sapori

"TartuFabroFest 2019", tra degustazioni e incontri con ospiti e artisti

venerdì 1 novembre 2019
di Davide Pompei
"TartuFabroFest 2019", tra degustazioni e incontri con ospiti e artisti

"Il Bianco e il Nero, pregiato ed elogiato". È ancora una volta Re Tartufo, il profumato protagonista dell'autunno dell'Alto Orvietano. Principe sì, ma dei sapori e circondato da un corte di specialità agroalimentari e sei ambasciatori che incoronano il secondo fine settimana del nuovo mese. Dopo 31 edizioni, la tradizionale Mostra Mercato Nazionale del Tartufo e dei Prodotti Agroalimentari di Qualità di Fabro cambia volto, ma non la volontà di promuovere l'intero territorio.

A partire da quelle realtà produttive che, fuori da ogni retorica, costituiscono un'eccellenza tutta umbra. È così che nasce "TartuFabroFest", il Festival del Tartufo di Fabro, presentato giovedì 31 ottobre nella Sala delle Quattro Virtù del Palazzo Comunale di Orvieto e pronto a vedere luce nel cuore di Fabro da venerdì 8 a domenica 10 novembre. A farsene promotori, il Comune e la Pro Loco, con il supporto e il contributo economico del Gal Trasimeno-Orvietano.

Affidate al Maestro Maurizio Mastrini, la direzione artistica, e alla sua Mastrini Group, la produzione. "Abbiamo voluto dare un taglio diverso a questa manifestazione – ha sottolineato il sindaco di Fabro, Diego Masellarispetto alle precedenti edizioni per valorizzare tutti i prodotti tipici, non solo agroalimentari, della zona. La sfida è quella di rinnovare la mostra per motivare la partecipazione di un numero crescente di pubblico, anche attraverso una serie di iniziative collaterali".

Le degustazioni gratuite in alcuni dei quasi 60 stand che saranno allestiti nel centro storico si abbineranno, infatti, con esibizioni musicali, mostre d'arte e presentazioni di libri. "TartuFabroFest – ha sottolineato il direttore artistico – è una nuova scommessa. Cerchiamo di veicolare, attraverso l'organizzazione di un evento popolare, la valorizzazione e la conservazione di tradizioni, la diffusione della cultura e dei prodotti di alta qualità".

Il via, venerdì 8 novembre alle 17 in Piazza Carlo Alberto, con la cerimonia d'inaugurazione presentata da Nando Tucci alla quale, oltre ai vertici della Regione che ha concesso il patrocinio all'evento, è invitata anche il ministro Teresa Bellanova. Qualora non fosse presente sarà comunque rappresentata da un sottosegretario del Ministero delle Politiche Agricole. Accanto al primo cittadino, anche la direttrice della Camera di Commercio di Terni, Giuliana Piandoro, e il maresciallo capo della Stazione Carabinieri di Fabro, Mirco Giustiniani.

A seguire, l'esibizione della Banda Musicale di Fabro "Anni Verdi" diretta dal Maestro Pierpaolo Cincinelli e un'anteprima del concerto "Flagship" della U.S. Naval Forces Europe Band, in programma per le 21. Prima, però, alle 18.30 sarà la volta dello show cooking condotto da Andy Luotto con il cioccolatiere Alessio Margottini che amalgamerà due sapori solo apparentemente distanti come cioccolato e tartufo. Alla stessa ora nella Chiesa di San Martino, voce recitante e chitarra. Quello del duo composto da Claudia Aliotta e Massimo Agostinelli.

"Vero o falso? Quale danno procura all'economia del settore la contraffazione del tartufo e dei prodotti tipici in Italia?" è il titolo della tavola rotonda che si terrà sabato 9 novembre alle 11 nella Sala Consiliare del Comune. Ai microfoni di Elisabetta Mirarchi, giornalista del Tg1, si alterneranno le voci di Andrea Pascolini, direttore generale di "Urbani Tartufi", Riccardo Prudenzi, produttore di olio, e il vicesindaco, Giacomo Barzi, qui, in veste di presidente dell'Associazione Tartufai dell'Orvietano.

Atteso anche il tenente colonnello Giuseppe Schienalunga in rappresentanza dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità dell'Arma. Nel pomeriggio, appuntamento alle 16 con Andy Luotto in Piazza Carlo Alberto per uno show cooking che propone "Il tocco prezioso di un piatto pregiato con il tartufo" e alle 16.30 con la presentazione del libro "Il Bel Tempo di Tripoli" (Edizioni e/o) di Angelo Angelastro, caporedattore del Tg1, a cura di Nando Tucci.

La Chiesa di San Martino si fa cornice alle 17 per il duo clarinetto e chitarra composto da Fabio Battistelli e Stefano Falleri. Un'ora dopo, invece, in Piazza Carlo Alberto è la volta del concorso "Saranno Famosi e Gustosi", gara culinaria tra gli allievi dell'indirizzo alberghiero dell'Istituto di Istruzione Superiore "Pellegrino Artusi" di Chianciano Terme. Musica, alle 19, in chiesa con il Trio di Spello: Beatrice Cilento (flauto), Umberto Aragona (violino), Sandro Lazzeri (chitarra).

Alle 21, direttamente da Umbria TV e dal web, il programma record di ascolti in Umbria "Tutti in carrozza...si parla!" condotto da Nando Tucci e Riccardo Marioni. Partecipano Francesco Giorni, il "capotreno", Agnese Caldarelli, la hostess, e tanti altri ospiti. Altra novità, domenica 10 novembre alle 11 all'Azienda Agricola "Poggiovalle", nell'omonima località, la dimostrazione di ricerca del tartufo a cura dell'Associazione Tartufai dell'Orvietano.

Arie e canzoni napoletane, a mezzogiorno, in Piazza Carlo Alberto con "Bella Napoli", concerto di Paolo Scibilia (pianoforte) e Antonia Palazzo (soprano), in arte Duo Darclee. Ancora show cooking in piazza alle 12.30 con Andy Luotto e "Le Massaie di Fabro, le chef di casa nostra" e alle 15 wine tasting dei vini dell'Orvietano a cura di Ennio Baccianella, presidente dell'Associazione "A Tavola con Bacco". Grande attesa per l'appuntamento pomeridiano presentato da Giancarlo Magalli.

Il popolare conduttore romano presenterà la cerimonia di nomina degli ambasciatori del tartufo. Per la tv di divulgazione, si parla di Roberto Giacobbo. Per la medicina, del luminare di cardiologia Massimo Massetti. Per la tv d'intrattenimento, Roberta Morise de "I Fatti Vostri". E poi il personaggio dell'anno, rivelazione di "Zelig" e "Colorado", Vincenzo Albano, l'attrice Chiara Conti, protagonista di fiction di successo, e la comica Emanuela Aureli, tanto amata anche dai bambini.

Insieme all'investitura, per loro, sette quintali di prodotti tipici tra cui il pregiato tartufo. Alle 18, l'estrazione della lotteria "Asta Pazza" a cui artecipare acquistando un biglietto. Se l'offerta – al ribasso, a partire da 1 centesimo – sarà quella con l'importo più basso e sarà l'unica con quella cifra, non sarà difficile aggiudicarsi un chilo di tartufo. Gran finale, alle 18.30 nella Chiesa di San Martino con il concerto che farà incontrare le chitarre di Alessandro Zucchetti e Antony Guerrini.

L'ingresso è libero.

Per ulteriori informazioni:
www.tartufabrofest.com

Commenta su Facebook