sociale

Soddisfatta l'ASU per lo sciopero dei giornalisti. Sempre piů urgente l'inascoltata vertenza contrattuale della stampa

giovedì 16 novembre 2006
Soddisfatta l'Associazione della Stampa Umbra dell'esito dello sciopero di ieri. "I giornalisti umbri - afferma l'Asu in un comunicato - hanno saputo dare con la forte partecipazione allo sciopero di ieri un’adeguata risposta all’arroganza della Fieg che, dopo aver ignorato il richiamo del Presidente della Repubblica, per la seconda volta ha respinto l’invito del Governo alla ripresa delle trattative con la Fnsi per il rinnovo del contratto di lavoro scaduto ormai da quasi due anni". L’Asu ringrazia tutti i colleghi che hanno contribuito al raggiungimento del significativo risultato e "al definitivo smascheramento del vero obiettivo degli editori che č quello di disarticolare tutte le garanzie che danno al Paese un’informazione libera, autonoma e non condizionata dagli interessi economici dei proprietari di giornali e radiotelevisioni. Gli strumenti che vogliono usare - per arrivare alla cancellazione delle notizie e del ruolo del giornalismo - sono quelli dello sfruttamento del precariato, del ricatto dell’occupazione a termine, della dequalificazione professionale, del controllo totale sulle redazioni". Per questi motivi, secondo l'Asu la vertenza č diventata una urgente emergenza democratica che riguarda tutti i cittadini, le istituzioni, le forze politiche, sociali e culturali. L'Asssociazione Stampa Umbra condivide dunque e rilancia in Umbria la richiesta della Fnsi al Parlamento e al Governo perché senza la ripresa delle trattative per il contratto non ci siano trattative per il rinnovo della legislazione sull’Editoria e vengano sospesi i contributi dello Stato alle imprese che negano il diritto al rinnovo contrattuale, che i giornalisti hanno come tutti i lavoratori, e quello ad un’informazione libera e completa. L’Asu, inoltre, invita le istituzioni umbre a sospendere tutte le inserzioni pubblicitarie e ogni altro eventuale sostegno pubblico a tutte le aziende che praticano sistematicamente lo sfruttamento del lavoro precario e l’Universitŕ degli Studi di Perugia a sospendere l’invio degli stagisti nelle stesse aziende che utilizzano gli studenti come giornalisti senza titolo professionale, come adesione ad un percorso condiviso per il superamento di una situazione che mette a rischio un patrimonio comune a tutte le componenti della societŕ umbra.

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 febbraio

"Tuscia Etruria". Presentata la guida ai sapori e ai piaceri di Repubblica

Orvieto ai Campionati della Cucina Italiana, medaglia di bronzo per Consuelo Caiello e Angelo D'Acquisto

Al Teatro Santa Cristina, è di scena "Riccardo (Lunga Vita al Re)"

Tre ori per Emanuela Marchini ai campionati di nuoto FISDIR

Sentenza del Tar, incontro pubblico con i cittadini

Di fiori e di altri profumi

Musica e solidarietà in Carcere, con il concerto dei Maleminore

Cresce la richiesta per gli asili nido, liste d'attesa in aumento

Cala la popolazione, cala il numero delle pratiche

Una Zambelli Orvieto carica e determinata si reca alla corte del Chieri

"Alba Etrusca" al Museo "Claudio Faina". In mostra le pitture di Renato Ferretti

Il Comune annuncia l'arrivo della carta d'identità elettronica

Il vino è condivisione, gemellaggio tra "Wine Show" e "Due Mari WineFest"

Salto con l'asta, Eugenio Ceban (Libertas Orvieto) torna a volare ai Campionati italiani assoluti

"Il Forno" presenta "Due", il nuovo libro di Carlo Pellegrini

Riaperta al culto la chiesa parrocchiale di San Pancrazio

"Croce e delizia, signora mia", l'omaggio a Verdi di Simona Marchini

"Il Liceo Artistico non è merce politica di scambio"

Dopo "Frammenti d'un mosaicista morto dal freddo", "Inseguivo il vento pei campi"

A 12 anni dalla morte, i genitori di Luca Coscioni depositano il loro biotestamento ad Orvieto

La chiesa di San Pietro è di proprietà comunale. Grassotti: "Fatta luce dopo anni di incertezza"

"Orvieto in Danza". Prima rassegna nazionale al Teatro Mancinelli

Ferretti, Vezzosi e Bonifazi in cima alle classifiche 2017. Ricco di aspettative il 2018

Centro Congressi, incontro sul futuro del turismo congressuale a Orvieto

I tesori di Campo della Fiera in mostra in Lussemburgo

Luci spente e camminate per "M'illumino di meno 2018"

La Uil fa rete e si mobilita per i territori tagliati fuori dall'Alta Velocità