttore del ‘Consorzio Sir’ Stefano Paggetti – con alcuni servizi già attivi, quali il ‘servizio Protocollo’ che collega una sessantina di Comuni, Asl e altre realtà ed ha circa tremila utenze giornaliere, e servizi per imprese e cittadini”. “Con ComNet Umbria – ha aggiunto Paggetti – tutti gli enti dell’Umbria sono pronti ad erogare servizi quali il decentramento delle funzioni catastali, la carta d’identità elettronica e la circolarità anagrafica tra Asl e Comuni. L’adesione al ‘Sistema pubblico della connenttività’ – ha rilevato – consentirà prestazioni molto superiori e un risparmio di circa il 60 per cento: il costo si ridurrà infatti da un milione di euro a circa 410mila euro all’anno. Il tutto inquadrato nell’ambito delle ‘alleanze locali per l’innovazione’, un nuovo modello di cooperazione interistituzionale per il miglioramento della qualità dei servizi”. “Quella umbra – ha detto l’ingegner Emilio Frezza, responsabile Area Reti e infrastrutture del Cnipa – è la prima ‘community’ che si avvarrà di una struttura di rete sicura, che consente il collegamento di tutte le amministrazioni a livello nazionale e che permetterà anche l’utilizzo di servizi innovativi quali Voip per la telefonia. Il traguardo finale sarà quello di consentire a ogni cittadino di trasmettere dati e pratiche rivolgendosi a un unico interlocutore, attraverso il computer di casa. Ci sarà un abbattimento notevole di costi per l’amministrazione centrale per la gestione della rete, da 130 milioni a 50 milioni di euro all’anno”. Per Nicola Melideo, direttore dell’Area Enti locali e innovazione del ‘Cnipa’, l’Umbria “è una delle poche regioni in cui c’è la consapevolezza dell’importanza dell’innovazione istituzionale”. “L’Umbria – ha rilevato a sua volta Francesco Mosiello, dirigente del Servizio sistema informativo della Regione – è adesso pronta al salto di qualità, grazie a una rete infrastrutturale che è stata arricchita dalla Regione con progetti specifici, portati avanti in maniera coordinata. C’è un sistema di cooperazione applicativa che è già in sperimentazione – ha proseguito – e in cantiere, con il prossimo Accordo di Programma Quadro già negoziato a livello ministeriale, c’è la costituzione del ‘Sistema di identità federata’, per avere un’unica identità riconosciuta in rete. Altro motore centrale per far sì che la pubblica amministrazione umbra dialoghi con tutti gli altri attori della pubblica amministrazione è quello derivante dal ‘progetto Icar’, in fase di realizzazione e che coinvolge 17 Regioni”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 15 novembre

Il disco dei Cherries alza il sipario sulla nuova stagione del Teatro Santa Cristina

Il Vetrya Corporate Campus si amplia. Nuove aree e servizi aperti alla comunità

"Stop discarica". Assemblea pubblica al Centro Anziani di Ciconia

Il Comitato Civico per il Diritto alla Salute-Art.32 chiede un'adeguata risposta sanitaria

La rosa, le spine

Motore in avaria, aereo rientra in aeroporto: paura per famiglia orvietana

Ramona Aricò ci crede ed incoraggia la Zambelli Orvieto

"Gli Etruschi parlano". Presentato a Paestum il progetto in realtà aumentata

Non applicazione della quota variabile della Tari alle pertinenze

"Le città del futuro", anche Vitorchiano a Montecitorio

A "Cuochi d'Italia", Valentina Santanicchio si aggiudica la vittoria sul Veneto

Danza e teatro, al Boni "Tempesta" e "La Giara. Un meraviglioso regalo"

A Villa Umbra, gli stati generali su scuola e sistema di istruzione e formazione professionale

Accattonaggio molesto, CasaPound avvia una raccolta di firme

Accesso ai bandi europei, si rafforza la collaborazione tra scuola ed Anci Umbria

"Legalità, mi piace". Oltre 300 studenti delle superiori partecipano all'evento di Confcommercio

False "Catene di Sant'Antonio" di WhatsApp. L'appello di Polizia Postale e Sportello dei Diritti

Il questore di Terni in visita al Comune di San Venanzo

Il Comune stanzia 116.000 euro per asfaltature e installa pannelli luminosi con limiti a 50 km/h

Lotta al tumore al pancreas, il Comune s'illumina di viola

Via ai lavori di pavimentazione sulla strada statale 205 "Amerina"

Civita di Bagnoregio e Gubbio, due casi di studio per Orvieto

Weekend intenso per l'Orvieto FC. Esordio in campionato per i Giovanissimi

Giornata dei Diritti dell'Infanzia, l'artista Salvatore Ravo realizza un murale per la Festa dell'Albero

Nuova ondata di furti, impegno congiunto tra istituzioni e carabinieri

Alessandro Carlini presenta "Partigiano in camicia nera. La storia vera di Uber Pulga"

Due giorni di appuntamenti per la sesta edizione per "Olio diVino"

La "Festa dell'Olio" di Montecchio compie 42 anni

A 12 anni dalla scomparsa, Orvieto ricorda Padre Chiti. Il programma delle celebrazioni

Dal Bianconi al Rivellino, piovono spettacoli nella Tuscia dei teatri

Le ragioni del No. Incontri a Orvieto, Acquapendente e Castel Giorgio

La Fondazione per il Csco è di nuovo accreditata quale agenzia formativa presso la Regione

Al Teatro dei Calanchi è di scena "Abdullino va alla guerra"

Bandiera verde a "Il Secondo Altopiano", qualità e impegno quotidiano per l'agricoltura naturale

Alessandro Benvenuti torna al Boni da protagonista con lo spettacolo "Chi è di scena"

Approvata la convenzione per istituire l'Ufficio speciale ricostruzione post sisma 2016

La Scuola dell'Infanzia di Pantalla dedica un'aula alla "maestra Barbara"

Le eccellenze dell'Umbria in vetrina alla Borsa internazionale del turismo enogastronomico

Iniziati i lavori alla scuola di Giove, 205 studenti trasferiti a Guardea e Penna in Teverina

Psr 2014-2020, operativi i cinque Gal dell'Umbria, a disposizione 32 milioni di euro per sviluppo locale

XXXIV Trofeo delle Regioni, convocati otto nuotatori della Uisp Orvieto Medio Tevere

Geotermia, chiesto un incontro al Mise. Nevi: "L'Umbria non ha bisogno di rinvii"

Geotermia, il centrosinistra si spacca. Fiorini: "Giunta e seguaci hanno già deciso"

Scuola, approvato il Piano provinciale offerta formativa e programmazione 2017-2018

Undicesima seduta del 2016 per il consiglio comunale. In 23 punti l'ordine del giorno

A Ficulle torna "Olio diVino". Due giorni di degustazioni, musica e convegni

Gestione dei rifiuti, Rotella (Porano Bene Comune) interroga l'amministrazione

Geotermia al Bagnolo. Ambientalisti cauti: "C'è poco da esultare"

Cambio al vertice della Cro. Comitato risparmiatori: "Disponibili al confronto"