sapori

La Fisar dà il via alle attività 2017. Festa del Tesseramento e III livello del Corso Sommelier

giovedì 12 gennaio 2017
La Fisar dà il via alle attività 2017. Festa del Tesseramento e III livello del Corso Sommelier

La Delegazione Fisar Orvieto, operativa ormai da molti anni per diffondere e valorizzare la cultura enologica attraverso la promozione di attività di qualificazione professionale della figura del sommelier nell'ambito della gastronomia tradizionale e del turismo enogastronomico locale e regionale, dà inizio alle attività per l'anno 2017.

Domenica 12 febbraio alle 17 presso i locali della Pizzeria "Charlie" di Orvieto si svolge la tradizionale "Festa del Tesseramento". L'invito è esteso a tutti coloro - sommelier e non solo - che sono interessati a partecipare alle attività della Fisar e che intendono dunque sottoscrivere la propria adesione alla Delegazione. Tutti graditi ospiti, è necessario solamente dare conferma entro venerdì 10 febbraio

Mercoledì 15 febbraio, poi, avrà inizio il III livello del Corso Sommelier, che come sempre sarà itinerante in alcuni ristoranti di Orvieto, dove si svolgeranno anche le lezioni pratiche. Il corso è itinerante e il calendario sarà inviato successivamente ai corsisti regolarmente iscritti. Argomenti delle lezioni: Alimentazione/Metodologia dell'abbinamento/Gli antipasti/I primi piatti, le salse, i condimenti/Il pesce/Le carni/Le verdure, i funghi, i tartufi/I formaggi/I dolci/Lezione riepilogativa, Cucina del territorio.

Per le iscrizioni c'è tempo fino a venerdì 20 gennaio. Possono iscriversi anche coloro che hanno frequentato il II livello negli anni passati e non hanno potuto terminare i tre livelli obbligatori per avere la qualifica. Per accedere dal primo al II livello e dal II al III, occorre superare positivamente una prova d’esame rappresentata da un questionario concernente gli argomenti trattati nel livello. Al termine del III livello si terrà l’esame finale concernente tutti gli argomento trattati nei vari livelli. Chi lo supera positivamente riceverà l’attestato di qualifica di Sommelier FISAR.

Dal 1972, la FISAR di Orvieto ha contribuito in misura determinante alla diffusione della cultura enologica che, oggi, sembra sempre più volgersi al “rosa”. La presenza femminile è cresciuta in misura costante e negli ultimi anni le donne rappresentano circa il 60% dei sommelier di questa delegazione.

Per informazioni o prenotazioni:
Lucia Russo 347.9125494 - Rosella Papiani 347.8549574 - fisarorvieto@gmail.com

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 marzo

Gli affreschi restaurati del Pastura, i progetti nel nome di Livio Orazio Valentini

Liceo Classico, Livia Racanella finalista alle Olimpiadi di Italiano

A Palazzo Simoncelli, al suono dei Notturni di Chopin

La Zambelli Orvieto ritrova tre punti contro Olbia ed è ottava da sola

Avviso d'asta pubblica per l'alienazione di reliquati stradali di proprietà del Comune

Orvietana sottotono, dominata dal Cannara

L'Arci sarà il soggetto che aiuterà il Comune a progettare lo Sprar

Nuova vita per la Biblioteca. Riorganizzato il catalogo, aperto il sito web e programmato un calendario di eventi

Approvata la proposta di adesione a "I Borghi più belli d'Italia"

Nuova illuminazione. Lattanzi: "Valorizza il borgo antico e migliora la sicurezza"

Nel Lazio arriva il Distretto tecnologico per i beni e le attività culturali

"Il CdA di TeMa si sta faticosamente, ma consapevolmente, impegnando"

Il Lions Club promuove l'orientamento con la Scuola Carabinieri Forestali

Può l'intelligenza artificiale superare quella umana? Se ne parla all'Unitus

Rifiuti Umbria, giallo delle osservazioni degli Amici della Terra sparite in Regione

Via alla campagna "Progetto Mimosa". Nelle farmacie umbre un aiuto per le donne vittime di violenza

"Pulizie di Primavera" con il Comitato spontaneo "21 Marzo 2018 - Puliamo Viterbo"

Nebbia

Ortensia

Londra

"La donna per la musica" nella Sala Aldo Capitini

Art Bonus, in Part Bonum. Alla ricerca del Mecenate (del Tempo) perduto

Attestato di solidarietà all'appuntato Franco Scopigno per aver salvato una donna