sapori

L'Epifania quest'anno si porta via anche "La Fabbrica dei Sogni"

sabato 5 gennaio 2019
di Davide Pompei
L'Epifania quest'anno si porta via anche "La Fabbrica dei Sogni"

Poco più di tre "bellissimi anni". Tanto è durato sulla Rupe il sogno de "La Fabbrica dei Sogni" che domenica 6 gennaio lascerà lo store orvietano al civico 106 di Corso Cavour per riaprire quello storico di Montefiascone in Via Madonella 24 dove, in questo tempo, ha comunque continuato ad essere operativo il laboratorio. Un cantiere delle meraviglie. La pasticceria – artigianale, classica e americana – non vanterà, forse, la stessa longevità di botteghe considerate storiche.

Ma accanto a drogherie, valigerie, ristoranti, librerie quasi centenarie e persino punti vendita di catene in franchising, si aggiunge ugualmente al fin troppo lungo elenco di attività che lasciano orfano il centro storico di un servizio, di un'offerta non convenzionale che lo rende vivo e attrattivo. In un'economia in evidente affanno, drogata dall'effetto "Umbria Jazz Winter" che dura solo una manciata di giorni a fine anno, anche bellezza e bontà di torte e biscotti che sono piccoli capolavori artigianali faticano a splendere.

Ad Orvieto mancherà il sorriso onesto, gentile, autentico della titolare Gloria Cevolo – suoi, i ricami d'artista che impreziosiscono i dolci – e a lei mancherà almeno un po' Orvieto che con un pizzico di malinconia si vede costretta a lasciare. Nella graziosa bottega aperta l'8 dicembre 2014 a pochi metri dal Teatro Mancinelli sono transitati in tanti. Molti – in prevalenza americani – hanno già lasciato i loro complimenti con punti esclamativi, calligrafia tonda e cuori sul Libro delle Firme.

Senza abbandonarsi a nostalgie di maniera, c'è tempo ancora un intero fine settimana – quello dell'Epifania che quest'anno insieme alle feste, porterà via anche casette e omini di zenzero che le rendevano tali – per salutare con affetto sincero l'autrice di tante dolcezze. Come i cupcakes con i nasi di Pinocchio che realizzò a febbraio 2017 per tenere a battesimo la nascita del Gruppo FAI Giovani Orvieto, altra esperienza forzatamente conclusa, nella cornice fiabesca della Bottega Michelangeli.

Con arte, eleganza e quella passione per i dolci ereditata dalla nonna. Con estro e capacità di adattare la tradizione a stelle e strisce del cake design al gusto meno burroso e più italico che pure apprezza torte a più piani, personalizzate con creatività, professionalità e costante attenzione alle innovazioni della cosiddetta "Sugar Art - American Style", con particolare specializzazione in torte decorate per bambini e wedding cake apprezzate tra l’Umbria e l'Alta Tuscia.

Dalla produzione alla decorazione, "La Fabbrica dei Sogni" è stato – e resta, anche se a mezz'ora da qui – uno dei primi laboratori di cake design aperti in Italia a sfornare torte in pasta di zucchero e cioccolato e grandi classici della tradizione anglosassone. Muffins e cupcakes, in testa. Ma anche cookies, brownies, doughnuts, cheesecakes, apple pies, crumbles, banana bread, red velvet, cinnamon rolls fino a macarons e monumentali torte personalizzate per cerimonie ed occasioni.

Sposate con il sapore della classica pasticceria italiana che hanno stregato anche attori, registi e personaggi del mondo dello spettacolo. Tra prodotti bio, materie prime selezionate, coloranti alimentari naturali, con consapevolezza e attenzione alle intolleranze alimentari, punta di diamante di una produzione incentrata sulla ricerca della qualità resteranno le fette alte in morbidi strati di Pan di Spagna farciti con creme varie, cioccolata e frutta fresca. Un piccolo grande piacere. Una buona dose di tenerezza quotidiana. Un tripudio di sapori ben dosati tra loro. 

Un viaggio a colori, non solo pastello, tra raffinati decori. Il piacere, non il rimpianto, del gusto e della bellezza. Grazie Gloria!

Per ulteriori informazioni:
www.pasticceriaamericana.it

Commenta su Facebook