sociale

Dall'aula bunker della Corte d'Assise di Roma cinque ergastoli ai militari argentini. Ricordiamo le Madres del Premio ai diritti umani 'Città di Orvieto' 2006

giovedì 15 marzo 2007
di Cristiano Morsolin da selvas.org
Riceviamo da selvas.org, e volentieri pubblichiamo, la notizia dei cinque ergastoli ai militari argentini che è passata ieri e stamani anche sulle cronache nazionali. Ci sembra di interesse anche per Orvieto, considerando che nel 2006 è proprio alle madres argentine di Plaza de Mayo che è stato attribuito, per il loro coraggio e la loro attività, il Premio ai diritti umani "Città di Orvieto". Interessante, in correlata, anche l'intervista a Estela Carlotto, sempre di Cristiano Morsolin, nel 30° anniversario del golpe in Argentina. La foto è presa da www.selvas.org Ieri alle ore 17.00, presso l'aula bunker della Corte d'Assise di Roma, è stata pronunciata la storica sentenza di 5 ergastoli agli ex ufficiali della Marina argentina - Jorge Eduardo Acosta, Alfredo Ignacio Astiz (conosciuto come "L'angelo biondo della morte"), Hector Antonio Febres, Antonio Vanek e Jorge Raul Vildoza - con l'accusa di omicidio volontario plurimo premeditato in relazione alla morte di tre cittadini di origine italiana, "desaparecidos" in Argentina negli anni della dittatura militare che governò a Buenos Aires tra il 1976 e il 1983. Mentre ai primi quattro la notifica dell'ergastolo si presume sarà loro notificata, essendo attualmente agli arresti domiciliari, all'ex ufficiale Vildoza viene attribuita in contumacia come latitante. Il Ministro degli Esteri italiano Massimo D'Alema - in una dichiarazione rilasciata al quotidiano argentino La Nacion - afferma che la richiesta di estradizione ora è importante perché una sentenza non è carta straccia. L'importanza della sentenza è sottolineata anche dalla presenza in Aula di rappresentanti del governo della Farnesina come Franco Danieli, vice Ministro con delega agli Italiani all’Estero e Donato Di Santo, Sottosegretario agli Affari Esteri con delega per l'America Latina. L'argentina Estela Carlotto, coraggiosa Nonna di Plaza de Mayo, al pronunciamento della Corte dichiara: "Sono felice perché la giustizia universale impedisce l'impunità. Questo è un passo importante affinché si faccia giustizia: alle Abuelas e alle Mamme di Plaza de Mayo, questa sentenza da' più forza per continuare a lottare e costruire un'Argentina democratica e sovrana." La Carlotto continua: "Questi ergastoli sono importanti soprattutto per Jorge Raul Vildoza, ancora latitante. Propprio ieri abbiamo ritrovato l'87° nipote delle Abuelas..." L'emozione evidente non tradisce la lucidità della testimone storica che approfitta dell'occasione per sottolineare l'eccellente dialogo e collaborazione avuta con il nostro governo Prodi. In particolare il legale dell'accusa, l'avvocato Mandiga, ha chiesto al governo Prodi che chieda ufficialmente anche l'estradizione dei militari condannati nel primo processo dell'anno 2000, attualmente già passato ingiudicato. Subito dopo la lettura nell'aula bunker di Rebibbia della sentenza è stata organizzata una conferenza stampa presso il Palazzo della Provincia di Roma dove e sono intervenuti in video-conferenza dall'Argentina il Sottosegretario di Stato Argentino per i Diritti Umani Eduardo Luis Duhalde e il Ministro dell'Educazione Daniel Filmus. Dualde, che è stato testimone al processo, ha dichiarato l'emozione di questa storica sentenza, importante per la riparazione simbolica alle famiglie ma anche un contributo importante per la comunità giuridica internazionale. Il Ministro Filmus ha espresso le sue congratulazioni per il lavoro svolto che rappresenta un esempio chiaro di una giustizia possibile. Alla fine della conferenza stampa Estela Carlotto esclama: "Non esiste distanza tra Italia e Argentina nel festeggiare questo avvenimento storico: grazie Italia, perché hai dato l'esempio, per la seconda volta che è possibile una condanna in contumacia dei responsabili dei crimini." Continua con un'immagine: "che emozione nell'aula bunker di Rebibbia, con quelle celle vuote, simbolo dei responsabili del genocidio: è un trionfo universale per la giustizia e la verità." L'avvocato Mandiga conclude: "della sentenza colpisce che l'ESMA (famoso edificio adibito alle torture dalla dittatura, ora museo del ricordo - ndr) sia il segno dell'introduzione nel cuore della civiltà della Capitale Buenos Aires, delle Barbarie... Importante che attraverso questa sentenza siano stati dimostrati i Voli della Morte, utilizzati dai militari per la sparizione di migliaia di detenuti civili.

Il vizio della memoria. Da selvas.org intervista di Cristiano Morsolin alla nonna coraggio Estela Carlotto

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 maggio

Al Serancia, il Palio della Palombella 2016. Andrea Cavastracci fa suo il Paliotto

Corso di "Coagulazione lattica di latte caprino crudo aziendale" alla Fattoria Ma' Falda

Il Lions Club adotta il Merletto Orvietano. "Un patrimonio immenso per un museo diffuso"

Pd, Paa, Sel coesi: "La risoluzione rafforza il sostegno al sindaco Germani"

Circolo Epocar Alta Tuscia, tuffo nella storia con la prima tappa del campionato sociale

"Concerto dell'Umbria Ensemble Orchestra. L'eleganza del Barocco e del Classicismo"

Alla biblioteca di Montegabbione, la storia di Malala e la sua battaglia per la libertà

Giovani a scuola di raccolta differenziata con "Un viaggio chiamato ambiente"

Zambelli Orvieto: serve un mercoledì da tigri contro Casal De’ Pazzi

Confcommercio e Orvieto per tutti: "In arrivo le risorse per il centro commerciale naturale"

Bilancio di previsione 2016. Sostegno ai giovani, incentivi alla differenziata

Applausi al Mancinelli per Classic&Jazz. Ceprini: "La città ama il suo teatro e lo fa vivere"

Seconda edizione del Festival dello Studente, si risveglia l’anima giovane della Rupe

Home Care Premium, prorogato il termine per i piani assistenziali

Più sicurezza per il territorio. Operativo da giugno il Piano coordinato di controllo

Al Csco il vice console Usa saluta l'avvio dei corsi del 15° Summer Program dell'University of Arizona

"Cuore di Sport". Al Palazzo dei Congressi la presentazione dei risultati

Incontro pubblico propedeutico alla stesura del Piano di Azione Locale 2014/2020

"Etruschi 3D". In arrivo la mostra multimediale curata dall'Associazione Historia

Verso le amministrative. Si presenta la lista "Con i cittadini per Castel Giorgio"

Meteo

mercoledì 24 maggio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento

--

--

--

--

--

--

15:00 27.8ºC 27% buona direzione vento
21:00 16.9ºC 54% buona direzione vento
giovedì 25 maggio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 22.8ºC 46% buona direzione vento
15:00 23.6ºC 29% buona direzione vento
21:00 14.4ºC 48% buona direzione vento
venerdì 26 maggio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 21.1ºC 36% buona direzione vento
15:00 23.9ºC 29% buona direzione vento
21:00 15.0ºC 51% buona direzione vento
sabato 27 maggio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 23.0ºC 34% buona direzione vento
15:00 25.2ºC 30% buona direzione vento
21:00 15.9ºC 53% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni